L'INFORMATORE DI SICILIA - GIORNALE D'INFORMAZIONE INDIPENDENTE - FONDATO E DIRETTO DA IGNAZIO LA PERA - PER CONTATTARE LA  REDAZIONE SCRIVETE  A : ilapera@infinito.it - SULL'INFORMATORE UNA PAGINA E' DEDICATA ALLE NOTIZIE DI ULTIM'ORA

NOTIZIE DA

FLORIDIA

RUBRICHE

in POLITICA
 ANNUNCI
 CONCORSI
 INTERNET
 ZODIACO
 ARTE  
 MUSICA   new
 in LIBRERIA
LETTERE REDAZIONE

Catania - Item Nuoto, solidarietà di Natale. Una  rappresentativa della prima squadra dell’Item Nuoto Catania, a poche ore dal Santo Natale, guidata dal tecnico Peppe Dato e dal dirigente Gianluca Cacciola, ha fatto visita nel pomeriggio di martedì 23 dicembre alla Cooperativa Sociale “Prospettiva” Onlus, che opera a Catania nel quartiere di San Giovanni Galermo. Gli atleti si sono intrattenuti al fianco degli oltre venti ragazzi accolti nel centro, conoscendo le loro esperienze personali e portando loro dei doni natalizi in segno tangibile di vicinanza e condivisione. La Cooperativa Sociale “Prospettiva” Onlus, nata nel 1981, si propone di fornire servizi prevalentemente a soggetti socialmente svantaggiati, minori o giovani adulti in difficoltà ed a rischio di devianza o di esclusione sociale.  Le attività principali: la Comunità Alloggio, che ospita ragazzi temporaneamente privi di idoneo ambiente familiare e sottoposti a provvedimenti amministrativi da parte dell’Autorità Giudiziaria, e la Comunità di pronta accoglienza per minori in difficoltà, stranieri o con cittadinanza italiana. il presidente dell’Item Nuoto Catania Mario Torrisi ha dichiarato: “E’ nella tradizione della Nuoto Catania abbinare agonismo ed attenzione al sociale. La visita della nostra prima squadra alla Cooperativa Prospettiva ha rappresentato un momento significativo ed ha consentito di avvicinare gli atleti alla realtà di ragazzi meno fortunati. Un incontro particolarmente emozionante in un clima di fraternità e di amicizia”.


Catania nuoto 2000 sul podio a regionali  Osso e Mangiameli a nazionali di Riccione. I nuotatori Gianmarco Mangiameli  eMelanie Osso hanno ottenuto  ottimi risultati alle selezioni regionali salendo sul podio. Hanno portato bene gli ultimi campionati regionali di nuoto per i due atleti della Catania nuoto 2000 il lentinese Gianmarco Mangiameli e Melanie Osso, proveniente da Villasmundo, che sono seguiti ed allenati dal Tecnico Alberto Addamo presso l'impianto lifenergy di Carlentini. Entrambi gli atleti hanno raggiunto il tempo limite per disputare i campionati nazionali di nuoto che si svolgeranno a Riccione dal 6 all'11 marzo. In particolare Gianmarco Mangiameli si è distinto nei 400 mix dove è risultato essere il primo della categoria juniores e nei 200 mix dove si è piazzato al terzo posto nella classifica assoluta. Terzo di categoria anche nei 50 m dorso. Due brillanti terzi posti invece, per Melanie Osso nei 50 farfalla e nei 50 stile libero per la categoria ragazze.




NOTIZIE ULTIM'ORA 24 ORE SU 24


  SPORT


Trofeo Befana: 26 gli atleti Item


 

Catania - Trofeo Befana: 26 gli atleti Item Nuoto Catania.  Prima tappa del Campionato di Eccellenza 2015 per 26 giovani atleti del settore Propaganda dell’Item Nuoto Catania. Il Trofeo della Befana, si è svolto domenica 4 gennaio presso la piscina “Giovanni Paolo II” di Paternò. La  società rossazzurra nell’attività di Propaganda si è distinta con una nutrita squadra di atleti nelle categorie Giovanissimi (2007-2006), Allievi (2005-2004), Ragazzi (2003-2002) e Juniores (2001-2000): Ylenia Agnello, Denise Allegra, Giada Anastasi, Sofia Bosi, Cristiano Calì, Gabriel Calin, Giorgia Di Fini, Paola Di Franca, Giulio Di Maria, Daniel Forooghmand, Giulia Gulino, Martina Isaia, Simone Lo Presti, Maria Lucia Mangiameli, Francesco Marziano, Eleonora Ranno, Alberto Salamone, Michele Salamone, Francesco Sottile, Mattia Trovato, Daniele Ventrella, Noemi Ventrella, Francesco Verga, Orazio Verga, Riccardo Vicino, Gaia Zanetti. La medaglia di bronzo di Noemi Ventrella (Juniores) nei 50 dorso femminili, diciannovesima posizione complessiva per l’Item Nuoto Catania nella classifica per società è stato il  miglior risultato di giornata . l’allenatore Davide Bosi ha commentato:“Abbiamo presentato 26 atleti tesserati Propaganda ma dai prossimi concentramenti il numero aumenterà. Puntiamo molto sul settore Propaganda in quanto rappresenta per noi il serbatoio di nuoto agonistico, pallanuoto e sincro. I ragazzi hanno vissuto una bella giornata, un momento di gioia e di soddisfazione per loro e per i genitori”.


Catania –  55° “San Silvestro a mare”: vincitori Musumeci e Fonte.  Angelo Fonte tra i diversamente abili, è  giunto davanti a Valerio Viscuso e Marco Longo.  Giovanni Musumeci è nell’albo d’oro 2014. “Coppa Francesco Scuderi” a Giuseppe e Mario Garozzo. 92 i partecipanti all’edizione targata 2014  con 8 categorie al via, ed i numerosissimi, come sempre,   spettatori affacciati dal Circolo ma anche dal ponte di Ognina.   Un  nome nuovo da iscrivere nel lungo e prestigioso albo d’oro della manifestazione: Giovanni Musumeci. Il nuotatore vincitore 20enne è appartenente al Centro Sportivo Le Olimpiadi, nipote di Alfonso Musumeci che negli anni ’80 si aggiudicò per tre volte la “San Silvestro a mare”.  L’atleta catanese è stato il primo a tagliare il traguardo della categoria “Assoluti” al termine del percorso a nuoto di circa 80 metri, precedendo al fotofinish Angelo Sciacca, ultimo vincitore nel 2012, e Michele Cardinale, pallanotista 17enne dell’Item Nuoto Catania. Il fascino e la tradizione di una classica radicata nel cuore dei catanesi non si smentiscono mai, cambiano i volti, le storie ed i protagonisti ma rimane immutato ed autentico lo spirito originario della goliardia,  dell’allegria, del “rito” del tuffo propiziatorio per salutare l’anno passato ed ormai alle spalle ed il nuovo alle porte. La “San Silvestro a mare”, giunta alla cinquantacinquesima edizione ed organizzata dall’Item Nuoto Catania con la collaborazione del Circolo Canottieri Jonica, trionfa. Vittoria su tutto, anche sul freddo gelido, confermandosi appuntamento imperdibile dell’ultimo dell’anno della città di Catania. L’evento è  unico nel suo genere, ed in grado di attrarre al porticciolo di Ognina partecipanti di tutte le età e di tutte le categorie, dagli agonisti ai master fino ai semplici appassionati di nuoto ed  amatori. La manifestazione  é capace di polarizzare l’attenzione nazionale ed internazionale. Il  vincitore,  oltre alla consueta e speciale coppa ha ricevuto in regalo un cappotto, secondo l’antica tradizione ripristinata quest’anno. Le  vittorie per  batteria : Angelo Fonte (Diversamente abili, davanti a Valerio Viscuso e Marco Longo), Annarita Platania (Donne, davanti a Rachele Milazzo e Marzia Siclari), Giovanni Vadalà (Ragazzi Under 17, davanti a Eugenio Russo e Salvatore Guglielmino), Fabrizio Puglisi (Master Under 40, davanti a Diego Reforgiato e Giuseppe Ardizzone), Marco Conti (Master Over 40, davanti a Alessandro Russo e Salvo Failla), Francesco Villauro (Amatori Under 50, davanti a Sebastiano Ciciulla e Santo Bonaccorso), Fabio Dovis (Amatori Over 50, davanti a Heinz Marggrander e Mario Alberto Traina). Tre i premi speciali: il “Premio Lallo Pennisi”, intitolato all’ideatore della manifestazione, è stato consegnato dal figlio Antonio a Franco D’Arrigo, amico di vecchia data oltre che compagno di squadra di Lallo alla Jonica e personaggio storico del Circolo; la “Coppa Tommaso D’Arrigo”, offerta dalla famiglia D’Arrigo in memoria del compianto vicepresidente della Nuoto Catania, è andata a Michele Cardinale, primo della società etnea tra gli Assoluti; la “Coppa Francesco Scuderi”, a ricordo dell’indimenticato presidente rossazzurro nonché coordinatore di tante edizioni della San Silvestro, è stata assegnata ai gemelli Giuseppe e Mario Garozzo, pallanotisti dell’Item Nuoto Catania, classe 2002, primi classificati tra i più giovani iscritti alla gara. L’assessore allo Sport del Comune di Catania, Valentina Scialfa, ha inoltre consegnato l’Elefantino, simbolo della città, a Mario Torrisi, presidente dell’Item Nuoto Catania ed organizzatore della manifestazione. Il presidente dell’Item Nuoto Catania, Mario Torrisi ha affermato: “E’ stata una splendida cinquantacinquesima edizione in una cornice festosa. E’ sempre affascinante vedere insieme in acqua pallanotisti, nuotatori, appassionati e gente di tutte le età, a dimostrazione  che la San Silvestro è una festa di tutti e per tutti. Nonostante il freddo, in tantissimi non hanno voluto mancare a questo appuntamento con la tradizione sia in acqua che fuori ed anche il sole è intervenuto a benedire la San Silvestro. Una festa all’insegna della goliardia, del vivere in maniera sana e genuina l’ultimo giorno dell’anno nel ricordo di Lallo Pennisi, di Francesco Scuderi e di Tommaso D’Arrigo, di quanti non ci sono più e hanno fatto la storia di questa manifestazione che sta a cuore a tutta la città di Catania”. Il  vincitore della 55° edizione della San Silvestro a mare, Giovanni Musumeci ha dichiarato: “Una grande soddisfazione vincere in questa gara che rappresenta una tradizione di famiglia, iniziata con mio zio e proseguita da mio padre. Oggi, rispetto alle ultime edizioni, non era per nulla facile scendere in acqua con questo freddo ma sono stato bravo a non mollare fino all’arrivo ed a precedere tutti. Spero che questa vittoria sia di buon auspicio per il nuovo anno e la dedico alla mia famiglia”.


Catania - Nuoto Catania esordio a Civitavecchia, cuore a Scuderi. Non potrà essere un esordio come tutti gli altri, non potrà essere una partita e un campionato come tutti gli altri: con il dolore ancora nel cuore per la tragica scomparsa del Presidente Francesco Scuderi. La Nuoto Catania si prepara al debutto nel torneo di serie A2 maschile. Un dolore acuto e devastante, un’immensa tristezza per l’improvvisa e assurda perdita di colui che con la sua straordinaria passione e dedizione per lo sport ha segnato la storia della società etnea ed in generale della pallanuoto catanese e siciliana, di colui che ha rappresentato un vero e proprio punto di riferimento e l’anima della Nuoto Catania: una figura indimenticabile che, da buon padre di famiglia, ha tracciato una via maestra e un cammino da continuare a percorrere nel suo perenne ricordo, cioè portare in alto i colori rossazzurri, dal fiore all’occhiello del settore giovanile alla prima squadra, per i quali Francesco Scuderi ha speso la sua vita. Dopo il rinvio della prima giornata, la partita con la Roma Vis Nova grazie alla disponibilità della società capitolina sarà recuperata sabato 4 gennaio. Il  campionato con i suoi regolamenti impone di scendere in acqua ed il calendario propone per la seconda giornata la partita con il Civitavecchia. Il confronto, in altre stagioni sarebbe stato la partita clou della giornata, ma sarà ricordato come la prima senza Francesco Scuderi. Impossibile non pensare a quanto è accaduto, a ciò che ha sconvolto il gruppo etneo, ma a Civitavecchia, con inizio fissato per sabato pomeriggio alle ore 15.30, la squadra di Peppe Dato prova a reagire ed onorare la memoria di Francesco mettendo in acqua il cuore ed il massimo impegno.  Mister Peppe Dato dichiara: “E’ stata una settimana tristissima e giorno dopo giorno l’incredulità per quanto successo e lo sgomento aumentano. Vorrei tanto svegliarmi e scoprire che è stato solo un brutto incubo ma purtroppo quel triste evento è realmente accaduto. Ci sarà sempre un prima e un dopo e domani, come tra un mese o un anno, il nostro pensiero sarà sempre rivolto a Francesco. E’ un momento difficile ma abbiamo il dovere morale di continuare e di riprendere a giocare. Francesco era una persona unica, generosa, ha dato tutto se stesso per la sua creatura, per la Nuoto Catania, riuscendo a creare una società dalle solide basi. Per me, in particolare, Francesco è stato il compagno e l’amico sempre presente di oltre trent’anni di pallanuoto e dire che mi viene a mancare un costante punto di riferimento è dire poco. La partita con il Civitavecchia, dopo tutto ciò che è accaduto, rappresenta solo un piccolo dettaglio ma cercheremo di onorarla nel modo migliore. Ringrazio, a tal proposito, la società del Civitavecchia per la vicinanza e la sensibilità mostrata nell’organizzare l’iniziativa del quinto tempo al termine della partita”. Il  vicepresidente Tommaso D’Arrigo afferma:” La scomparsa di Francesco lascia un vuoto incolmabile e un grande peso nel cuore. Francesco è riuscito a mettere in piedi una società modello dalle giovanili alla prima squadra e il suo grandissimo lavoro non va disperso ma continuato e potenziato. E’ proprio questo lascito che rappresenta per tutti noi uno stimolo per ripartire ed andare avanti”.


Catania - Ippica, Musciotto e Friends  primato a Codavolpe.  I  Regionali 2013 a Squadre si sono  conclusi a Catania  sul campo del maneggio Cisse a Catania. 2 giorni di alta equitazione di Salto Ostacoli è stato l'ultimo appuntamento regionale dell'anno nell'equitazione siciliana, prima della pausa invernale.  Cavalieri e amazzoni sono accorsi da tutta la Sicilia per prendere parte al Campionato a Squadre 2013 sul campo in erba del maneggio Cisse di Contrada Codavolpe. Ogni squadra ha  partecipato con massimo 4 cavalieri. Il punteggio totale ottenuto ha determinato i vincitori che si sono affrontati su percorsi complicati alla fine dei quali i barrage, a tempo, hanno fatto assistere a spettacolari salti.  2 giornate di gara e 2 podi per categoria, con doppia festa, sabato per le medaglie assegnate nelle categorie di età più basse, domenica per quelle più alte.  L70, B80, B90, B100 sono state le categorie nelle quali hanno gareggiato i binomi più giovani nella giornata di sabato, alla fine della quale, sono tornati a casa con coppa e medaglia i primi cinque classificati, : le squadre Selleria Musciotto e Friends, I Cillini, Il Chirone, Dream Team, Infantino Team 4. La competizione, nella seconda giornata,  è stata tra le categorie C130, C120, C115. La  competizione è stata intensa, sono saliti sui gradini più alti del podio: il circolo New Eagles che ha conquistato il primo e il secondo posto avendo partecipato con due formazioni,  al terzo posto si è classificato il Circolo Ippico Valverde. Grandi e piccoli hanno dato prova di grande spettacolo d’equitazione, un dato che ha confermato come il Salto Ostacoli, in Sicilia, abbia ormai raggiunto livelli che valicano i confini nazionali. Emozionante anche il giro di campo di Juvel, cavalla nata nel 1981 che, con il percorso netto di domenica nella categoria C130, confermando la sua carriera da campionessa, ha inaugurato il suo periodo di meritato riposo, tra gli applausi dei tanti amanti del Salto Ostacoli. Gaetano Di Bella presidente del Comitato regionale Fise Sicilia,  ha espresso soddisfazione e ricordato: " Si tratta di un'altra conferma perché solo qualche settimana fa, ad inizio novembre, nella trasferta siciliana a Verona, durante Fiera Cavalli, la squadra pony si era aggiudicata un terzo posto, un ottavo posto era andato alla squadra Cavalli, e una giovane siciliana aveva ottenuto una medaglia di bronzo anche nel progetto giovani".  


Catania - Nuoto Catania in vasca, prepara stagione A2. intensificando gli allenamenti già cominciati lo scorso 10 settembre. I rossazzurri guidati dal tecnico Giuseppe Dato  si sono ritrovati per questa lunga preparazione in vista dell’inizio, del campionato. Gli allenamenti si svolgono nella Piscina Zurria, la struttura gestita dalla Nuoto Catania. Giuseppe Dato è coadiuvato da un ottimo staff tecnico: Salvo Cacia, che guida la serie B e l’Under 17, Raffaele Marino per la preparazione atletica, collaboratore tecnico è Zoltan Fazekas. I dirigenti della  società stanno pensando anche di realizzare dei progetti con  Maddalena Musumeci, per mettere a servizio della prima squadra le sue grandi competenze. L’allenatore Giuseppe Dato sul torneo di A2 che inizierà a gennaio afferma :  “Arrivare preparati alla nuova stagione per colmare qualche lacuna sul piano individuale e di gruppo. Abbiamo deciso  di fare una preparazione più lunga per arrivare ponti ad un campionato difficile, che però possiamo affrontare bene con i giusti accorgimenti. Ci sarà da correggere qualche errore commesso lo scorso anno e ricominciare da quanto di buono fatto la scorsa stagione proprio con la crescita in campo dei nostri giovani. Inizialmente sarà aggregato in prima squadra un gruppo ampio di atleti provenienti dal settore giovanile, poi faremo delle scelte”.”. Obiettivo primario della società che fonda la sua attività sulla crescita dei giovani  è quello di creare un gruppo forte di ragazzi dal proprio vivaio, farli crescere, in un campionato già difficile, per poter nel giro di qualche anno tornare a competere in quella che è, e resta, la serie più consona per una storica società come quella catanese: la serie A. Molte le partenze e tante integrazioni dal settore giovanile, ragazzi che dopo aver ben figurato in Serie B e Under 17 sono oramai pronti per fare quel salto di categoria che la società da sempre richiede. Da questo gruppo verrà fuori la prima squadra e quella satellite di B, che sarà anche in questa stagione allenata da Salvo Cacia. Giuseppe Dato continua : “Un gruppo allargato quindi, tra prima squadra e serie B: un modo per consentire a chi non rientra subito in prima squadra di crescere in un contesto vicino a noi. Molti ragazzi che hanno fatto lo scorso anno la serie B quest’anno saranno inseriti in prima squadra. Dove vogliamo arrivare? Prematuro parlarne con un gruppo totalmente rinnovato: è vero che ci saranno dei punti cardine e strada facendo capiremo cosa vogliamo fare.  Avremo meno esperienza e la dovremo acquisire in acqua. Nel giro di qualche anno col duro lavoro che ci ha sempre contraddistinto, potremmo arrivare molto avanti e consolidarci. Solo il campo ci dirà che squadra siamo: noi vogliamo formare un gruppo più forte in grado di competere in campionati di vertice. Quando si ha a che fare con ragazzi molto giovani può succedere di tutto.”


Notizie

 
 

Catania -  1° Memorial Francesco Scuderi. Un torneo di pallanuoto giovanile in memoria di colui che proprio della crescita dei giovani ha fatto uno dei suoi principali obiettivi di uomo di sport. La  piscina “Francesco Scuderi, domenica 28 dicembre, ospita il 1° “Memorial Francesco Scuderi”, organizzato dall’Item Nuoto Catania per ricordare il compianto presidente rossazzurro con l’evento sportivo ricco di giovanissimi pallanotisti under 15 di tre società siciliane: Item Nuoto Catania, Famila Muri Antichi e Circolo Canottieri Ortigia. Il Memorial prevede quest’anno la formula del quadrangolare, con la Nuoto Catania che schiera 2 formazioni “A” e “B”, in un girone all’italiana che ha luogo nell’arco della mattinata a partire dalle ore 10 e con semifinali e finali in programma nel pomeriggio. Il  presidente dell’Item Nuoto Catania Mario Torrisi afferma: “Vogliamo ricordare Francesco con un torneo destinato ai giovani, uno dei suoi grandi amori. L’obiettivo è di far crescere negli anni il Memorial come qualità e di farlo diventare un torneo internazionale che preveda la partecipazione di importanti squadre straniere”.


Catania -  Precipita e muore Francesco Scuderi, presidente Nuoto Catania . È  morto di mattina dopo essere precipitato dal tetto della piscina Zurria. Un volo di 15 metri, nella struttura cittadina   gestita dalla società etnea. Francesco Scuderi che gioca nel campionato maschile di A2 di pallanuoto stava controllando le infiltrazioni d'acqua dovute alla pioggia, in considerazione della gara  contro la Vis Nova Roma sabato prossimo a Catania. In programma il 17 dicembre anche la partita di World League femminile tra il Setterosa e l'Ungheria. I  soccorsi immediati ed il trasferimento in ospedale, sono stati inutili Scuderi è morto prima di mezzogiorno. La  notizia del decesso ha fatto il giro negli ambienti sportivi della Città e lasciato sconforto nel mondo della pallanuoto e non solo. Ex giocatore della Nuoto Catania, figura storica della pallanuoto catanese e non solo, Scuderi, vicepresidente della Federnuoto Sicilia, 48 anni, lascia la moglie Monica e due figli piccoli, Giorgia e Gabriele. Il magistrato che si occupa del caso, Alessandro Sorrentino, ha deciso di non disporre l'autopsia. I funerali si terranno mercoledì pomeriggio, alle 16, al Duomo di Catania. Cordoglio del sindaco di Catania Enzo Bianco: "Sono attonito, come tutta la città, per la tragica scomparsa di uno dei migliori dirigenti sportivi catanesi e che deve essere ricordato come merita. Francesco Scuderi era soprattutto un appassionato e il suo grande amore per lo sport, che aveva praticato ai massimi livelli, e per i giovani che vi si accostano, lo ha portato addirittura a mettere a rischio la propria vita. Ho avviato un'indagine interna per fare luce sull'accaduto e ho anche chiesto un monitoraggio accurato di tutte le strutture sportive per verificarne lo stato e la rispondenza alle normative tecniche".  Manlio Messina ha affermato: “Con Scuderi Catania perde un grande dirigente sportivo. La scomparsa di Francesco Scuderi, cui mi legava una sincera amicizia, rappresenta una grave perdita per lo sport catanese cui viene a mancare un dirigente appassionato e dalle grandi capacità, che ha dedicato la sua vita a portare in alto la pallanuoto etnea. Come presidente della Commissione comunale Sport della precedente consiliatura ho collaborato con lui per quell’eccezionale evento sportivo che ha visto la nazionale italiana di pallanuoto femminile in scena a Catania per la World League e, in quell’occasione, ho potuto apprezzare ancora una volta le straordinarie capacità organizzative e l’amore che Scuderi metteva nella sua attività”. L’on. Salvo Pogliese, vicepresidente dell’Assemblea regionale siciliana, commenta “Affranto apprendo la notizia della scomparsa di Francesco Scuderi, caro amico e grande uomo di sport, che prima da giocatore e poi da dirigente della Nuoto Catania ha per decenni tenuto alto il nome di Catania nel mondo della pallanuoto. Alle sue capacità e qualità, nonché caparbietà nell’affrontare le difficoltà, si deve l’ultimo grande evento sportivo ospitato da Catania, l’incontro tra la nazionale femminile di pallanuoto e le parigrado della Russia, che ha acceso i riflettori della stampa nazionale, sportiva e non, oltre che l'attenzione degli appassionati di sport, sulla nostra città. La passione e la competenza di Scuderi mancheranno tantissimo, non solo allo sport catanese, ma all’intera città“.


Carlentini - “Sono felice per i risultati agonistici conseguiti nel nuoto dagli atleti che si allenano nella Lifenergy di Carlentini”. A parlare in questi termini è il tecnico Alberto Addamo che segue tutti gli atleti  che si allenano quotidianamente presso la struttura Carlentinese.” Gli atleti  che si allenano quotidianamente presso la struttura Carlentinese – aggiunge  Alberto Addamo - sono tesserati e gareggiano con la società Catania Nuoto 2000,  che è ormai la quarta potenza sportiva in Sicilia a livello assoluto. Dei 653 punti ottenuti dalla società catanese, ben 240 appartengono, ai ragazzi di Carlentini perchè da loro conseguiti. Questo risultato proietta i giovani nuotatori della Lifenergy di Carlentini ai vertici provinciali, come il miglior settore agonistico della provincia di Siracusa. E’ un risultato che inorgoglisce atletici, genitori ed anche il tecnico”. Per il futuro o nuotatori carlentinesi  si stanno programmando per migliorare ancora tecnica e risultati in modo da esprimersi ai vertici anche a livello nazionale.

Alessio La Ferla è salito sul gradino più alto del podio ai campionati di nuoto esordienti A.Vero che si sono svolti, sabato  e domenica, a Caltanissetta. Il giovane nuotatore carlentinese si è allenato presso l'impianto Lifenergy seguito dal tecnico Alberto Addamo. Il nuotatore Alessio La Ferla ha vinto i 100 dorso, 200 dorso, 200 misti, i 100 stile libero. Il ragazzo è  stato anche paritempo col primo classificato nei 200 stile. Alessio La Ferla per il settimo anno consecutivo continua a primeggiare in quasi tutte le specialità. “Sono molto soddisfatto - commenta il tecnico Alberto Addamo - soprattutto per il ragazzo che ci tiene molto a fare bella figura. Adesso aspettiamo la convocazione per i campionati italiani esordienti A che si disputeranno in trentino, con la speranza di fare una bella figura”.