L'INFORMATORE DI SICILIA - GIORNALE D'INFORMAZIONE INDIPENDENTE - FONDATO E DIRETTO DA  IGNAZIO LA PERA - PER CONTATTARE LA  REDAZIONE SCRIVETE  A : info@informatoredisicilia.it  - SULL'INFORMATORE UNA PAGINA E' DEDICATA ALLE  NOTIZIE DI ULTIMORA

NOTIZIE

ULTIM'ORA

NOTIZIE DA

  REGIONE
 CATANIA

 PALERMO

 CALTANISSETTA
  MESSINA
 RAGUSA
 SIRACUSA
ACIREALE
 LENTINI
 CARLENTINI
 FRANCOFONTE
TAORMINA-G.NAXOS

RUBRICHE

  in politica
 ANNUNCI
 CONCORSI
 INTERNET
 ZODIACO
 MUSICA   new
 

 

Inviate all’INFORMATORE

i vostri messaggi:

 
 
 
 
 

NOTIZIE ULTIMORA 24 ORE SU 24


 ARTE

Angela Palmieri Beltrami

Angela Palmieri Beltrami è pittrice nata a Lentini(SR), vive ed opera a Catania. Ha partecipato a rassegne e concorsi, ottenendo recensioni su giornali, riviste e cataloghi d’arte, conseguendo premi, riconoscimenti e consensi di critica e di pubblico.  Fra i premi di rilievo : 1° premio al concorso “Upla palazzo di città Acireale”;  1° premio al concorso “Creatività e confronto”  organizzato dall’associazione culturale “Athena”;  Premio Biennale di Venezia 1997; Premio concorso nazionale “medaglia Cristoforo Marzaroli” Salsomaggiore Terme 2001.Tra gli esperti ed i critici d’arte di lei scrivono  : “….Sono raffigurazioni ideologiche in elegia di vita. Le elaborazioni di questa pittrice che pare munita di pennelli animati,  muoventesi  in sincronia  con i suoi pensieri…portata all’analisi caratteriale, Angela Palmieri Beltrami fa trasparire dai tratti somatici dei soggetti raffiguranti quanto esiste “oltre la maschera…”(Peppino Candrilli).

Le donne e gli uomini raffigurati da Angela Palmieri Beltrami, recano in sé l’angoscia e le preoccupazioni del mondo  odierno…..” (dal catalogo d’arte L’elite).  “….Angela Palmieri Beltrami sente e vive la bellezza di ogni cosa e di ogni essere; è per questa ragione che ogni soggetto – oggetto rappresentato diventa, tramite il suo pennello, i suoi pastelli, i suoi carboncini una creazione sempre nuova, scaturita da arte, realtà e fantasia genuina espressione di realtà veramente esistenti, ma anche qualcosa di nuovo, di irreale, di sognato……”(Margot). “…. I suoi quadri sono arricchiti da  una personale visione scenografica ove la natura morta s’intreccia con la figura,  il tutto nell’armonia delle proporzioni e del colore” (commissione giudicatrice Premio Biennale Venezia).

 

 

 

 
 
 

SPAZIO

 PER INFORMAZIONI

CONTATTA: