L'INFORMATORE DI SICILIA - GIORNALE D'INFORMAZIONE INDIPENDENTE - FONDATO E DIRETTO DA IGNAZIO LA PERA - PER CONTATTARE LA  REDAZIONE SCRIVETE  A : ilapera@infinito.it - SULL'INFORMATORE UNA PAGINA E' DEDICATA ALLE NOTIZIE DI ULTIM'ORA

NOTIZIE

ULTIMORA

NOTIZIE DA

©  REGIONE
©  CATANIA

©  PALERMO

©  MESSINA

©  SIRACUSA
©  ACIREALE
©  LENTINI

- Storia

 - Museo

- Farmacie

- Numeri utili

©  CARLENTINI
©  FRANCOFONTE

RUBRICHE

Ain politica
©  SPORT

©  ANNUNCI
©  EVENTI
©  CONCORSI
©  SEGNALAZIONI
©  INTERNET
©  VOLONTARIATO
©  ZODIACO
©  RICETTE
 
 
 
 
 

Inviate all’INFORMATORE

i vostri messaggi: ilapera@infinito.it

 
 
 
 
 

NOTIZIE ULTIM'ORA 24 ORE SU 24


                                      

LENTINI

"CASTRUM FEST" L'INVENZIONE DI CIRINO GULA


di  CIRINO GULA...... "ricordo"   

Il Castrum Fest, festa del castello, nasce da una scommessa fatta nel 1997 con la storia, quella con la "esse" minuscola, quale può essere la storia di una piccola città come Lentini, che, pur avendo un grande passato alle spalle, non si sa se può avere un grande futuro. L'idea di fondo era questa: abbiamo i resti di un castello medievale, abbiamo una zona archeologica, abbiamo un grande patrimonio di grotte affrescate, possiamo collegare a tutto ciò un discorso di tipo turistico? La risposta fu positiva e si diede vita ad una manifestazione che in pochi anni ha assunto caratteri di grande festa medievale e popolare, di sicuro richiamo turistico. Altri centri vicini e meno vicini organizzano manifestazioni di questo tipo. Bisognava trovare l'elemento che distinguesse la nostra da tutte le altre feste consimili e fu trovato nella scelta di valorizzare un medioevo povero, quale dovette essere il medioevo siciliano, e non solo, tralasciando il medioevo ricco, che, se dal punto di vista scenografico poteva affascinare, dall'altro sembrava falso, esteriore e barocco. Naturalmente, il tutto andava legato ad una zona che si prestasse ad accogliere il Castrum Fest. Quindi il quartiere Roggio, che mantiene tutte le caratteristiche di un quartiere medievale, in particolare per il sistema viario che ha conservato le stesse direttrici di fondo e che, con le sue case disabitate, si prestava ad accogliere gli artigiani locali che dovevano riportare il quartiere allo stato in cui doveva essere nel Medioevo. Naturalmente, non si poteva pretendere di riavere il medioevo tout court. E' stata fatta la scelta di privilegiare gli artigiani e gli artisti che, per il tipo di manufatti, garantivano un rapporto con gli oggetti di tipo medievale, cioè diretto e non mediato, sia nella realizzazione che nella vendita. Quindi artisti che facessero spettacoli medievali e non pantomima del medioevo. Una scelta coraggiosa, per certi versi, costosa, ma, alla fine, saggia. Naturalmente, tutto questo non è andato a scapito del respiro culturale che il Castrum fest voleva avere ed ha avuto. La scelta di realizzare mostre relative alla civiltà contadina, ai tesori d'arte della nostra città, alla carte geografiche medievali, ai decori medievali, ha questo significato: da un lato, mostrare quanto di bello la città di Lentini possiede in termini di patrimonio d'arte (il più ricco repertorio di arte rupestre del mezzogiorno), dall'altro recuperare quanto di antico ancora si conserva in città e che per molti versi è medievale. L'elemento unificante di tutto questo discorso fu trovato all'inizio nella esistenza dei ruderi del castello del grande Federico Il, che fu al centro del medioevo lentinese. Attorno al castello, per la sua conquista, si svolse una epica battaglia tra angioini e seguaci del re, tra Ferracani e Fetenti, come allora si chiamavano i due schieramenti in lotta acerrima tra loro. E' questa battaglia, con i suoi innumerevoli morti, che si è voluto ricordare con la partita di scacchi viventi. Gli scacchi con i figuranti (re, regine, alfieri, cavalli, pedoni e torri) ben si prestano a fare rivivere un evento bellico che attorno alle torri del castello si svolse, coinvolgendo eserciti e cose. Manca il coinvolgimento diretto di tutta la città. E' mia intenzione allargare il discorso, coinvolgendo i quartieri in una gara tra rioni, almeno quelli più antichi, quelli cosiddetti storici (Badia, Quartarari, Santa Mara vecchia, Corderia, San Paolo), quei quartieri che per le loro caratteristiche presentano elementi di omogeneità, non solo fisica, ma anche demologica. Il Palio della Madonna del Castello, corso a partire da quest'anno, con un mezzo povero, come le carruzzedde, ha avuto questo significato. Questo è stato in questi tre anni il Castrum Fest, che speriamo di incrementare, di allargare sia in termini spaziali che in termini organizzativi, legando ad esso altre iniziative di sicuro interesse. Vogliamo, è questo il nostro intento, sempre più pubblicizzare questa iniziativa che per molti, ed è il segno che la manifestazione è riuscita, è un appuntamento. La città di Lentini, e non solo, se consideriamo il grande numero di turisti locali (Catania, Siracusa, Carlentini, Francofonte, Augusta, Avola, Rosolini, Scordia, ecc.) e non (penso agli americani di Sigonella), aspetta con ansia l'evento autunnale, chiede di allungare i tempi della festa. E' quello che avviene tra due innamorati, vogliono vedersi e per molto tempo restare insieme. Noi speriamo che duri per sempre.

 L'ultimo  Castrum Fest nel 2005  dal 26 settembre al 2 ottobbre 2005 

Lunedì 26 Settembre dalle Ore 16,30 tamburino, araldo e giocolieri in spettacolo itinerante nel quartiere "Sopra Fiera" Ore 20,00 Villa Marconi: "Eros"(parte prima); spettacolo di musica e poesia a cura dell'assoc. "Xuthia" Martedì 27 Settembre dalle ore 16,30 tamburino, araldo e giocolieri in spettacolo itinerante nel quartiere "Ex Carcere e Badia" Ore 17,30 Torneo di scacchi in Piazza Duomo ore 20,00 Via Arimondi: "Eros"(parte seconda); spettacolo di musica e poesia a cura dell'assoc. "Xuthia" Mercoledì 28 Settembredalle ore 16,30 tamburino, araldo e giocolieri in spettacolo itinerante nel quartiere "Bottigliere" ore 17,30 Palio "Madonna del Castello" (gara di carruzzeddi) in Via A. Testa, Piazza Duomo e via Conte Alaimo Ore 20,00 Piazza Aldo Moro: "Thanatos"(parte prima); spettacolo di musica e poesia a cura dell'assoc. "Xuthia" Giovedì 29 Settembre dalle ore 16,30 tamburino, araldo e giocolieri in spettacolo itinerante nel quartiere "167 e Porrazzeto" Ore 17,30 Piazza Duomo: 1° trofeo podistico "Castrum Fest" Ore 20,00 Piazza della Repubblica: "Tanathos"(parte seconda); Spettacolo di musica e poesia a cura dell'assoc. "Xuthia" Venerdì 30 Settembre dalle ore 16,30 tamburino, araldo e giocolieri in spettacolo itinerante nel quartiere "Centro" ore 19,00 AULA DEL CONSIGLIO COMUNALE: Conferenza "Le ricerche archeologiche nel Complesso Castellaccio - Tirone: Obiettivi e prospettive" - introduzione dott. M. Caffi Relatore dott. Loreuzo Guzzardi (Dirigente del Servizio Museo Archeologico di Lentini ed Aree Archeologiche di Leontinoi e Megara Ore 20,00 Piazza Beneventano: "Sophia"; Spettacolo di musica e poesia a cura dell'assoc. "Xuthia Sabato 1 Ottobre Ore 10,30 PIAZZALE DELL'EX ISTITUTO MAGISTRALE: La vita militare nel medioevo - Ass. Cult. Historia di Bari Ore 11,00 PIAZZA DUOMO: Finale del Torneo di scacchi Ore 16,30 CASTELLACCIO: Saluto di benvenuto a Federico II Ore 17,30 VIA FLAVIO GIOIA (ex Istituto Magistrale): -apertura mostre sul medioevo: "La rappresentazione cartografica. La misura del tempo. La morte, il demonio e le creature fantastiche I giocattoli." apertura giochi medievali, apertura botteghe, taberne e osterie medievali apertura accampamento militare Ore 18,00 PIAZZALE DELL'EX ISTITUTO MAGISTRALE: Esibizione di tiro con l'arco e combattimenti Ore 19,00 VIA BRICINNA (S. GIULIANO): Eros, Thanatos, Sophia (parte prima), spettacolo di musica e poesia a cura dell'ass. "Xuthia" Ore 21,00 VIA BRICINNA (S. GIULIANO): La "Compagnia Esperide" in Fuga diAlatièl Ore 21,30 PIAZZA S. GIOVANNI: Concerto del coro "Arsis", Ore 23,00 PIAZZA UMBERTO I: "Le notti di Jacopo" Una notte di musica, balli, poesia con la partecipazione di: Ad Dei Laudem (canto corale) Arsis (canto corale) Batarnù (teatro, giocoleria, mangiafuoco) Kalenda (musica medievale) King Combo (percussioni e musica etnica) Orientis Partibus di Assisi (musica medievale) Secoli Bui (musica medievale) Xuthia (poesie, sonetti, musica). Domenica 2 Ottobre Ore 9,00 VIABRICINNA: apertura botteghe, taberne, osterie, giochi medievali,accampamento militare. degustazione di ricotta Ore 10,00 PIAZZA UMBERTO I: arrivo de "I cavalieri del duemila" Ore 10,30 VIA BRICINNA: partenza visite guidate per il Castellaccio e per il Crocifisso. PIAZZA UMBERTO I: partenza visita guidata per la Basilica del Murgo (con servizio bus navetta) Ore 17,00 PIAZZA G. DA PROCIDA: Partenza del corteo storico con: Gruppo Sbandieratori "Città di Firenze" Gruppo storico "Historia" da Bari Federico II e Consorte dal "Corteo storico di Torremaggiore", La Corte di Federico II ed i Signori di Lentini, Gli Arabi di Sicilia Musici e coro di corte Cavalieri Crociati, Frati, flagellanti, Artisti di strada, Popolo (Percorso: P.zza Da Precida, Via Solferino, P.zza Beneventano, Via Garibaldi, P.zza Umberto I) Ore 18,00 PIAZZA UMBERTO I: esibizione del Gruppo sbandieratori "Città di Firenze" e del gruppo di rievocazione storico-militare "Historia" da Bari. Ore 19,00 PIAZZA UMBERTO I: partita di scacchi viventi. Ore 20,00 VIA BRICINNA (S. GIULIANO): la "Compagnia d'Encelado Superbo " in de ' cunti e cantàri Ore 21,00 PIAZZA S. GIOVANNI: Concerto del coro "Ad Dei Laudem" Ore 21,30 VIA BRICINNA (S. GIULIANO): Eros, Thanatos, Sophia (parte seconda), spettacolo di musica e poesia a cura dell'ass. "Xuthia" Ore 23,00 Dal CASTELLACCIO verso PIAZZA UMBERTO I: Processione di frati e flagellanti. Fuochi e fuochi d'artificio.


 

 

 

 

SPAZIO

 PER  INFORMAZIONI

ilapera@infinito.it

 info@informatoredisicilia.it

ilapera@informatoredisicilia.it 

 
 

 Elena Pisano direttore Artistico del Castrum Fest ha raccolto l’eredità storica della manifestazione

 

Il prof. Cirino Gula a memoria resta il  propulsore del “Castrum”