L'INFORMATORE DI SICILIA - GIORNALE D'INFORMAZIONE INDIPENDENTE - FONDATO E DIRETTO DA IGNAZIO LA PERA - PER CONTATTARE LA  REDAZIONE SCRIVETE  A : ilapera@infinito.it - SULL'INFORMATORE UNA PAGINA E' DEDICATA ALLE NOTIZIE DI ULTIMORA

NOTIZIE

ULTIMORA

NOTIZIE DA

©  REGIONE
©  CATANIA

 - Farmacie

 - Numeri utili

©  PALERMO

©   MESSINA
©  SIRACUSA
©  ACIREALE
©  LENTINI
©  CARLENTINI
©  FRANCOFONTE
©  FLORIDIA

RUBRICHE

Ain politica
©  SPORT
©  ANNUNCI
©  EVENTI
©  CONCORSI
©  SEGNALAZIONI
©  INTERNET
©  VOLONTARIATO
©  ZODIACO
©  RICETTE

AcirealeSindaco Garozzo apre Villa Belvedere. Il primo cittadino venerdì  11 aprile alle 18.30 aprirà i cancelli. La struttura sarà riaperta, dopo la chiusura del settembre 2012 per lavori di ristrutturazione.  Sarà consentito visitare pure gli altri tre cantieri i cui lavori sono già ultimati: si aspettano solo gli arredi già commissionati. Alla cerimonia prendono parte il sindaco Nino Garozzo, la Giunta municipale, il Consiglio comunale, le altre autorità cittadine.

Acireale - “Le forze dell'ordine salgono in cattedra" è il tema del progetto "Percorsi di legalità 2012"  che coinvolge gli studenti. Si tratta di una serie di incontri tra le forze dell’ordine e gli studenti che hanno l’obiettivo di coinvolgerli nel progetto partecipato di promozione delle azioni di legalità, sia nelle scuole che  nella società tutta. Il programma “Le forze dell’ordine salgono in cattedra” voluto dall’amministrazione Garozzo su iniziativa degli assessorati alla Pubblica Istruzione ed alle Politiche Giovanili, retti da Nives Leonardi , oltre che della principale partecipazione delle forze dell’ordine presenti nel territorio di Acireale, si avvale dell’ausilio del “Centro Servizi Volontariato Etneo”, dell’associazione “Andromeda” e dell’apporto dei referenti alla legalità dei diversi istituti scolastici.  L’assessore Nives Leonardi afferma : “Anche quest’anno come Amministrazione Garozzo proponiamo agli alunni una serie di incontri con i rappresentanti delle forze dell’ordine, che ringraziamo, con l’obiettivo di fortificare nei nostri giovani i principi di legalità da esportare in ogni ambito in cui i ragazzi quotidianamente sono impegnati. Assieme al sindaco abbiamo notato come in questi anni gli incontri siano stati apprezzati dalle scuole, dalle forze dell’ordine, dai ragazzi: significa che il percorso, sebbene semplice, abbia centrato l’obiettivo”.

Acireale – “Giornata Nazionale Airs per Lotta a Sordità”, organizzata dall’Associazione Italiana per la Ricerca sulla Sordità. l’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Acireale diretta dal prof.

Ignazio La Mantia

 

(clicca ed ascolta l'intervista) ha aderito alla tradizionale giornata di esami audiometrici gratuiti.  La Giornata del 29 novembre 2011 è inserita all’interno della “Settimana Nazionale Airs per la Lotta alla Sordità” che vuole costituire l’occasione per sviluppare una capillare campagna di sensibilizzazione a favore della prevenzione. “L’iniziativa nasce da un’accurata analisi dei dati della Giornata 2010 – sottolinea il prof. Ignazio La Mantia - dai quali  si evince che solo il 15,4% del campione delle persone che si sono sottoposte all’esame gratuito dell’udito ritiene di avere una buona conoscenza del problema sordità, mentre il 50,6% pensa di avere una preparazione sufficiente e ben il 34% inadeguata. Sono dati che fanno riflettere e che ci motivano a un’azione sempre più articolata sul territorio. Circa otto milioni di persone in Italia soffrono di disturbi uditivi - continua La Mantia - più di mezzo milione le persone adulte con sordità grave invalidante e conseguente handicap di rilevanza sociale, oltre mille i bambini che nascono ogni anno con sordità congenita tale da ostacolare lo sviluppo e l’uso del linguaggio, l’integrazione nella scuola e nella società. Queste le cifre allarmanti fornite dall’Airs che, per aumentare il livello di conoscenza delle opportunità di prevenzione e sensibilizzare l’opinione pubblica, ha coinvolto 250 ospedali distribuiti su tutto il territorio nazionale organizzando, anche quest’anno, la “Giornata Nazionale per la Lotta alla Sordità”». Tra questi l’ospedale S. Marta e S. Venera di Acireale che il 29 novembre metterà a disposizione dell’utenza le strutture della Unità Operativa di Otorinolaringoiatria con il suo Ambulatorio di Audiologia e Foniatria: dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18,00 sono stati effettuati gratuitamente esami audiometrici allo scopo di individuare eventuali deficit uditivi (per info e/o prenotazione telefonare ai numeri 095 7677037 – 095 7677119). “La sordità e i disturbi uditivi ad essa legati – spiega il Commissario Straordinario Asp Catania Gaetano Sirna - costituiscono un importante problema medico e soprattutto sociale, ancora oggi sottovalutato, nonostante ne sia interessato oltre il 10% della popolazione. Colpisce gravemente l’età infantile ove può provocare severe alterazioni nello sviluppo del linguaggio e conseguenti problematiche nella comunicazione e nell’assetto psicologico oltre a gravi situazioni di disagio nelle famiglie”. Per tale motivo l’U.O. di Otorinolaringoiatria di Acireale, ha da tempo avviato un progetto pilota che mira ad effettuare uno screening audiologico neonatale su tutti i bambini nati nel presidio acese. Dal 2009, inoltre, lo staff dell’ospedale e del distretto di Acireale, con la sponsorizzazione del Rotary Club di Acicastello, ha avviato uno screening audio-fonologico sui bambini di 4 anni che frequentano le scuole materne del territorio acese.“La ricerca audiologica è un cantiere aperto - commenta Francesca Nicolosi, audiologa del presidio - e negli ultimi anni si sono registrati incoraggianti progressi sia in laboratorio che nell’uomo, come nel campo dell’individuazione di molte sordità genetiche, della diagnosi precoce della sordità infantile già a pochi mesi di vita, del trattamento delle forme più gravi di sordità neurosensoriale mediante l’applicazione chirurgica degli impianti cocleari, degli studi sul possibile impiego riparativo delle cellule staminali, dell’individuazione delle sordità su base autoimmune, dello studio e trattamento degli acufeni, dell’impiego di nuovi farmaci protettivi per l’udito, della realizzazione di moderni apparecchi acustici mediante tecnologie digitali sempre più avanzate”.

SOS donna

 

 

 

©METER Don Di Noto:

 

NOTIZIE ULTIMORA 24 ORE SU 24

 ACIREALE


Fascia Tricolore a sindaco Barbagallo


Sindaco Roberto Barbagallo

 

AcirealeFascia Tricolore a sindaco Barbagallo. Il neo primo cittadino Roberto Barbagallo, eletto alle Amministrative ad Acireale, mercoledì 11 giugno alle ore 18 a Palazzo del Turismo, riceve dall’uscente Nino Garozzo la fascia tricolore. Il nuovo sindaco Roberto Barbagallo ha ottenuto  15.573 voti (63,53 %). Il contendente Michele Di Re  ha ricevuto 8939 voti (36,47). Le schede nulle sono state 942 e 97 bianche. Roberto Barbagallo alle consultazioni del 25 maggio, aveva conquistato il 33% dei voti. Il neo sindaco è nato ad Acireale il 17 ottobre 1975. Si è laureato in Ingegneria civile all’Università degli Studi di Catania con specializzazione in idraulica. Il neo sindaco nel 2009, è stato il primo degli eletti al consiglio comunale di Acireale. Barbagallo alle elezioni del 25 maggio 2014, si era presentato come candidato sindaco per il movimento civico "CambiAmo Acireale". Ed era sostenuto anche dalle liste "Democratici per Acireale", "Popolari per Acireale" e "Acireale Futura".

Acireale - Trovato impiccato Camillo Baldi 30enne consigliere comunale (gruppo misto) nelle campagne di Trecastagni. Il giovane esponente politico aveva già manifestato l'intenzione di ricandidarsi. gli investigatori indagano sulle motivazioni e  la morte. Camillo Baldi si era  diplomato presso l’ I.I.S. “ F. Brunelleschi” di Acireale sezione Geometra classe sperimentale “Progetto 5 “ con votazione 98/100. Si era iscritto presso l’ Università di Enna, è laureando presso la Facoltà di Giurisprudenza corso di Laurea in Scienze Politiche Internazionali. Vincitore, inoltre, di diversi concorsi letterari è un amante della musica italiana e della poesia. Camillo Baldi nel 2004 ha ricoperto la carica di Coordinatore cittadino dei Giovani Udc di Acireale, nel 2012 diviene responsabile regionale "dipartimento Organizzazione" Giovani Udc Sicilia e delegato Assemblea Nazionale Giovani Udc, nello stesso anno viene eletto Presidente della I^ Commissione Consiliare Permanente "Affari Generali e Personale", nel 2013 è entrato nel Gruppo Misto (dimettendosi contestualmente da tutte  le cariche di partito) ed ha  sostenuto alle Primarie per la Segreteria Nazionale del Pd Matteo Renzi. In conformità con la propria storia e  sensibilità politica di cattolico democratico e moderato aderisce ad AreaDem (l'Associazione interna del Pd vicina al Ministro On.le Dario Franceschini) ed al Pd.

AcirealeGarozzo “contro” Città metropolitana. Il Consiglio comunale ha approvato ieri all’unanimità la proposta dell’Amministrazione comunale con cui viene sancita la fuoruscita di Acireale dalla Città metropolitana di Catania. Il  sindaco Nino Garozzo, aveva esposto in Consiglio le motivazioni della scelta adottata dalla Giunta. Il primo cittadino dice: “Acireale ha dato una risposta chiara in termini di compattezza contro una legge truffa che aveva la pretesa di includerci in maniera innaturale all’interno della Città metropolitana di Catania. Non è una decisione contro qualcuno, ma per la città e per il territorio, né potevamo adeguarci ad una legge che chiedeva di restare, o uscire dalla area metropolitana, prima ancora di conoscere cosa sarà in futuro la Città metropolitana e quali saranno i rapporti istituzionali interni alle città che ne faranno parte. Infatti, la Legge che assegnerà le deleghe e stabilirà gli assetti istituzionali, sarà posteriore alla scadenza fissata per uscire dall’Area metropolitana. Acireale ha detto chiaramente che rimarrà fuori dalla Città metropolitana e adesso chiama le città consorelle ad analoghe decisioni al fine di costruire un futuro comune che salvi le identità e promuova i territori, non con rapporti di forza ma attraverso il confronto paritario tra comunità che ne esalti lo sviluppo”.

Acireale - Villa Pennisi: Festival 2013 musica e architettura eco-sostenibili dal 1 al 12 agosto ad Acireale. Michele Campanella ed i solisti dell’Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia in Sicilia dal 1 al 12 agosto accompagnano giovani musicisti e non solo in un progetto culturale ad impatto zero. SAVE THE CHILDREN CONCERT, del 10 agosto all'insegna della solidarietà evento a sottoscrizioni per finanziare il progetto  “Every One”.  Un vero e proprio cantiere musicale a tutto tondo all'insegna dell'eco-sostenibilità. l'appuntamento annuale è nella Villa Pennisi in Musica. la splendida villa di Acireale dal 1 al 12 agosto diventa punto di riferimento per la vita culturale siciliana e realtà di assoluta eccellenza internazionale. I  Corsi di Alto perfezionamento e il Workshop di Architettura “W-Sound”, oltre al Festival di musica al centro di tutte le attività grazie al quale tutti gli studenti avranno modo di confrontarsi con illustri esponenti del settore della musica classica.  Didattica e performance: Villa Pennisi in Musica è una Summer School nella quale sono affrontati tutti gli aspetti relativi alla formazione di professionisti della musica dal vivo. Gli  artisti daranno vita all'evento dalla creazione e costruzione del palcoscenico, all’illuminazione, alla migliore propagazione possibile del suono prodotto sulla scena fin  dalla preparazione. Tutti  i materiali utilizzati sono a basso contenuto di energia grigia (sostenibilità ambientale) ed a basso costo (sostenibilità sociale), con attenzione a tutto il ciclo produttivo: costruire e pensare sostenibile. La  struttura che funge da palcoscenico (ReS – Resonance String Shell),  è stata realizzata durante l’edizione 2012 di Villa Pennisi in Musica, ed è oggetto di un progetto di ricerca promosso dall’Associazione MAR con la partecipazione di CMMKM Architettura&Design, Buro Happold International Engineering Consutants, Università Federico II Napoli. Villa Pennisi Musica è nata nel 2009 per volere dell’Associazione M.A.R. Musica – Arte – Ricerca.  Si tratta di una piattaforma moderna di produzione di idee, partner innovativo per chi richiede alla cultura di divenire spettacolo senza perdere la profondità ed i contenuti che la rendono arte. Prendendo spunto dall’opera di Francesco Pennisi (1934-2000), compositore, scrittore, grafico e pittore, fondatore di Nuova Consonanza, nato ad Acireale e cresciuto tra le mura dell'omonima villa. L’Associazione MAR negli ultimi cinque anni ha  dato vita a concerti e spettacoli arricchendo l’offerta culturale e turistica di Acireale allo scopo di sviluppare un sistema di produzione integrato e autosufficiente. Corsi, concerti, workshop, seminari, installazioni, tutto ciò che contribuisce ad emozionare ed avvicinare il pubblico alle discipline artistiche trova in MAR un luogo ideale di realizzazione. MAR dal 2006, anno di nascita ad oggi, ha organizzato più di 100 eventi coinvolgendo artisti provenienti da tutta Europa. Tutti  gli eventi anche per questa edizione, sono organizzati all'interno della splendida Villa Pennisi, costruita alla fine dell’Ottocento dall’architetto Mariano Falcini e suggestiva meta di personaggi illustri quali, tra gli altri, i Reali d’Italia e Richard Wagner. I docenti protagonisti dell'edizione 2013 sono: il pianista Michele Campanella, il pianista e compositore Eduardo Hubert, il Sestetto Stradivari, i solisti dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia: David Romano (Violino), Francesco Di Rosa (Oboe), Raffaele Mallozzi (Viola), Antonio Sciancalepore (Contrabbasso), Francesco Bossone (Fagotto),  Diego Romano, Concertino dei  violoncelli di Santa Cecilia e Giovanni Roselli Flauto solista al Teatro Bellini Catania. Serafino Di Rosario – Senior Acoustic Consultant di Buro Happold London, Sergio Pone dell’Università Federico II di Napoli e Filippo Cannata, lighting designer partecipano in qualità di docenti per il workshop di Architettura WSOUND. Tutti gli eventi del Festival sono a ingresso gratuito, tranne il concerto del 10 agosto   a sottoscrizione libera a sostegno della campagna “Every One” di Save The Children Italia. Programma: 1 agosto 2013 - VPM2013 Opening,8 agosto 2013 - Res2.0 Concert Sestetto StradivariMusic by Arnold Schoenberg, 9  agosto  Music Masterclasses – Student,10 agosto 2013 -  VPM MARATONA – Studenti e Maestri dalle ore 18:00 a notte inoltrata SAVE THE CHILDREN CONCERT - Michele Campanella & Friends,11 agosto 2013 Student& Teachers concert , 12 agosto 2013 Final Party – Deconstructing ReS.

 

Acireale - Polizia locale sequestra 2 costruzioni abusive. l’Unità Operativa P.G. ed Accertamenti edilizi della Polizia Municipale di Acireale, sotto le direttive del Comandante Dott. Alfio Licciardello, nell’ambito delle consuete attività di controllo del territorio, nel corso dell’ultima settimana ha operato il sequestro preventivo di  2 immobili per diverse violazioni delle norme del T.U. che regola l’attività edificatoria. Le due operazioni hanno interessato le frazioni di San Cosmo e di Stazzo. i sigilli sono stati apposti a San Cosmo ad un vecchio immobile in fase di ristrutturazione all’interno del quale gli operatori di P.M. hanno accertato l’avvenuta realizzazione di strutture in cemento armato in difformità del permesso per costruire ed in assenza di autorizzazione da parte del Genio Civile. I vigili hanno accertato a Stazzo la realizzazione, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, di una nuova costruzione in cemento armato in totale assenza di permesso per costruire e dei necessari NN.OO., sia da parte del Genio Civile che della Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Catania.  Entrambe le costruzioni sono state sottoposte a sequestro giudiziario e i relativi proprietari sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria.

Acireale - Corso “Difesa personale” riservato a donne. L’iniziativa è promossa dall’associazione Black Belt School del maestro Geri Spina (Settimo Dan ju-jtsu), in collaborazione con l’Assessorato allo Sport diretto da Giuseppe Calì, ed organizzato ad inizio aprile, dall’istruttore e cintura nera di judo e ju-jtsu, Mario Finocchiaro. Un corso che, per la prima volta, sarà dedicato non solo alle tecniche di base ma anche ad un secondo livello di tecnica di difesa riservato alle donne che hanno preso parte ai corsi precedenti. Quindi, lezioni di primo livello per chi per la prima volta vorrà conoscere le tecniche di base e, invece, un corso superiore per chi ha già conseguito l’attestato di primo livello.  Assieme al maestro Geri Spina e all’istruttore Mario Finocchiaro, seguiranno le “atlete” anche altri istruttori e, tra questi, Rosario Parasole e Luigi Tringali.  I due corsi, che avranno durata di circa due mesi, saranno svolti gratuitamente. Le lezioni si terranno al Palavolcan due volte la settimana.  Per le iscrizioni, telefonare in orario di ufficio ai recapiti del Servizio promozione sportiva: 095895723, 095895336 oppure dell’istruttore 3386508005. Saranno ammesse al massimo 30 iscrizioni di primo livello.  L’assessore Giuseppe Calì, l’istruttore Mario Finocchiaro, il maestro Geri Spina, venerdì 22 marzo alle ore 11 nella sala Giunta, in presenza del sindaco Nino Garozzo, illustreranno gli obiettivi del corso.   

 

Acireale - Il sindaco e presidente della Fondazione Carnevale di Acireale,  Nino Garozzo,  ha presentato a Palazzo di Città (clicca ed ascolta l'intervista) il programma  del CARNEVALE DI ACIREALE 2012.    Carri in cartapesta, carri infiorati, costumi, maschere, musica, coriandoli, stelle filanti, scherzi e “lazzi”: anche quest’anno per il Carnevale di Acireale. La manifestazione di re burlone è stata presentata a Palazzo di Città. 10 carri allegorici in cartapesta, 7 carri infiorati ed un nutritissimo cartellone di eventi e spettacoli faranno confluire ad Acireale, nel corso dell’intero programma, circa un milione di visitatori. Il presidente del Consiglio Pietro Filetti ha detto: “Il Carnevale come volano per l’economia”; l’assessore al Turismo Nives Leonardi si è soffermata sul principio del “Carnevale di Acireale vetrina per tutta l’isola, oggi ancor più grazie alla partecipazione al distretto turistico”; Santo Sciuto direttore territoriale Est del Credito Siciliano: “Investiamo nel Carnevale, grande manifestazione Siciliana”; l’assessore provinciale Salvo Licciardello: “La Provincia, il suo Presidente al fianco della grande tradizione culturale, artigiana e turistica del Carnevale”; il deputato all’Ars Nicola D’Agostino, che ha portato i saluti del presidente Raffaele Lombardo e dell’assessore al Turismo Daniele Tranchida: “La Regione si è impegnata a garantire il consueto supporto e, quest’anno, a promuovere anche nelle grandi città e negli aeroporti il Carnevale di Acireale, che è espressione della Città e della nostra terra, senza dimenticare il ritorno economico. Una buona notizia il ritorno anche dei carri in fiore”. Il sindaco Nino Garozzo, che è anche presidente della Fondazione del Carnevale ha affermato : “Il Carnevale e il distretto turistico: non sono due cose scollegate, anzi: il Carnevale è una ricchezza che si moltiplica all’interno del Mare dell’Etna. Il Carnevale si fa, nonostante la crisi: siamo convinti che non è solo divertimento e gioia, ma rappresenta molto di più sul piano dell’economia, dell’indotto, del turismo. Togliamo il Carnevale, e avremo immediati effetti economici negativi. Questa è una delle poche manifestazioni che fa venire turisti, basta testare cosa accadrà in questo periodo negli alberghi. Quello di Acireale è già uno dei carnevali più importanti d’Italia per qualità, presenze e autorevolezza, come confermato anche dal giovane gemellaggio con il Carnevale Romano. Mercoledì saremo a Roma che ha scelto due carnevali con cui gemellarsi: Viareggio e Acireale. Quindi”. Il sindaco, malgrado i tempi, ha confermato l’impegno economico del Comune verso il Carnevale: circa 800 mila euro a testimonianza della posizione primaria che ha il Carnevale, nel contesto del Bilancio comunale. “Ci saranno i magnifici carri in cartapesta e torneranno i grandi carri infiorati, a testimonianza della unitarietà di questa grande famiglia”. Il sindaco si è soffermato pure sulla nuova sede della Fondazione, l’antica caserma dei vigili urbani che a breve sarà ristrutturata: “La Fondazione Carnevale, il Distretto Mare dell’Etna e, se la Regione lo vorrà, anche il Servizio turistico regionale, troveranno un'unica casa: il Palazzo del turismo, segno della volontà di questa grande città e del Distretto di puntare energicamente sul turismo” ha detto Garozzo. Ha chiuso la conferenza il direttore artistico Giulio Vasta, che ha illustrato il programma “ricco e variegato”, oltre al rinnovato sito internet. Presenti alla conferenza i componenti del Cda della Fondazione Carnevale di Acireale, la reginetta del Carnevale 2012 Erika Russo, sindaci e rappresentanti del Distretto Mare dell’Etna, le forze dell’ordine e le tante, tantissime anime del Carnevale di Acireale.   Il Carnevale di Acireale (4 -21 febbraio) è organizzato dalla Fondazione del Carnevale di Acireale. Enti cofinanziatori Città di Acireale, Regione Siciliana, Provincia di Catania, Credito Siciliano. Direzione Artistica: Giulio Vasta.

 

 

Acireale – Alberghieri: protesta su cavalcavia, sindaco media. I dipendenti dell'Excelsior Palace di Acireale, per protestare contro la chiusura dell'albergo regionale che ha chiuso i battenti lo scorso 12 dicembre, avevano occupato di mattina il cavalcavia che sovrasta la stazione ferroviaria della Città a poche decine di metri dall’albergo. I manifestanti hanno preso a calci le ringhiere di ferro per protesta e qualcuno di loro ha minacciato di gettarsi in strada per la disperazione. Sul posto si  erano recati: il sindaco Nino Garozzo ,  rappresentanti del sindacato Filcams  Cgil,  Salvo Leonardi segretario Filcams, Giovanni Pistorio Cgil conferderale, Luigi Safiotti per la Camera del Lavoro di Acireale.   Una richiesta è stata presentata alla Regione Siciliana, per un bando temporaneo ma immediato che consenta la riapertura dell’esercizio. Il consiglio comunale, discuterà e voterà un documento simile, il consigliere Giuseppe Cicala era presente al sit-in. Il sindaco ha interloquito in mattinata con la Prefettura di Catania alla stessa stregua della Filcams - Cgil perché fosse convocato un nuovo vertice. I manifestanti, poco prima di mezzogiorno, alla notizia della convocazione in Prefettura, hanno lasciato il cavalcavia.  Il sindaco Nino Garozzo incontrando sul cavalcavia i manifestanti ha commentato: “E’ una protesta che comprendiamo e che è il frutto delle mancate risposte della Regione. Abbiamo già da tempo attivato un tavolo per l’Excelsior, in quanto è albergo che non ha chiuso per problemi economici ma per morosità. Quindi, i lavoratori che prevedevano almeno una risposta su una proposta unitaria della Città, del sindaco del sindacato che prevede un bando temporaneo prima della futura gestione complessiva dei beni delle Terme, non hanno ricevuto risposte. Una materia che tutti riteniamo essere invece assai urgente. Contiamo di riattivare un tavolo in prefettura, quello che si è rotto alla Regione, lo faremo assieme al sindacato, il Consiglio comunale voterà un ulteriore ordine del giorno per dire che la Acireale è vigile e nessuno potrà pensare di spezzare il patrimonio per farne speculazione, se l’intento dovesse essere questo”.

 

AcirealeCircolazione Europea: “Mobilità delle idee e mobilità delle culture nell’Unione europea” è il tema  del convegno che si è tenuto il 7 ottobre presso l’aula conferenze della Sede di Acireale della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. La conferenza è stata organizzata dalla SSPA con il contributo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea nell’ambito del progetto della rete italiana dei Centri di Documentazione Europea. “La mobilità delle idee e il valore della persona, dell’essere umano, al centro della volontà di costruzione di un’Europa forte, recuperando questi valori al di là della difficile congiuntura economica e finanziaria nella quale ci troviamo” è questo in sintesi il principale pensiero espresso il giorno 7 ottobre u.s. durante la conferenza “Mobilità delle idee e mobilità delle culture nell’Unione europea” tenutasi presso l’aula convegni della Sede di Acireale della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, ospitata nella prestigiosa e storica struttura ottocentesca del Collegio Pennisi. La conferenza organizzata dai tre centri di documentazione europea della Scuola superiore della pubblica amministrazione, ha ricevuto il contributo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e della Regione siciliana, nell’ambito del progetto nazionale di rete dei CDE italiani. I vari interventi che si sono succeduti hanno messo in evidenza quanto sia importante costruire un’Europa migliore attraverso una maggiore diffusione della conoscenza delle opportunità offerte dall’Unione europea. Dopo il saluto del sindaco di Acireale Antonino Garozzo  e del deputato regionale Nicola D’Agostino che hanno anche sottolineato a più riprese l’esigenza fondamentale di potenziare il polo formativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri in Sicilia, e particolarmente ad Acireale, la Prof.ssa Carnazza, prorettore dell’Università degli Studi di Catania ha portato i saluti del Magnifico Rettore; l’avvocato Maria Luisa Agelao ha portato i saluti dell’assessore regionale Caterina Chinnici, assente per improrogabili impegni istituzionali. Il prof. Giovanni Tria, Presidente della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione ha aperto i lavori ed ha anche sottolineato la presenza di una forte crisi di una leadership europea e dell’importanza del ruolo della SSPA anche e soprattutto alla luce delle recenti riforme del pubblico impiego al fine di garantire una crescita del management pubblico. Successivamente ha preso la parola il prof. Ignazio Marino che ha focalizzato l’attenzione sulla personalizzazione dei rapporti tra amministrazione e cittadino affermando la rilevanza di questi rapporti e parlando anche della necessità della cooperazione amministrativa e del principio di sussidiarietà. Di grande concretezza l’intervento dell’on.le Nello Musumeci, sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha evidenziato come ancora l’Europa non ha raggiunto una matura coscienza di sé stessa, ovvero non è entrata appieno nel cuore di tutti i cittadini europei; il sottosegretario Musumeci ha inoltre significativamente messo in risalto la forte volontà di garantire un ruolo di primo piano alla Sede di Acireale della SSPA, in quanto struttura indispensabile per la crescita dell’apparato burocratico siciliano e non. Molto apprezzata la relazione del Cons. Scalia, magistrato della Corte dei Conti, che ha effettuato un excursus storico-filosofico di elevato spessore culturale, affermando la vitale importanza della conoscenza della storia europea presso le giovani generazioni. Successivamente la prof.ssa Parisi, ordinario di diritto internazionale dell’Università di Catania, ha effettuato un intervento con il quale ha evidenziato le reali opportunità e diritti attribuite al cittadino europeo che vanno dal programma europeo Erasmus, la libera circolazione delle persone, affermando quanto sia importante creare una consapevolezza nei cittadini circa il valore della cittadinanza europea, cioè conoscere i propri diritti e doveri ovvero costruire una comunità politica che rispettando la diversità degli Stati abbia un basamento comune. Il prof. Giuseppe Vecchio, Direttore del Dipartimento di Analisi dei Processi Politici Sociali ed Istituzionali  Università degli Studi di  Catania,  ha voluto evidenziare che la responsabilità delle università non può limitarsi ad una formazione di interscambio ma è necessario costruire una cultura comune, bisogna potenziare il sistema degli scambi per omogeneizzare le culture, ed in questo le università e gli enti di alta formazione hanno un ruolo ed una responsabilità fondamentale. Con l’ultima relazione il dott. Albertini del Dipartimento delle politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha sottolineato l’importanza di alcuni siti internet messi a disposizione dal Dipartimento. Il prof. Giovanni Tria ha tenuto le conclusioni ringraziando i relatori e sottolineando alcuni punti critici concernenti la cittadinanza europea che a volte pone problemi seri, problemi inerenti la democrazia come capacità di partecipazione, la posizione e le sensazioni del cittadino europeo di fronte alle trasformazioni che ci sono in Europa, come il cittadino percepisce le sue capabilities; abbiamo le dimostrazioni nei popoli arabi, negli Stati Uniti con difficoltà di reperire lavoro inneggiando alla primavera araba; adesso le idee passano attraverso i social network dove dialoga un mondo che non si sente rappresentato. La risposta europea è carente e talvolta sembra non consapevole di quello che sta accadendo proprio perchè molti giovani non si sentono rappresentati e bloccano spesso le politiche degli Stati. La partecipazione all’evento è stata numerosissima – ben oltre cento persone -  con un pubblico eterogeneo formato da autorità, classe dirigente proveniente da amministrazioni pubbliche e dal mondo privato, e vaie componenti della società civile. Tra il pubblico, presenti anche due classi dell’ultimo anno di due istituti di istruzione di secondo grado di Acireale, il “Regina Elena” ed il “Gulli e Pennisi”.

 

 

 

 

 

 


Notizie

 

Acireale – Aria elettorale. Presentazione delle liste 28 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 14.00; 29 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30; 30 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 12.00. L’Ufficio del  Segretario Generale in merito alle Elezioni Amministrative del 25 maggio 2014 – 08/09 Giugno 2014, comunica che l’apertura degli Uffici ai fini della presentazione delle liste e delle candidature com’è noto l’art. 17 del D.P. Reg. 20 agosto 1960, n. 3 al secondo capoverso del terzo comma stabilisce che: “La lista e gli allegati devono essere presentati alla segreteria del comune dal trentesimo al venticinquesimo giorno antecedente la data della votazione nelle normali ore di ufficio e, nell’ultimo giorno, anche se festivo, fino alle ore dodici”. Stante il disposto normativo,  il termine per la presentazione delle candidature a sindaco ed al consiglio comunale decorre dal venerdì 25 aprile e fino a mercoledì 30 aprile p.v.. Preso atto, tuttavia, del contenuto della Circolare della Prefettura n. 4 AMM la quale stabilisce, tra l’altro, che “…Poichè, le date 25 aprile (festa della Liberazione), 26 aprile (sabato) e 27 aprile (domenica) non coincidono con il venticinquesimo giorno antecedente la data fissata per le votazioni, quale ultimo giorno utile per la presentazione delle liste e delle candidature, gli uffici comunali dovranno rimanere chiusi…” Si avvisa che la presentazione delle liste avverrà come segue: giorno 28 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 14.00; giorno 29 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30; giorno 30 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 12.00. La presentazione avverrà nell’ufficio del Segretario generale sito in via Ruggero Settimo n. 5 Acireale (ex locali della Polizia Municipale). Acireale, 10.04.2014 Il Segretario Generale     Avv. Giovanni Spinella

 

Acireale Miss Italia, c’è Silvia Bella 20 anni acese. La ragazza siciliana è stata l’unica etnea a partecipare alle finali di Miss Italia 2012 in programma a Montecatini. La giovane modella, temporaneamente residente a Roma, indossa  la fascia che ha conquistato: il titolo di Miss Lazio.  Silvia Bella  è con il cuore acese e siciliano. Silvia Bella è studentessa di Psicologia, ha frequentato l’Itc Maiorana di Acireale. Tennista provetta, animalista visceralmente legata a Edy, un piccolo beagle, oltre che la propria terra ama i viaggi e le passerelle, in quanto vanta diverse esperienze da modella. Acireale per la finale di miss Italia ha votato lo 014, quello di Silvia Bella. 

Giusy Buscemi, 19enne di Mazara del Vallo,  vive a Menfi, alta 1,75, capelli biondi ed occhi verdi ha vinto il concorso di Miss Italia a Montecatini Terme. E’ stata incoronarla da Beppe Fiorello presidente della giuria di qualità. La  giovane siciliana ha detto: "Voglio fare l'attrice". Giusy Buscemi è la nona reginetta siciliana. Ha partecipato a Miss Italia perchè è stato il sogno di tutta la sua adolescenza. Giusy Buscemi ha un fratello di 17 anni, la ragazza nel tempo libero pratica danza.

Acireale - Carnevale 2013 in memoria di Giovanni Coco. L'edizione 2013 del Carnevale di Acireale sarà la prima senza il maestro Giovanni Coco che  ha concluso la sua vita prematuramente l’1 aprile dello scorso anno all'età di 50 anni.  Il  sindaco Nino Garozzo che è anche presidente della Fondazione Carnevale di Acireale afferma: “Lo ricorderemo in tanti modi, l'ultima opera realizzata e portata in circuito mentre una terribile malattia lo divorava, aprirà le sfilate  e alla sua memoria dedicheremo il Carnevale 2013. Ma vorremmo realizzare anche una mostra con video e foto che ne documentino la storia: Giovanni e il "suo" Carnevale: le sfilate, i suoi carri, il lavoro in cantiere, i primi passi da aiutante e da Maestro. Giovanni Coco ha vinto per ben 18 volte il concorso dei carri allegorici del Carnevale di Acireale, indiscusso maestro della cartapesta che, a nome del Carnevale di Acireale, ha sfilato con proprie opere al Carnevale Ambrosiano di Milano e, nel 2005, per la prima volta al Carnevale di Viareggio di cui è stato protagonista del gemellaggio. Chiederemo alla famiglia, ai collezionisti, alle tv, attingeremo agli archivi, però ci piacerebbe raccogliere anche foto e video inediti di amici e di conoscenti: vorremmo visionare e portare in esposizione tutto ciò che ci possa consentire di ricordare Giovanni durante la sua immensa e indimenticabile attività di maestro carrista. Giovanni Coco, oltre che mastro carrista, ha preso parte a numerosissime manifestazioni in qualità di scenografo. Si è dedicato anche all'attività politica, con l'elezione al Consiglio comunale della Città di Acireale.  Pertanto, chiunque possedesse del materiale interessante da sottoporre all'organizzazione del Carnevale, potrà farlo rivolgendosi alla Fondazione Carnevale di Acireale e all’Assessorato al Turismo della Città di Acireale, retto da Nives Leonardi (via Lancaster, Palazzo di Città). Al maestro Giovanni Coco, con gratitudine sarà dedicato il Carnevale 2013, che aprirà battenti sabato 26 gennaio”.

 

 

Il teatro Bellini  .  e non solo …

Acireale –  Il teatro Bellini, dopo oltre cinquant’anni dalla distruzione per un misterioso incendio, è rimasto sempre in attesa di concreti interventi. E come recitano i due proverbi: “Roma non è stata fatta tutta in una volta” e “chi va piano va sano e lontano” il teatro Bellini   a distanza di oltre cinquant’anni dalla sua distruzione è immutabile a se stesso, sempre identico….inutilizzabile, in attesa di concreti interventi. Si tratta di un’opera dell'ingegnere catanese Carmelo Sciuto Patti. La costruzione inaugurata nel 1870, è inutilizzabile dall’incendio che  nel 1952 l’ha distrutto. Da allora sono in corso lavori di ricostruzione. L’ultima “riparazione” si ricorda a memoria  agli inizi degli anni 90 quando allora la riparazione rientrava fra le opere aggiudicatarie nella gara di appalto della ditta Edilfer di Messina.  Successivamente, solo tante chiacchiere, puntuali certamente ad ogni competizione elettorale e così il teatro Bellini rimane in paziente attesa di interventi, di tempi improponibili almeno al momento. L’attenzione  è stata richiamata anche a livello nazionale nel lontano  14 agosto 1999, durante la trasmissione radiofonica “Sotto l’ombrellone”. In quell’occasione un cittadino acese intervenne in diretta evidenziando fra le incompiute :  il Bellini, il Palasport (finalmente recentemente completato e funzionale, importante struttura per diverse società acesi impegnate in discipline sportive che possano disporre di un adeguato impianto) e  la stazione ferroviaria distante dal centro cittadino. A quei tempi, almeno la stazione ferroviaria, era dotata di una biglietteria con personale. Successivamente le ferrovie hanno “tagliato” i rami ritenuti “secchi” e la biglietteria fu chiusa. Ma furono chiusi anche, per diverso tempo, pure i servizi igienici e lo sono tutt’ora nel pomeriggio della domenica quando il bar è fuori servizio. Effettivamente è una situazione piuttosto pesante.   Il teatro Bellini, rimane l’eterno incompiuto ed all’orizzonte  non si vedono novità. Il teatro Maugeri invece è un cantiere si vedono i lavori. la struttura è in via di completamento e  presto dovrebbe alzarsi il sipario. (Sindaco di Acireale   On. Avv. Nino Garozzo) In città molti si attendono di sapere   come verrà utilizzata l’importante struttura. Il teatro Maugeri è stato ridimensionato nella capienza:1000 posti disponibili dei circa 1600 della versione originale. Al teatro erano andati in scena importanti spettacoli con cantanti e attori di livello internazionale. Era stato un richiamo in Acireale del pubblico delle grandi occasioni provenienti da ogni dove. Alla luce delle recenti norme, certamente non sarà neanche facile adeguarlo però è anche vero qualche cosa bisogna fare al fine non far trascorrere altri cinquant’anni. Fra poco, per la campagna elettorale ad Acireale,  il teatro Bellini rientrerà fra i programmi degli spot per le elezioni con schieramenti che si prefiggeranno di ristrutturarlo. In città c’è   la speranza affinché le promesse  non rimangano lettera morta. I cittadini amanti della cultura e delle proprie origini desiderano che non trascorrano  altri cinquant’anni per rialzare il sipario del teatro Bellini. La storica struttura rappresentava e rappresenta un bene  e chi di dovere dovrebbe, seriamente, iniziare ad attenzionarla.            Giovanni Puglisi