NOTIZIE ULTIMORA 24 ORE SU 24

NOTIZIE

ULTIMORA

NOTIZIE DA

 - Farmacie

©  FLORIDIA

RUBRICHE

in POLITICA
 ANNUNCI
 CONCORSI
 INTERNET
 ZODIACO
 ARTE  
 MUSICA   new
 in LIBRERIA


Catania - Comandante Maristaeli visita Direzione Marittima. Il Direttore Marittimo della Sicilia orientale e comandante della Capitaneria di porto etnea, Contrammiraglio Domenico De Michele, ha ricevuto nei giorni scorsi la visita del Capitano di Vascello pilota Andrea Cottini, recentemente insediatosi al comando della Stazione Elicotteri Marina Militare di Catania. L'ufficiale, che è subentrato al Capitano di Vascello pilota Giuseppe Galli, si è trattenuto in un cordiale colloquio con l'Ammiraglio De Michele e con altri Ufficiali della Capitaneria di porto. Al  termine dell'incontro, oltre al benvenuto ed agli auguri di buon lavoro nella sede catanese, al Comandante Cottini è stato donato il "crest" della Direzione Marittima.


SIGONELLA Festa 4 luglio  in Stazione Aeronavale Americana con Red White & Boom. La tradizionale Festa dell’Indipendenza americana, ritorna dopo lo stop dovuto alla pandemia. La manifestazione è il primo luglio sabato pomeriggio in anticipo con la data della festa tradizionale del 4 luglio. La ricorrenza americana del 4 di luglio presso la Stazione Aeronavale americana di  Sigonella è denominata "Red White & Boom. Le celebrazioni si svolgono sabato  dale 16,00 alle 22,00 presso le strutture logistiche della NAS americana (NAS 1).  La festa  NON è aperta al pubblico ma solamente a chi viene sponsorizzato da una persona italiana o americana in possesso di un pass lavorativo della NAS Sigonella o del Comando Aeroporto Sigonella dell'Aeronautica italiana, che potrà fare entrare, sotto la sua responsabilità, solamente 5 PERSONE. La festa offre diverse attività ludiche e competitive : Cornhole Tournament il  gioco di lancio nel quale si utilizzano dei sacchetti riempiti di mais cercando di lanciarli dentro una buca posta in una piattaforma di legno ad una distanza variabile; Watermelon Eating Contest la gara dei mangiatori di angurie e tanto altro con varietà di specialità culinarie americane condite da musica live  e  fuochi d’artificio finali.


CATANIA Amm. Martinez cede comando Direzione Marittima Sicilia Orientale a C. amm Russo. La cerimonia del passaggio delle consegne della Direzione Marittima della Sicilia Orientale è il 4 Ottobre alle ore 10:00, presso la Capitaneria di porto di Catania. L'Ammiraglio Ispettore Gaetano MARTINEZ,  dopo due anni trascorsi nel capoluogo etneo, lascia il servizio attivo, passando in forza ausiliaria, dopo oltre 35 anni di carriera nel Corpo delle Capitaneria di porto – Guardia Costiera. Il  Contrammiraglio Giancarlo RUSSO 59 anni, catanese di nascita, assume il comando della Direzione Marittima della Sicilia orientale e Capo del Compartimento Marittimo e del porto di Catania, dopo la tradizionale formula del "riconoscimento". La  cerimonia è  presieduta dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni PETTORINO, alla presenza delle più alte cariche istituzionali della Città di Catania. Il  Contrammiraglio Giancarlo RUSSO, proveniente dalla Direzione Marittima della Calabria e della Basilicata Tirrena,  é entrato nel Corpo delle Capitanerie di porto nel 1986. L’alto ufficiale nel corso della carriera ha comandato gli uffici Marittimi di Pozzuoli, Augusta, Trapani e Reggio Calabria, ed ha ricoperto incarichi di rilievo presso il Reparto Sicurezza della Navigazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto.  Gli  uffici della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, in occasione della cerimonia militare di passaggio di consegne della Direzione Marittima di Catania,   il 4 Ottobre, non effettueranno il consueto orario di ricezione al pubblico, garantendo tuttavia i servizi di emergenza e soccorso in mare al numero blu 1530.


 

Catania Comandante Carabinieri Giuseppe La Gala

(clicca ed ascolta l'intervista) a Roma. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catania   il Colonnello Giuseppe La Gala, ha salutato, la stampa e la città nell’approssimarsi del trasferimento a Roma per la partecipazione alla 65^ sessione presso l’Istituto Alti Studi per la Difesa. L’alto ufficiale ha lavorato nella città etnea, al comando provinciale dei Carabinieri con dedizione e precisione esemplari ottenendo ottimi risultati nel contrasto alla criminalità organizzata e comune.. Il  Colonnello Giuseppe La Gala, che dovrà  conseguire  molto presto il grado di generale, ha incontrato i rappresentanti degli organi di informazione all’interno della sala stampa del Comando Provinciale Carabinieri, per il commiato anche se non è escluso che in futuro possa tornare a Catania per altri motivi che esulano dal servizio.  Il  Comando della Legione Carabinieri “Sicilia è affidato attualmente dal Generale Brigata Giuseppe Governale che ha in passato svolto le mansioni di Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catania. Un buon segnale di comando anche per l’alto ufficiale Giuseppe La Gala che ha lasciato un buon segnale nella città etnea. Il  Colonnello Alessandro Casarsa da Roma a Catania pronto per il comando.


Acicastello - Luogotenente Salvatore Raciti  neo titolare  'Ufficio Locale Marittimo di Acicastello. L’ufficiale subentra al Capo di 1^ Classe Fabrizio Tanzarella. Il passaggio di consegne è avvenuto alla presenza dell'ammiraglio Domenico De Michele, Comandante della Capitaneria di Porto di Catania. Raciti, 47 anni, in servizio nella Guardia Costiera dal 1984, è originario di Acicatena e proviene dalla Capitaneria di Porto etnea. Tanzarella, nella sede di Acicastello dal 2005, prenderà servizio all'Ufficio Circondariale Marittimo di Riposto.


Catania - Cannizzaro, attivato servizio vigilanza. Utenti ed operatori più sicuri in ospedale: ronde e controlli con guardie giurate anche di notte. La  maggiore sicurezza è sia per gli utenti che per il personale dell’ospedale Cannizzaro di Catania, soprattutto in aree e reparti più “critici”. Il  servizio di vigilanza, sorveglianza, guardiania, trasporto valori e custodia, è  stato infatti attivato in Azienda , era stato svolto in via temporanea per queste festività ed è a regime da inizio gennaio. La procedura per l’affidamento dell’appalto si è conclusa nei giorni scorsi con l’aggiudicazione alla società Nuova Invincibile. Il servizio consiste in una ronda motorizzata giornaliera, h24; nel ritiro valori dagli uffici tickets aziendali con consegna al tesoriere; nella dotazione ai singoli reparti ed uffici di sistemi di chiamata in urgenza della ronda. Le guardie giurate hanno il compito di supportare, su chiamata, il personale dell’Azienda ospedaliera in servizio al Pronto Soccorso per impedire l’ingresso di persone non autorizzate all’interno delle sale e delle stanze di degenza, evitare assembramenti e situazioni di possibile conflittualità che possano pregiudicare il normale svolgimento delle attività ospedaliere. Gli  agenti, oltre a intervenire nei casi di tentativi di effrazione o di furto, effettueranno controlli in tutte le strutture ed in particolare nelle sale con maggiore affluenza di utenti quali le sale d’attesa prenotazioni, ticket, poliambulatori, Pronto Soccorso, ingresso amministrazione; dopo le ore 20 verificheranno la chiusura degli ingressi di tutte le porte di accesso ai diversi edifici e gestiranno gli allarmi. Gli  operatori se rilevate situazioni “anomale”, ne faranno segnalazione ai competenti uffici dell’Azienda od alle forze di polizia­.L’attivazione del servizio è stata voluta dalla Direzione Aziendale, dopo che, nei mesi scorsi, si sono verificati episodi di furti a danno dei pazienti al Pronto Soccorso, al ticket ed all’interno di uffici amministrativi dell’Azienda.


CataniaComandante Fontana incontra ammiraglio De Michele. Il Colonnello Giuseppe FONTANA, neo Comandante del Centro Documentale dell'Esercito Italiano di Catania, si è recato in visita presso la Capitaneria di Porto etnea, sede del Comando Presidio Militare. L’alto ufficiale è stato ricevuto dall'Ammiraglio Domenico DE MICHELE, Direttore Marittimo della Sicilia orientale. Il Colonnello Giuseppe FONTANA dopo un breve e cordiale colloquio presso la Capitaneria al quale hanno partecipato anche alcuni Ufficiali della Capitaneria, ha ricevuto in dono il tradizionale "crest".


CataniaBloccata raccolta rifiuti Ato Simeto-Ambiente, solo 1 ditta continua.  Scrive testualmente l’ufficio stampa: ”Detto e fatto. Dopo aver requisito ieri le chiavi dei mezzi e degli autoparchi, gli operatori ecologici questa mattina sono rimasti fuori dai cancelli, senza, dunque, poter lavorare. Delle diciotto realtà di Simeto-Ambiente, in quattro Comuni si è comunque, regolarmente lavorato. L’attività di raccolta e smaltimento dei rifiuti è stata effettuata a Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, realtà gestite da una della quattro consorziate, la Oikos, che ha scelto di fare un passo indietro rispetto alle altre aziende; si è lavorato anche a Nicolosi, affidata a Mosema (la scelta di operare è legata al fatto che, già diversi giorni fa Mosema ha annunciato che martedì 12 febbraio, dunque oggi, avrebbe concluso il servizio a Nicolosi, abbandonandolo perché ritenuto poco remunerativo, con il Sindaco, Nino Borzì che si è mosso indicendo una gara esplorativa, ma attendendo dalla Regione Siciliana, risposte sul da farsi; ed infine si è lavorato a Mascalucia, sempre affidata a Mosema, dove la ditta ha un contratto diretto con il Comune. E sempre oggi, alle 13, si terrà nella sede di Simeto-Ambiente, un incontro tra Consorzio Simco e sindacati”.


Catania -  Sindaco Bianco  visita Guardia Costiera. Il primo cittadino di Catania Enzo Bianco ha visitato, in giornata, la Capitaneria di Porto di Catania, sede della Direzione Marittima della Sicilia orientale. Enzo Bianco,  è stato ricevuto dall'Ammiraglio Domenico De Michele, Direttore Marittimo della Sicilia orientale e Comandante del porto di Catania. Il sindaco etneo si è trattenuto in un cordiale colloquio, al quale hanno partecipato anche altri Ufficiali della Guardia Costiera, in servizio nella sede di Catania. Enzo Bianco si è complimentato per l'impegno a tutela e salvaguardia della vita umana in mare e per le recenti iniziative a favore dell'utenza balneare e diportistica. L'Ammiraglio De Michele al termine della visita, ha donato al Sindaco il tradizionale "crest" della Direzione Marittima.


Catania Ing. Colombrita presidente Ance Catania. L’ingegnere  guiderà l'Associazione provinciale dei costruttori edili per il triennio 2012/15. L’ing. Colombrita succede  ad Andrea Vecchio, che ha retto l’Ance Catania per due mandati consecutivi, e al quale è stato assegnato il ruolo di portavoce e organizzatore delle iniziative dell’associazione.  L’elezione di Nicola Colombrita è nella continuità con l’impronta data da Vecchio, ed in anni precedenti da Emanuele Rimini, che il nuovo presidente intende basare il suo mandato: spirito di servizio lontano da logiche utilitaristiche, e contrasto ad ogni forma di illegalità, primo fra tutti il lavoro nero che danneggia le imprese sane. “Sono consapevole della responsabilità sociale dell’imprenditore edile – ha dichiarato Nicola Colombrita appena eletto- e metterò tutto il mio impegno in questo senso, anche dando ampio spazio alle proposte che verranno dal Gruppo Giovani Ance retto da Salvo Messina: sono convinto infatti che gli “under 40” abbiano maggiore senso civico e dello Stato rispetto a tanti meno giovani”. Colombrita, che è stato in passato il primo presidente del Gruppo Giovani etneo, è l’attuale presidente dell’Ente Scuola Edile di Catania. Altri punti fondamentali dell’azione del nuovo presidente Ance Catania saranno la prosecuzione nella collaborazione con gli ordini professionali degli ingegneri e degli architetti nel ruolo propositivo e di stimolo nei confronti della pubblica amministrazione, e l’attenzione alla formazione continua degli imprenditori per il rafforzamento della cultura di impresa. Ance Catania ha rinnovato anche il Consiglio Direttivo: sono stati eletti vicepresidenti Alessandro Bosco e Mimmo Reina, tesoriere Walter Finocchiaro, mentre i consiglieri sono Salvo Ferlito, Rosario Fresta, Franco Fonterrè, Marcello La Rosa e Giuseppe Piana.


Aci Castello collegata con pedonale e ciclabile ad Acitrezza. Al referendum i “Si” sono stati 2.057 (93.6%) e  139 i “No” (6,3%), 1 scheda bianca, 12 le schede nulle. Il lungomare unico quindi si farà secondo quanto stabilito con il referendum cittadino. Hanno votato il 13% degli oltre 16mila aventi diritto. I favorevoli al collegamento Aci Castello - Acitrezza sono stati il 93,6%. Filippo Drago sindaco Aci Castello ha subito palesato l’intenzione di  “mettersi subito al lavoro per ottenere il collegamento pedonale e ciclabile tra il lungomare di Acitrezza ed Aci Castello". Il referendum consultivo era stato indetto dal Comune Aci Castello per definire in modo democratico una vicenda che si trascinava ormai da molto tempo.


Catania L'arcivescovo di Catania Mons. Salvatore Gristina,  ha preso parte alla serata di cultura enogastronomica “Formaggi e vini”, nell'ambito della rassegna “Eventi e tradizioni” del Distretto Culturale di Catania.  Nel raffinato Museo Cafè all’interno del Museo diocesano di Catania, il barone Ursino Recupero, delegato dell’Accademia Italiana della cucina, ha intrattenuto amabilmente i numerosi invitati che hanno ascoltato con piacere il racconto sulle tradizioni dei formaggi e dei vini etnei. Giuseppe Finocchiaro, ideatore del Distretto Culturale di Catania e la signora Maria Gabriella Guzzetta, responsabile eventi, hanno consentito l'incontro fra produttori agro-alimentari d'eccellenza che si sono intrattenuti con i presenti. Non è mancato, infine, il raffinato e molto apprezzato momento di degustazione dei formaggi tipici accompagnati da vini e miele dell’Etna, curato dall’Associazione Professionale Cuochi Italiani, presieduta in Sicilia dall’executive chef Salvatore Scrivano. Prossimo appuntamento, nel mese di marzo, dedicato al pane. Il Distretto Culturale di Catania è nato grazie al supporto della Fondazione Cariplo e di un gruppo di autorevoli partner, quali la Fondazione diocesana per i beni culturali, l’Apit, il Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, il Parco dell’Etna, la Fipe Confcommercio e coinvolge diverse realtà del territorio provinciale catanese. Ricco anche il parco dei produttori che hanno aderito al progetto valorizzando il meglio della produzione tipico locale del “sistema Etna”. Rifacendosi ad una concezione di cultura a tutto tondo, il Distretto invita a scoprire le meraviglie del Barocco catanese e il culto di sant’Agata che permea l’artigianato locale, le tradizioni gastronomiche e addirittura l’aspetto urbanistico della città, ricostruita dopo il grande terremoto di fine ‘600. Il risultato è una proposta multiforme che si articola intorno a quattro grandi temi, ognuno dei quali approfondisce un aspetto peculiare della cultura locale: un sapiente mix, dunque di arte, culto e storia, artigianato, enogastronomia e ambiente. E’ prevista, inoltre, la costruzione di pacchetti turistici che, facendo proprie e proponendo le iniziative culturali create con il progetto, promuovano Catania come una città d’arte offrendo una vacanza dal taglio culturale, rivolta anche al turismo scolastico, da fruire da sola o eventualmente come estensione di altre tipologie di turismo già sviluppate nell’area.



Contrammiraglio Domenico De Michele ed Ammiraglio Cacioppo

Catania - Guardia Costiera :  C.te Generale Capitanerie di Porto visita Direzione Marittima Catania. L'Ammiraglio Ispettore Capo Pierluigi Cacioppo, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, ha visitato oggi la Capitaneria di Porto di Catania, sede della Direzione Marittima della Sicilia orientale. L'Ammiraglio Cacioppo, che dirige il Corpo dal febbraio del 2012, è stato ricevuto dal Direttore Marittimo della Sicilia orientale, Contrammiraglio Domenico De Michele e, in occasione della visita, ha incontrato anche i Titolari dei Comandi operanti nella "zona" marittima di giurisdizione (le Capitanerie di Porto di Messina, Siracusa, Augusta, Milazzo e Pozzallo, nonchè gli Uffici Circondariali Marittimi di Lipari, Riposto e Sant'Agata di Militello), oltre ai responsabili degli Uffici minori del Circondario etneo (gli Uffici Locali Marittimi di Acicastello e Pozzillo e la Delegazione di Spiaggia di Santa Maria La Scala). Dopo l'assemblea generale con tutto il personale militare e civile, il Comandante Generale ha visitato la vicina Base Aeromobili della Guardia Costiera dove, ricevuto dal Capitano di Vascello Patrizio Zumbo, Comandante della Base, ha incontrato i militari destinati ed il personale facente parte degli equipaggi di volo del 2° Nucleo Aereo Guardia Costiera. Al termine della breve visita, al Comandante Generale è stato donato il tradizionale "crest" dei  Reparti.


Chiesta casa comune ad Istituzioni per associazioni a Librino

Catania - La Rete delle Associazioni a Librino chiede alle Istituzioni  di individuare una "Casa comune". L'istituzione di una "Casa delle Associazioni" consentirebbe  di incidere ancor più positivamente sul territorio. Le  associazioni chiedono alle Istituzioni di individuare presto una "Casa delle Associazioni" a Librino. Si tratterebbe di una struttura funzionale da assegnare alla Rete delle Associazioni. In tal modo sarebbe istituito un organismo che possa  raccogliere una ventina delle realtà di volontariato a Librino. Già  da Ottobre la proposta è stata presentata in occasione della mostra di Urbanistica nel quartiere. A chiedere un centro comune è l'Associazione culturale Oltre la Periferica, promotrice della Rete delle Associazioni ed editore del mensile del quartiere "La Periferica".  "Nell'ultima riunione della Rete delle Associazioni si è espresso il desiderio di lavorare insieme in una struttura cogestita dalle realtà di volontariato nel territorio" - dichiara Massimiliano Nicosia, presidente di Oltre la Periferica - Le istituzioni ripetono spesso che i cittadini devono farsi promotori del proprio territorio, questa è un'occasione per dimostrare se esiste una volontà politica concreta a sostenere le iniziative dal basso a Librino o ancora una volta si tratta solo di vuote parole di propaganda verso questo quartiere. Ci sono spazi importanti a Librino che potrebbero essere destinati a tale scopo come la Masseria Bonajuto, attualmente gestita dall'Università di Catania, o Villa Fazio, che opportunamente ristrutturata e messa in funzione consentirebbe anche l'utilizzo dei campi per le associazioni sportive." Sono molte le realtà di volontariato ed organizzazioni non-profit che operano a Librino con estrema povertà di mezzi. Le associazioni però non dispongono di una sede stabile per le loro attività sociali. I volontari spesso devono scegliere tra chiudere i battenti o dover prendere in affitto dei locali. Capita poi che la copertura delle spese di affitto vada a gravare sugli iscritti escludendo in tal modo un aiuto proprio per le classi più svantaggiate del territorio. La proposta di istituire una Casa della Associazioni permetterebbe ai volontari di abbattere i costi. Le associazioni chiedono all’amministrazione comunale di Catania di distribuire tra la rete energie che consentirebbero una maggiore interazione e programmazione. Si tratterebbe quindi di un intervento più incisivo sul territorio etneo.


Catania - Caduti in guerra: onore e commemorazione. I  Caduti di tutte le guerre  sono stati commemorati di mattina nella Basilica Collegiata di Catania, con una Santa Messa officiata da S.E. Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo Metropolita e concelebrata dai Cappellani Militari e delle Forze di Polizia, alla presenza delle massime Autorità civili e militari. il Vice Prefetto Vicario della Prefettura di Catania, Dott.ssa Annamaria Polimeni ed il Contrammiraglio Domenico De Michele, Direttore Marittimo e Comandante del Presidio Militare etneo, dopo la Santa Messa, hanno deposto una corona al Sacrario dei Caduti della Chiesa di S. Nicolò La Rena. Commemorazioni anche nei vicini Cimiteri di Guerra inglese e germanico, con la deposizione di corone di alloro e con un momento di raccoglimento, culminato nella lettura della "preghiera dei Caduti".


Catania -  Inaugurata sede “Addiopizzo” e “Libera”. La prima sede di Addiopizzo e Libera Catania ha dimora al sesto piano di via Finocchiaro Aprile 112, nel quartiere Picanello. Un appartamento, fino a poco tempo fa, frequentato da mafiosi, oggi espone ben visibile all’ingresso lo slogan: “Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità”, in cui si riconoscono tutti i commercianti, gli imprenditori e le persone oneste. Accanto, la bandiera di Libera “Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”. A festeggiare la nuova sede insieme al presidente di Addiopizzo Catania, Salvatore Grosso, al rappresentante di Libera, Giuseppe Vinci, che ha portato i saluti di Dario Montana, e al coordinatore provinciale di Libera, Giuseppe Strazzulla, c’erano  tutti i ragazzi che quotidianamente svolgono attività di volontariato per  radicare sempre più i principi di legalità e giustizia. Al loro fianco i vertici delle Istituzioni cittadine, che nel corso degli anni sono sempre stati vicini al lavoro delle due associazioni:

 

il Prefetto di Catania, Francesca Cannizzo, il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, il procuratore Capo della Repubblica, Giovanni Salvi e il Procuratore aggiunto Michelangelo Patanè. A volere che l’appartamento venisse assegnato ad Addiopizzo Catania e Libera fu l’allora Prefetto di Catania Giovanni Finazzo, ed è con un sentito ringraziamento nei suoi confronti che Salvatore Grosso, presidente di Addiopizzo, ha dato il via all’inaugurazione di questo bene confiscato alla mafia. Salvatore Grosso rappresentante di Libera ha dichiarato :“Sono fiero di rappresentare un gruppo di ragazzi che dedicano molto tempo, sottraendolo alla propria vita privata, per una causa comune, per attività di recupero sociale, di sensibilizzazione a una cultura della legalità e all’impegno contro la corruzione”. A conclusione dell’inaugurazione, sono stati offerti dolci e vino prodotto da Libera nelle campagne  di Palermo confiscate e ad essa assegnate. Erano presenti anche il Questore di Catania, Antonino Cufalo, il Comandante provinciale dei Carabinieri, Giuseppe La Gala, e il Capitano Orazio Sanfilippo in rappresentanza del Comandante provinciale della Guardia di Finanza.


Catania - Guardia Costiera : Direttore Marittimo visita Capitaneria Porto Augusta.  Il Direttore Marittimo della Sicilia orientale, Contrammiraglio Domenico DE MICHELE, ha visitato, nei giorni scorsi, la sede della Capitaneria di Porto di Augusta.n L’alto ufficiale è stato ricevuto dal Capitano di Vascello Francesco FRISONE, Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del Porto di Augusta, il Direttore Marittimo ha incontrato il personale civile e militare in servizio, complimentandosi per le attività effettuate e per le recenti operazioni di polizia marittima svolte in materia di pesca,  a tutela dei consumatori ed a salvaguardia delle specie ittiche allo stadio giovanile, che hanno registrato risultati lusinghieri. L’Ammiraglio Domenico DE MICHELE, inoltre, ha incontrato una rappresentanza di operatori dei servizi tecnico nautici e portuali.


Catania -  Il colonnello Giuseppe La Gala incontra il presidente della Provincia Giuseppe Castiglione.

 







CUCUZZA A LIBRINO


Catania 3A 2018


 CATANIA 3A 2023



NOTIZIE ULTIMORA 24 ORE SU 24


CATANIA


GUARDIA COSTIERA: AVVICENDAMENTO DIRETTORE MARITTIMO SICILIA ORIENTALE C.AM.RANIERI SUBENTRA AD AM.RUSSO



(ascolta SERVIZIO)

CATANIA -  7 sommergibili, navi e velivoli da pattugliamento di Marine d‘Italia, Francia, Grecia, Spagna, Stati Uniti e Turchia nel mare di Sicilia impiegati per operazione Dynamic Manta addestrativa antisom NATO. L’esercitazione militare si svolge nel periodo compreso tra il 26 febbraio e l’8 marzo, nell’area del Mediterraneo centrale. L’attività addestrativa denominata Dynamic Manta è svolta sin dal 2013, rappresenta una delle più importanti e complesse esercitazioni antisommergibile della NATO. L’azione militare di addestramento NATO si svolge col controllo tattico del Contrammiraglio Pasquale ESPOSITO, Comandante del Secondo Gruppo Navale Permanente della NATO (Standing Nato Maritime Group 2 - SNMG2) operante nel Mediterraneo. Molte unità della  Marina Italiana sono impegnate : la fregata anti sommergibile Carlo Margottini, il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne, il Pattugliatore Polivalente d’Altura Francesco Morosini (nave di bandiera – flag ship  del SNMG2), 2 sommergibili e 2 elicotteri di base presso la Stazione Elicotteri di Catania. L’Italia in qualità di Nazione ospitante, fornisce il supporto logistico della base navale di Augusta, del porto di Catania e della base aerea di Sigonella. Dynamic Manta è stata avviata, nel 2013,  si svolge ogni anno pianificata dal Comando Marittimo Alleato (NATO Allied Maritime Command – MARCOM) è condotta al largo delle coste orientali e meridionali della Sicilia. La  DYMA è esercitazione anti sommergibile (ASW - Anti Submarine Warfare) avanzata, che si pone l’obbiettivo di addestrare ed affinare le capacità Alleate di operare in modo integrato in questa forma di lotta. I  battelli operano sotto il controllo del Comando Sommergibili dell’Alleanza Atlantica (NATO Submarine Command - COMSUBNATO), addestrandosi con le Unità di superficie. La missione prevede anche l’impiego dei velivoli da pattugliamento marittimo (Maritime Patrol Aircraft – MPA) provenienti da Canada, Germania, Grecia, Regno Unito, Stati Uniti e Turchia  nell’ambito dell’Operazione Noble Shield.

Tenente di Vascello Angelisa GALLO (ascolta intervista)in nave CARABINIERE

DYNAMIC MANTA 2020 contrammiraglio Paolo Fantoni, (ascolta intervista)

DYNAMIC MANTA 2017 contrammiraglio Nicola De Felice (INTERVISTA)


CATANIA- GUARDIA COSTIERA: AVVICENDAMENTO DIRETTORE MARITTIMO SICILIA ORIENTALE C.AM.RANIERI SUBENTRA AD AM.RUSSO. La cerimonia di cambio al Comando della Direzione Marittima della Sicilia Orientale si svolge venerdì 23 giugno presso lo sporgente centrale (banchine 10 – 11) del porto di Catania. L'Ammiraglio Ispettore  Giancarlo RUSSO cede il Comando al Contrammiraglio  Antonio RANIERI . L'Ammiraglio Ispettore Giancarlo RUSSO, dopo quasi 4 anni trascorsi nel capoluogo etneo, lascia il servizio attivo avendo svolto oltre 37 anni di carriera nel Corpo delle Capitaneria di porto Guardia Costiera. Il Contrammiraglio Antonio RANIERI, assume il comando della Direzione Marittima della Sicilia orientale, quale Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del porto di Catania, dopo la tradizionale formula del "riconoscimento". Antonio RANIERI proveniene dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto di Roma, 59 anni, nato a Reggio Calabria, è entrato in servizio nel Corpo delle Capitanerie di porto nel 1987. L’alto ufficilae, nel corso della carriera ha comandato gli uffici Marittimi di Gioia Tauro, Manfredonia, Crotone e la Direzione Marittima della Calabria e Basilicata tirrenica, e da ultimo ha ricoperto l’incarico di rilievo di Capo Reparto Personale presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto.  


CATANIA - CENTENARIO AERONAUTICA MILITARE CERIMONIA IN BASE AEROPORTO SIGONELLA. La manifestazione del 100° anniversario si è svolta  nell’angar centrale alla presenza del Colonnello pilota Emanuele Di Francesco comandante del 41° Stormo Antisom. La funzione religiosa è stata officiata dall’Arcivescovo di Catania mons. Luigi Renna  . Il rito religioso è stato seguito da centinaia di persone  tra autorità civili e militari invitati per l’occasione. L’artista Stefania Bruno con la sua esibizione “ELOGIO IMPERMANENZA” ha dato lustro ed interesse al 100° anniversario nell’ aeroporto di Sigonella appassionando e sorprendendo per le non comuni capacità artistiche espresse. La manifestazione ha avuto momenti di svago ed interesse con la mostra velivoli militari e di auto d’epoca. Gli amanti del volo e dell’aeronauti intervenuti hanno avuto modo per l’intera giornata di visitare la mostra sia dei velivoli che degli stand appositamente predisposti. La costituzione dell’Aeronautica Militare era avvenuta il 28 marzo del 1923 il  Centenario dell’Aeronautica Militare è nel segno della soli­darietà. “Un dono dal cielo per AIRC” è l’iniziativa di beneficenza, promosso in collaborazione con l’Associazione Arma Aeronautica, che accompagna per tutto il 2023 le iniziative legate alle celebrazioni del centenario della costituzione della Forza Armata. Per tutto il 2023 in questo progetto, promosso in collaborazione con l’Associazione Arma Aeronautica, confluiranno donazioni su base volontaria da parte del personale, donazioni di privati ed as­sociazioni. L’iniziativa benefica intende raccogliere donazioni volontarie che andranno a finanziare la fornitura di apparecchiature tecnologiche sempre più sofisticate e necessarie per la ricerca delle cure contro il cancro in dotazione all’IFOM, l’Istituto di Oncologia Molecolare di Fondazione AIRC. La tecnologia al servizio della ricerca, per testimoniare ancora una volta, con azioni concrete e tangibili, quanto la Forza Armata è vicina alla collettività. I 100 anni dell’Arma Azzurra, martedi 28 marzo, sono stati celebrati in tutta  Italia, a Roma la Terrazza del Pincio, ha ospitato la cerimonia militare di Stato alla presenza della massime autorità col passaggio delle Frecce Tricolori.


SIGONELLA Migliaia in Base USA Sigonella: porte aperte con Autumn Fest per visitatori italiani nella struttura militare. Il capitano di vascello Aaron Shoemaker comandante della più grande stazione aeronavale americana d’Europa, di recente insediatosi, ha voluto, dopo il periodo della pandemia, accogliere per la  festa d’autunno il popolo  italiano ospitante della Base. La manifestazione si è svolta nel fine settimana, sabato 22 ottobre 2022, presso la strutture logistica nella stazione aeronavale della marina USA di Sigonella (NAS Sigonella). La  tradizionale festa d’Autunno è stata occasione per gli uomini della base americana ad aprire le porte anche al pubblico civile. La festa è articolata attività di ogni genere ed a tema, sia per i più piccoli che per i grandi. Gli  stand sono di specialità  culinarie specificatamente americane e con le caratteristiche decorazioni di Halloween. L’area adibita ai giochi per bambini molto affottata anche da adulti era adiacente al grande palco allestito per la musica dal vivo.L’Autumn Fest si è svolta in forma più contenuta, e riservata ai soli cittadini americani, lo scorso venerdì 21 ottobre, mentre sabato sono stati invece accolti anche i cittadini italiani. Alberto Lunetta  giornalista ed in caricato USA di curare i rapporti con la stampa italiana ha avvicinato il comandante della base Aaron Shoemaker il quale ha detto: “È stata un’occasione per  condivisione con il popolo siciliano, questa manifestazione da sempre un’opportunità speciale. Ha un senso particolare nel  periodo attuale ed alle porte del Thanksgiving, invitare i nostri vicini di casa italiani ed ospitarli per celebrare insieme e condividere con loro le nostre tradizioni, questo evento per noi è anche un modo al fine di ringraziarvi per il vostro supporto”.  La festa d’autunno di fine ottobre e quella del 4 luglio, rappresentano  due date molto significative per il popolo americano, e sono le uniche occasioni durante l’anno, nelle quali la base americana apre le sue porte anche al pubblico.


di Lella Battiato Majorana

CATANIA Biometano: trasporti green in Sicilia, presentato primo impianto produzione e distribuzione. Il primo impianto di produzione e distribuzione di biometano del Sud Italia, nasce a Catania nella sede della “Nicolosi Trasporti”, una svolta epocale per quel che riguarda il mondo del trasporto e il rispetto dell’ambiente. Un vero e proprio punto di partenza verso un futuro compatibile e attento all’economia. Biometano prodotto con gli scarti ed i sottoprodotti delle produzioni agricole. Il progetto è stato realizzato dalla Nicolosi trasporti in collaborazione con la Assoro Biometano e Scania Italia ed ha consentito la nascita della prima flotta “green” della Sicilia composta da 77 TIR. Trasporti green in Sicilia: “La spinta verso la svolta infrastrutturale e dei trasporti in Sicilia si allarga all’energia pulita, grazie all’iniziativa dell’imprenditoria nostrana”. Così l’assessore regionale siciliano alle Infrastrutture e ai Trasporti, Marco Falcone, ha dichiarato alla Zona industriale di Catania, nel corso della presentazione del primo impianto di produzione di biometano e dell’inaugurazione del primo impianto di distribuzione LNG (Liquid Natural Gas) in Sicilia. Un esempio virtuoso di simbiosi industriale ed economia circolare dal quale trarre spunto per promuovere un nuovo approccio per la de-carbonizzazione dei trasporti valorizzando gli scarti, i sottoprodotti e le colture in rotazione. “Una innovazione strategica che in Sicilia è resa possibile dalla lungimiranza di un imprenditore virtuoso, continua Falcone, che ha investito per primo, facendo da apripista ad una nuova concezione della logistica, tutta in chiave “green”. Dopo il benvenuto del padrone di casa, Gaetano Nicolosi, Presidente della Nicolosi Trasporti, a tutti i relatori, ci sono stati i saluti istituzionali dell’assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Marco Falcone dice: “Nicolosi Trasporti fa onore non soltanto a Catania perché il suo progetto ha una dignità di rango nazionale. Sono particolarmente compiaciuto di essere qui, perché ho l’occasione di sperimentare da un lato la logistica che cambia, che mette su strada mezzi alimentati da biometano. Dall’altro lato, perché sono al fianco c’è chi ha avuto l’intuizione di produrre questo sistema per immetterlo sul mercato. Il Governo regionale guarda con grande interesse alle realtà che si concentrano sul trasporto alternativo”. Gli interventi e le dichiarazioni. Subito dopo è stata la volta di Biagio Pecorino, Ordinario di Economia Agroalimentare dell’Università di Catania: “Vorrei partire da una domanda: perché siamo qui? Perché c’è una problematica mondiale: stiamo accumulando troppo Co2. È un percorso che dobbiamo fermare, dagli agricoltori ai trasportatori. Questo è un modello che parte dalla Sicilia e potrebbe contribuire a cambiare questa curva in tutto il resto d’Italia”.  Salvatore D’Urso, consulente per la Transizione Energetica del Presidente della Regione Siciliana, ha aperto la serie degli interventi dei relatori. La Regione siciliana – ha detto, tra l’altro – è quella che ha in questo momento nel metano una delle sue fondamenti risorse. Il metano che viene dall’agricoltura così come il metano che viene dal rifiuto umido sono una componente importante sotto il profilo ambientale” Vincenzo Franza, amministratore delegato del Gruppo Caronte: “Faccio i miei complimenti al collega, imprenditore coraggioso che ha investito una cifra importantissima per dotare la propria azienda di una flotta all’avanguardia di mezzi. Parliamo di oltre 11 milioni di euro solo di mezzi. Il futuro è certamente questo per il trasporto sia marittimo, che terrestre”. Franza ha poi attaccato in maniera molti dura la burocrazia in generale, auspicando un forte intervento da parte della Regione in da poter snellire iter e procedure. Roberto Sannasardo, Energy Manager Regione Siciliana: “È ovvio che l’amministrazione abbia delle regole. Qui il problema della regia è cercare una sintesi. Tentiamo continui confronti sul territorio per dare risposte concrete. La burocrazia è certamente pesante ma qualche volta cerca di essere più vicina alle esigenze di tutti. Adesso mi rivolgo agli imprenditori: la vostra visione è anche la nostra”. Mario Dogliani, Direttore Generale Fondazione CS Mare: “Noi cerchiamo di aiutare i piccoli. Lo facciamo da Bruxelles cercando di spiegare alla Commissione quali sono le esigenze dei piccoli e, viceversa, cerchiamo di spiegare ai piccoli cosa pensa la Commissione. Non ci vorrà tanto tempo, per un futuro in cui circa il 20-30% delle navi andrà a LNG”.  Edoardo Bonaccorsi, Assoro Biometano: “Come si produce il Biometano? Si prendono gli scarti della produzione agricola, che prima venivano allontanati dall’azienda e si conferiscono negli impianti di Biometano, che sono dei grandi contenitori senza ossigeno in cui vengono messi questi scarti che fermentano, originando il gas, che viene raffinato diventando metano per essere portato infine al distributore. La novità qui sta nel fatto che il metano non viene preso dal sottosuolo, e quindi, a sua differenza, non si esaurirà mai”. Aldo Bernardini, HAM Italia: “Avremo veramente la Sicilia che sarà l’unica regione in Italia che potrà avere dei numeri di produzione di biometano che saranno in grado di soddisfare il 100% del trasporto sui grandi veicoli industriali che, ad oggi, non possono adattarsi con le tecnologie attuali con altri sistemi. Ma è necessario che tutto ciò sia sostenibile economicamente”. Marcello Di Caterina, Vice Presidente e Direttore Generale Alis: “Sono entrati, nella nostra associazione, oltre ai rappresentanti del trasporto marittimo, stradale ferroviario anche gli stakeholder. E sono entrate anche quelle società che stanno dando appoggi nella direzione di dare un contributo forte verso l’ecologia. Lo strumento associativo aiuta ad accorciare la filiera e a dare alla politica i contributi necessari per fare prima e meglio”. Angelo Bonaccorso, Vice Presidente Federmetano: “Attualmente il metano arriva in Italia solo da Marsiglia e Barcellona. I nostri imprenditori siciliani sono obbligati a doversi rifornire con dei sistemi che sono ingiustificati, antieconomici e che non danno nessuna possibilità di poter dare uno sviluppo a questo prodotto. Quello che accade qui, grazie all’impresa Nicolosi è un fatto importante che sicuramente ci consentirà un grande salto di qualità dal punto di vista ambientale ed economico.” Rosario Lanzafame, Ordinario di Macchine e Sistemi per l’Energia e l’Ambiente, Università degli Studi di Catania: “Il piano energetico del Mar di Sicilia lo sta facendo l’Università di Catania. Ad esempio è già sul tavolo l’album per la riclassificazione dell’Area portuale di Augusta, che sarà in grado di poter far immaginare lo sviluppo. Inoltre, ci hanno chiamato per scegliere il progetto energetico della nuova Cittadella di Giustizia”.  Angelo Salvatore Maugeri, Amministratore Unico Ecogruppo Italia: “Conviene produrre biogas? I cambiamenti climatici dicono che non è un problema di convenienza ma una necessità. Quindi, dobbiamo agire e, attraverso gli scarti, utilizzare centrali di biomassa e immettere nella filiera questo gas. Il mio compito è creare, come ente di certificazione, uno schema di certificazione garantendo al consumatore finale che tutta la filiera è stata controllata e certificata”.  Giuseppe Cicero, Direttore Area Imprese Sicilia Intesa San Paolo: “In Sicilia, l’esempio di oggi è la dimostrazione che si possono fare investimenti innovativi e che ci può essere un futuro sulla base dell’economia circolare e la mobilità. Se un’azienda non pensa all’economia circolare, che futuro avrebbe? Intesa San Paolo ha creato da sei anni un laboratorio aperto a tutte le aziende che vogliono crescere e rimodellare il loro modello di business”.  Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato Italscania: “Quello che otteniamo da un investimento a lungo termine è molto di più, di quello che otteniamo dalla speculazione spiccia. Inoltre, cerchiamo di darci degli obiettivi raggiungibili. La Germania, con un provvedimento veloce, ha deciso che i veicoli alimentati a LNG avranno le autostrade gratis”.  Gianluigi Mason, Direttore Sapply Chain Italia Barilla: “Barilla ha sempre avuto un approccio a 360 gradi nei confronti delle tematiche di sostenibilità ambientale a 360 gradi. È importante fare sistema nella logistica per ottenere risultati migliori e risparmi significativi”. Luca Ros, Direttore Logistica LIDL Italia: “Siamo un gruppo multinazionale presente in 32 paesi anche se LIDL Italia vuol essere considerata un’azienda italiana che vuole contribuire a migliorare il paese. Ci siamo resi conto, soprattutto negli ultimi anni, che non è importante solo cosa mettiamo nello scaffale ma come, quel prodotto arriva sullo scaffale”.  Rosario Torrisi Rigano, Amministratore Unico Società interporti Siciliani: “Devo dare atto all’azienda Nicolosi di essere riusciti a realizzare in un tempo estremamente coinciso gli obiettivi realizzati. Esistono delle realtà, che senza grancassa e atti suonati a gran forza, lavorano per mettere in condizioni di assoluta concorrenza il trasporto siciliano”.  Sandro Foce, LNG Development Manager: “Da questa riunione abbiamo capito che l’LNG è una strada percorribile, anche se abbiamo perso troppo tempo. La Sicilia dovrebbe essere veramente grata di avere un investitore e manager di un’azienda così attiva, che ha guardato al futuro senza guardare i costi/benefici”.  Giacomo Bellavia, Presidente AMT Catania: “L’AMT ha fatto diversi investimenti in questi anni, grazie a contributi comunitari, regionali e del Comune di Catania per il rinnovo dei mezzi, che si sono adeguati alle nuove tecnologie e alle nuove fonti di approvvigionamento. In questi mesi, abbiamo superato gli esborsi in termini di approvvigionamento energetico, che sono stati maggiori per le fonti a metano che per il normale carburante”. Conclude gli interventi Falcone assessore regionale alle infrastrutture e trasporti “Questa è una logica virtuosa di mercato – prosegue l’assessore – che il Governo Musumeci sta assecondando e sostenendo da una parte con i cantieri di risanamento della viabilità principale e secondaria, dall’altra con gli investimenti sui trasporti terrestri e marittimi. Ma lavoreremo anche a nuove misure a sostegno dell’uso di mezzi di trasporto green: per quanto riguarda le autostrade gestite dal Cas, avvieremo già lunedì con l’ente un piano per esentare dal peggio gli automezzi a gas naturale liquefatto. Inoltre, sul piano amministrativo, avvieremo la formazione del personale delle Motorizzazioni civili per le revisioni delle auto elettriche e a combustibile alternativo”.


articolo in PDF

CATANIA NATO, DYNAMIC MANTA 2020:  impiegati 5 sommergibili, 7 navi, 5 pattugliatori,  8 elicotteri.  Il contrammiraglio italiano Paolo Fantoni, (ascolta intervista)Comandante del Secondo Gruppo Navale permanente della NATO (Standing NATO Maritime Group 2– SNMG 2), imbarcato sulla fregata Carabiniere dirige l’esercitazione in mare. La Dynamic Manta 2020 ha avuto  inizio lunedì 24 febbraio a Catania e si svolge fino al 6 marzo. La Nave Carabiniere è la quarta Unità del programma italo-francese FREMM (Fregata Europea Multi Missione) e la terza della Classe in versione antisommergibile (FREMM ASW). E’ stata varata il 29 marzo 2014 presso il cantiere di Riva Trigoso (GE) con il sistema Road Away, metodo che consiste nell’immissione in un bacino galleggiante tramite l’impiego di carrelli autopropulsi. Contraddistinta dal distintivo ottico F 593, secondo la classificazione NATO, l’Unità è stata consegnata alla Marina Militare il 28 aprile 2015. La nave  Carabiniere ha un equipaggio di 168 tra uomini e donne, 145 metri di lunghezza ed un dislocamento a pieno carico di 6.700 tonnellate. La fregata Carabiniere della Marina Militare Italiana, comandata dall’ufficiale Gabriele DI VICO, partecipa all’esercitazione coi sommergibili Salvatore Todaro e Romeo Romei, gli elicotteri del 3° Gruppo Elicotteri della Marina Militare di Catania. Dynamic Manta è una delle esercitazioni annuali di maggior rilievo della NATO, volta a garantire l'interoperabilità costante tra forze aeree, di superficie e subacquee nella lotta anti-sommergibile.

(ascolta intervista) contrammiraglio italiano Paolo Fantoni  

Nove  nazioni alleate sono impegnate nel’esercitazione che si svolge nel Mar Ionio, dal 24 febbraio al 6 marzo.  Lo schieramento di forze all’edizione 2020 è composta da : 5 sommergibili provenienti da Francia, Grecia, Italia e Turchia, sotto il controllo del Comando Sommergibili della NATO (NATO Submarine Command - COMSUBNATO), 7 navi di superficie provenienti da Canada, Francia, Grecia, Italia, Spagna, Stati Uniti e Turchia, 5 velivoli da pattugliamento marittimo (Maritime Patrol Aircraft– MPA) e 8 elicotteri provenienti da Canada, Francia, Germania, Italia, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti che operano dalla base aerea di Sigonella e dalla stazione elicotteri della Marina Militare di Catania, sotto il controllo del NATO Maritime Air Command (COMARAIRNATO). La Marina Militare partecipa in mare anche con i sommergibili Salvatore Todaro e Romeo Romei e con gli elicotteri del 3° Gruppo Elicotteri di base nella Stazione Elicotteri di Catania (MARISTAELI Catania). L'Italia assicura il supporto logistico agli assetti partecipanti con la base navale di Augusta e la base aerea di Sigonella a Catania.  Le esercitazioni della serie Dynamic Manta sono a cadenza annuale e rappresentano un'eccellente opportunità addestrativa per le Nazioni partecipanti. Lo scopo dell’esercitazione è di garantire l'interoperabilità costante tra forze aeree, di superficie e subacquee nella lotta anti-sommergibile. La manifestazione militare con esercitazione prevede scenari addestrativi a difficoltà crescente, che vanno dalla bassa all'elevata complessità. I militari a bordo della Nave Carabiniere hanno ipotizzato nel corso dell’esercitazione l’evenienza di un attacco  missilistico ad opera di un sommergibile nemico che colpisce e danneggia causando incendio a bordo. Squadre di pompieri sulla nave hanno domato l’ipotetico incendio con rapidità. L’esercitazione permette di consolidare il coordinamento operativo tra marine alleate, in un contesto multi-minaccia. La Dynamic Manta, consente alle forze alleate  NATO di valutare e sviluppare nuove tattiche anti-sommergibile. Il Tenente di Vascello Angelisa GALLO (ascolta intervista)in nave CARABINIERE ruolo commissario operativa in  esercitazione NATO Dynamic Manta 2020.


AGRIGENTO Marines Sigonella premiati da Governatore Lions siciliani per attività volontariato civico. L’importante riconoscimento per i Marines della Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella (NASSIG) è stato consegnato dal governatore Angelo Collura lo scorso 19 luglio presso il Tempio di Giunone ad Agrigento. L’occasione per esternare la premiazione è stato il Seminario delle Cariche ovvero la cerimonia di apertura dell’Anno Sociale del Distretto 108Yb – Sicilia del Lions Club International. I  rapporti di amicizia tra i Lions siciliani ed i militari USA presenti nell’isola a Sigonella dal 1959, per la prima volta, sono stati sugellati in modo ufficiale. Il  neoeletto Governatore dei Lions del Distretto 108Yb di Sicilia Angelo Collura ha consegnato ad una delegazione di Marines, appartenenti alla task force SPMAGTF-CR-AF FWD 19.2, accompagnata dal Responsabile Relazioni Esterne della NASSIG americana Alberto Lunetta,  una targa di ringraziamento per i numerosi progetti di volontariato civico, ambientale e linguistico culturale svolti annualmente dai militari americani nell'isola. L’attività di “buon vicinato” s’inquadra  nell’ambito del progetto di socializzazione con il paese ospitante denominato “Community Relations” (COMREL). Il  progetto, è attuato in tutte le basi USA nel mondo ed è gestito normalmente dai cappellani militari. La  Sicilia ha invece il coordinamento da perte dell’Ufficio Pubblica Informazione della base a stelle e strisce (Public Affairs Office) che nel corso degli ultimi anni è riuscito con dedizione ed impegno a moltiplicare in maniera esponenziale le iniziative di prossimità arrivando ad una media di 200 progetti annuali. L’opera meritoria è stata realizzata grazie alla dedizione e generosità dei militari di tutti i reparti che si mettono a disposizione per dare una mano, dove serve (chiese, parrocchie, case famiglia, comuni, case di carità e per disabili), sensibilizzare la popolazione al rispetto dell’ambiente (pulizia di spiagge, parchi, siti storici), interagire con la popolazione attraverso eventi di interazione linguistico-interculturale (incontri con gli studenti siciliani volti  ad aiutarli a migliorare la conoscenza della lingua inglese) nonché partecipare a cerimonie di commemorazione della Seconda Guerra Mondiale, eventi religiosi.  Tutti progetti sono organizzati con la collaborazione delle autorità civili e religiose, club service (Lions, Rotary, Fidapa, Kiwanis Clubs ecc.) e culturali siciliane. La premiazione si è svolta davanti a centinaia di soci dei Lions siciliani provenienti da tutta l’isola per partecipare al prestigioso congresso distrettuale al quale hanno partecipato un gruppo giovani dei Campi e Scambi Giovanili Lions provenienti da 37 paesi i quali hanno dato vita ad una spettacolare cerimonia delle bandiere. Il  Governatore Angelo Collura, durante la serata, nel ringraziare i Marines per le numerose iniziative di prossimità nei confronti delle comunità siciliane, si è augurato che il progetto, già pienamente attivo nella Sicilia Orientale e Centrale si possa estendere anche alla parte occidentali dell’Isola. La  serata è stata emozionante per i presenti e ricca di colori nonché di scambi interculturali. Alberto Lunetta il direttore del progetto COMREL della base americana di Sigonella soddisfatto per il lavoro svolto ed i riconoscimenti ha dichiarato: “La partnership nel campo del volontariato civico tra i Lions e le Forze Armate USA in Sicilia si è rafforzata negli ultimi anni grazie a diversi progetti di solidarietà svolti congiuntamente. Questo riconoscimento "distrettuale" ha suggellato questa intesa che si esemplifica nel motto lionistico “We Serve" ovvero “Noi Serviamo” per il migliorare la società e aiutare chi è meno fortunato”.


CATANIA Base USA Sigonella aperta 4 luglio per Festa Indipendenza americana. Le strutture logistiche della base americana di Sigonella (NAS 1) in occasione della Festa dell'Indipendenza americana il 4 luglio a Sigonella, sono aperte al pubblico ad inviti. La  tradizionale Festa dell'Indipendenza americana ritorna presso le strutture logistiche della base americana di Sigonella (NAS 1) ubicate nei pressi dell'Hotel Sigonella Inn.L'evento denominato "Red White and Boom" è organizzato dall’Ufficio ricreativo (MWR) della Stazione Aeronavale della Marina USA è programmato per giovedì 4 luglio alle 17:00 nella zona intorno al complesso sportivo-ricreativo “ Midtown”. La  festa, che celebra le tradizioni tipiche americane, come sempre è condivisa con i siciliani che sono ammessi solamente se sponsorizzati da un dipendente americano od italiano di Sigonella il quale può indicare con se solamente 5 ospiti. L’evento si svolge solamente il giorno del 4 luglio. Le attività in programma il 4 luglio a Sigonella, pensate per grandi e piccoli, sono tantissime: la tipica tipica "Eating contest" (gara a chi mangia di più) e moltissimi giochi per bambini (tradizionali “gonfiabili”), musica dal vivo, esposizione di moto Harley Davidson e soprattutto le prelibatezze, tipicamente made in USA, presenti nei vari stand culinari, preparati direttamente dai militari e dalle loro famiglie. L'evento si conclude  dopo i tradizionali fuochi d’artificio che inizieranno alle 21:30. INFORMAZIONI PER I VISITATORI SPONSORIZZATI Il personale (militare e civile) in servizio a Sigonella potrà accedere all’evento del 4 luglio a NAS-1 - dalle ore 17:00 alle ore 22:00 e sponsorizzare fino a un massimo di 5 persone a seguito. Gli sponsor devono avere familiarità con i loro ospiti e non sponsorizzare persone che non si conoscono. Indicazioni generali, sicurezza e varie: Gli sponsor e i loro ospiti dovranno presentarsi - esclusivamente - al cancello secondario di NAS1 (denominato ANNEX GATE dopo ingresso principale andando verso Catania e ubicato quasi di fronte all' HotelSigonella INN) muniti di un documento d'identità valido con foto. Il cancello è aperto alle ore 17:00. Gli ospiti che non esibiranno un documento d’identità con foto non saranno ammessi alla festa. Gli sponsor sono ritenuti responsabili del comportamento dei loro ospiti e devono stare insieme a  loro per tutta la durata della loro permanenza alla festa. Se lo sponsor non è presente, gli ospiti non possono accedere. Evitare che ospiti si trovino da soli davanti al cancello senza poter entrare. Se per qualche motivo ciò non fosse possibile, gli sponsor dovrebbero prevedere di incontrarsi in luogo diverso  e poi recarsi tutti insieme al cancello secondario per l’accesso alla festa. Per chi intende parcheggiare all’esterno di NAS 1, i proprietari dei locali ubicati di fronte all’ingresso principale daranno la possibilità di posteggiare, a prezzi ridotti, all’interno dei loro parcheggi. Sarà vietato posteggiare lungo la SS 192, ovvero la strada che passa davanti alle strutture logistiche di NAS1. E' opportuno essere molto cauti quando si transita da e verso il villaggio di NAS1 a causa dell’aumento del traffico che si registra durante la festa. Durante la festa, non sarà assolutamente consentito introdurre zaini, borse e refrigeratori. Non saranno ammesse borse superiori alle seguenti dimensioni: 30 cm x 15 cm x 30 cm. Le borse, che non superano le dimensioni consentite, potranno essere introdotte previo controllo. Dopo i controlli, i passeggini potranno essere introdotti alla festa, lo stesso vale per le borse porta-pannolini. E’ TASSATIVAMENTE VIETATO portare con sé animali domestici, bottiglie di vetro, contenitori, zaini e merce di contrabbando (Coltelli di qualsiasi dimensione, taglierini, pistole, fionde, fuochi d'artificio, droga). Si invita a usare il buon senso, se un oggetto è potenzialmente pericoloso, non deve essere introdotto alla festa. Non sarà consentito introdurre bevande dall’esterno né birra e le altre bevande alcoliche. Verranno inoltre effettuati controlli casuali con l’etilometro su chi guida un veicolo. Gli sponsor italiani e americani saranno ritenuti responsabili del comportamento dei loro ospiti. Si potrà fumare solo nelle zone appositamente designate ed indicate sulla mappa. I fuochi d'artificio sono programmati per le 21.30. Eventuali variazioni dell’orario di inizio dei fuochi saranno comunicate tempestivamente durante la festa.


(ascolta intervista)cap. Vascello Kevin Pickard Jr, cap. Brent Trickel

e sindaco Saverio Bosco

CATANIAComando NASSIG USA Sigonella: cap. Vascello Kevin Pickard Jr. è subentraTO ad uscente cap. Brent Trickel. La cerimonia di Cambio  Comando ed insediamento del cap. Vascello  Kevin Pickard Jr. (ascolta intervista) (biografiain pdf)  ha luogo, giovedì 4 aprile, con inizio alle ore 10.30, presso l'hangar della Stazione Aeronavale della Marina americana di Sigonella (NAS), ubicata sulla Strada Statale 417.  Le autorità civili e militari locali partecipano alla cerimonia. Il Capitano di Vascello (biografiain pdf)Brent Trickel (ascolta intervista)  lascia l'Isola siciliana, dopo 3 anni, si era insediato il 10 maggio 2016, sostituendo il cap.  Chris DENNIS (intervista) . Il cap.Brent Trickel è destinato al college militare dell'esercito americano US Army’s Command and General Staff College di Fort Leavenworth in Kansas, dove prenderà servizio ad aprile. Il comandante uscente Trickel ha guidato con successo la base americana di Sigonella durante l'esercitazione NATO "DYNAMIC MANTA" e l'operazione ODYSSEY RESOLVE, alle quali l'installazione USA ha partecipato confermando il suo ruolo di "centro nevralgico del Mediterraneo". La NAS Sigonella, durante il periodo di comando Trickel, è stata la base operativa del summit G7 di Taormina del 2017 ed ha ospitato il primo discorso ufficiale del Presidente Trump indirizzato direttamente ai militari. La base NAS Sigonella, in questi tre anni di comando Trickel, ha ricevuto alcuni prestigiosi riconoscimenti tra i quali si annoverano il primo posto nella la gara di risparmio energetico triennale tra le basi ubicate in Europa, Africa e Asia Sudoccidentale  (EURAFSWA "Biggest Loser contest) ed il conferimento del premio "Capt. Edward F. Ney Award" per la migliore mensa militare nel 2018.  La NAS Sigonella fornisce supporto logistico al Comando della Regione Navale per l’Europa, l’Africa e l’Asia Sudoccidentale nonché alle unità della QUINTA e SESTA flotta USA ed alle forze NATO nel Mediterraneo.  Il  Capitano di Vascello Kevin "Kepper" Pickard Jr.(biografia in pdf)  è nato a New Orleans, in Louisiana, si è laureato nel 1996 presso l'Accademia Navale degli Stati Uniti ottenendo una laurea in Inglese con lode. Il Capitano Pickard ha al suo attivo più di 3.600 ore di volo su elicotteri TH-57, HH-1N, MH-53E, e MH-60S ed ha prestato servizio in mare presso il Quarto Gruppo Elicotteri (HC-4) a Sigonella in Sicilia e l’Undicesimo Gruppo Elicotteri (HC-11) a San Diego in California, ha ricoperto l’incarico di aiutante di bandiera a bordo della portaerei USS Theodore Roosevelt (CVN 71) del gruppo navale d’attacco Carrier Strike Group 2.

 


CATANIA - Generale Miniscalco cte Forze Supporto e Speciali visita Sigonella. L’alto ufficiale ha particolarmente apprezzato le attività che l’Aeroporto Siciliano fornisce alle Istituzioni ed alla collettività nel settore del controllo traffico aereo civile.  Il  Comandante le Forze di Supporto e Speciali (CFSS) dell’Aeronautica Militare (AM), Generale di Divisione Aerea Gianpaolo Miniscalco, nella sede Comando Aeroporto di Sigonella è stato accolto dal Colonnello Pilota Gianluca Chiriatti Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto. Il Gen. Miniscalco ha assistito alla presentazione della complessa realtà dell’Aeroporto Siciliano, con approfondimenti sui diversi Enti  nazionali ed internazionali  presenti e sulle attività di implementazione strutturale che ne coinvolgono tutto il sedime. Il  Comandante del CFSS a margine dell’alzabandiera generale appositamente voluta allo scopo di rivolgersi direttamente a tutto il personale dipendente ha detto : “Mi vedrete girare per la base al fine di capire ancora meglio questa grande ed importante realtà dell’Aeronautica Militare”. I  militari, nel proseguo della giornata, sono stati avvicinati dal generale nei rispettivi luoghi di lavoro al fine di coglierne l’operatività nonché riscontrare eventuali problematiche. Il sopralluogo ha riguardato diverse infrastrutture della base tra le quali l’11° Reparto Manutenzione Velivoli, il 61° Gruppo Volo Predator e la NATO AGS Force. Particolare interesse e attenzione ha suscitato la visita alle infrastrutture del 441° Gruppo Servizi Tecnico Operativo (STO) dell’Aeroporto che si occupano della gestione dello spazio aereo della Sicilia Orientale.  I  controllori militari di Sigonella, in perfetta sinergia con le altre Istituzioni interessate, disciplinano la gestione del traffico aereo civile di Catania Fontanarossa. L'emissione nell’atmosfera di cenere vulcanica dell’Etna ha per oltre un mese seriamente compromesso il traffico aereo  nel cielo entneo.  I  militari AM di Sigonella hanno continuato ad assicurare, alle Istituzioni ed alla Collettività, i consueti e quotidiani servizi di fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di interesse, gestendo l’emergenza con le limitazioni imposte e sempre nel pieno rispetto delle procedure per assicurare il massimo livello di sicurezza del volo. Il Generale Miniscalco durante la visita in Sicilia, iniziata nel pomeriggio del 29 gennaio, l’ha conclusa con un’attività addestrativa a bordo del velivolo P-72A del 41° Stormo. L’alto ufficiale  ha apprezzato le potenzialità del sistema d’arma recentemente acquisito in AM. Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze Supporto e Speciali dell’AM, ha il compito di fornire il supporto operativo, tecnico, logistico ed amministrativo agli Enti e Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando in continuità i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo. Le mansioni includono anche l’assistenza tecnica a terra, il rifornimento di carburante, il servizio meteorologico, il servizio antincendio, l’assistenza sanitaria, la disponibilità di infrastrutture ricreative ed alloggiative. Il 41° Stormo Antisom (dotato di velivoli P-72A), l’11° Reparto Manutenzione Velivoli e il 61° Gruppo Volo APR (con Predator tipo A) sono le principali realtà AM nazionali insistenti sul sedime e/o supportati; a questi vanno aggiunti quelli di rilievo internazionale: gli stanziali Naval Air Station U.S. Navy e NATO AGS Force ed i rischieramenti nell’ambito dell’attuale operazione EUNAVFORMED SOPHIA (di Lussemburgo, Spagna, Polonia). L’Aeroporto di Sigonella è responsabile sia della fornitura dei servizi traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata “Catania”, che  dei cieli della Sicilia orientale e mari adiacenti,  compresi l’Aeroporto Militare di Sigonella e quelli civili di Catania-Fontanarossa e di Comiso (RG)


SIGONELLACol. Frare cede a col. Chiriatti Comando 41° Stormo ed Aeroporto. Il  Colonnello Francesco Frare, dopo un anno di intensa attività nella Base siciliana, ha passato le consegne al Colonnello Gianluca Chiriatti alla presenza delle più alte Autorità della provincia di Catania e Siracusa. La cerimonia di cambio al comando del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella tra il Comandante uscente Colonnello Pilota Francesco Frare ed il subentrante Colonnello Pilota Gianluca Chiriatti ha avuto luogo martedì 13 novembre 2018, presso l’hangar di Sigonella. L’evento è stato presieduto dal Comandante le Forze di Supporto e Speciali dell’Aeronautica Militare, Generale di Divisione Aerea Gianpaolo Miniscalco, alla presenza dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale di Brigata Aerea Carlo Moscini e di alte Autorità religiose, militari e civili della Sicilia Orientale. La cerimonia di cambio si è svolta dinnanzi alla Bandiera di Guerra del 41° Stormo, decorata di 2 Medaglie d’Argento al Valor Militare e 1 al Valor Civile, nonché dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e di tutto il personale dipendente schierato. L’evento è stato seguito anche da ex Comandanti, personale militare in congedo del reparto e  rappresentanze di tutti gli altri Enti - nazionali ed internazionali - presenti nell’Aeroporto Siciliano per vari motivi. Grande assente territoriale  Tra questi, le maggiori realtà, quelle AM - del 11° Reparto Manutenzione Velivoli e del 61° Gruppo Volo Predator  e quelle internazionali stanziali : la Naval Air Station Statunitense e la NATO AGS Force, nonché gli assetti stranieri impegnati periodicamente nelle operazioni di EUNAVFORMED (Lussemburgo, Spagna e Polonia), presenti anche i rappresentanti ANC di Catania.

    

Il comune di Catania era rappresentato dall’assessore Fabio Cantarella con fascia tricolore e gonfalone, il sindaco di Motta Sant’Anastasia dr. Anastasio Carrà ha presenziato col gonfalone, era  assente alla cerimonia la rappresentanza comunale di Lentini. La manifestazione di cambio è stata arricchita da studenti degli Istituti del comprensorio:   Besta di Ragusa,  Majorana di Gela e Milazzo, Ruiz di Augusta ed  aeronautico Ferrarin di Catania; i ragazzi di quest’ultimo al momento sono impegnati proprio a Sigonella nel percorso di alternanza scuola lavoro. Il Colonnello Frare (ascolta intervista), nel suo discorso di commiato ha ripercorso “l’anno di lavoro impegnativo e gratificante per il continuo rinsaldo nei vincoli di collaborazione ed amicizia con tutte le realtà territoriali, sia interne che esterne a Sigonella, ha ricordato lo sforzo profuso nel continuo supporto a chi opera o transita da Sigonella (Naval Air Station USA, NATO AGS Force, assetti stranieri per Eunavformed, e tanti altri), nelle attività del velivolo P-72A del 41° Stormo per la sicurezza e difesa dei nostri mari) ed in particolare, ha sottolineato  la perfetta sinergia con i vertici aeroportuali di Fontanarossa per l’ottimale gestione del traffico aereo di Catania, Comiso e Sigonella, indispensabile per la crescita dell’economia della Sicilia Orientale, nonché  riscontri positivi avuti dagli oltre 350 studenti e loro insegnati che nell’anno 2018 hanno svolto i progetti di alternanza scuola lavoro nelle diverse articolazioni interne”. Il Colonnello Chiriatti (ascolta intervista) , nel corso del suo intervento d’insediamento ha sottolineato che seguirà con convinzione il percorso lungimirante del predecessore ed ha ringraziato i Vertici AM per il prestigioso incarico affidato dicendo :  “sono conscio della delicatezza, risonanza e complessità delle attività che si svolgono su questo Aeroporto, sede di concrete e virtuose tradizioni interforze, nonchè preziosissima risorsa per tutto il nostro Paese”. Rivolgendosi poi al personale che si appresta a guidare, il comandante ha precisato: “impronterò la mia azione di Comando ponendo al centro la persona ed ispirandomi a semplici - ma eternamente nobili - valori: integrità, chiarezza e rispetto.  Ritengo che un Comandante debba fornire la visione e creare il sano clima di lavoro in cui ognuno possa esprimere - in modo leale, genuino e propositivo – le proprie idee ed il proprio potenziale”. Il Generale Moscini, dal 1° ottobre scorso Ispettore dell’Aviazione per la Marina, nel salutare tutti gli intervenuti all’evento, ha lodato l’operato del Colonnello Frare per avere portato a compimento la fase di implementazione del sistema d’arma P-72° ha detto: “Il comandante ha svolto un lavoro che ha dato frutti molto concreti e positivi, ha permesso di onorare gli impegni, qualificare equipaggi e iniziare nel migliore dei modi il nuovo corso. Il velivolo sta svolgendo le previste valutazioni operative e partecipato con successo alle maggiori recenti esercitazioni, oltre ad effettuare quotidianamente le prioritarie missioni di pattugliamento marittimo per il controllo delle vie di comunicazione, per il contrasto all’immigrazione clandestina ed il soccorso ai naufraghi; inoltre, sta crescendo nelle sue molteplici potenzialità per l’impiego sul mare e a favore delle altre Forze Armate e Agenzie dello Stato”.

 Il Generale Miniscalco, a conclusione degli interventi, ha tenuto a salutare tutte le Autorità ed Ospiti intervenuti che con la loro presenza testimoniano la loro vicinanza alla Forza Armata. L’alto ufficiale, nel confermare la piena fiducia al Colonnello Chiriatti e il plauso al Colonnello Frare, si è rivolto al personale militare che opera a Sigonella dicendo : “La peculiarità del vostro reparto, che lo rende unico e punto specifico di riferimento per la Forza Armata, è rappresentata dall’insistenza sul sedime militare di altri enti/reparti di Forza Armata, Interforze, Interagenzia ed Internazionali, che da questa base operano quotidianamente, a qualsiasi ora del giorno e della notte in tempi rapidissimi, al servizio del cittadino e della stabilità internazionale. Questa particolarità, oltre a dare prestigio, impone degli obblighi di ospitalità rilevanti, ribaditi nella missione assegnata al reparto che racchiude l’essenza del vostro operare con orgoglio, ininterrottamente e con i risultati encomiabili che sono sotto gli occhi di tutti”. Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze Supporto e Speciali dell’AM, ha il compito di fornire il supporto operativo, tecnico, logistico ed amministrativo agli Enti e Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando senza soluzione di continuità i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo, che includono tra gli altri l’assistenza tecnica a terra, il rifornimento di carburante, il servizio meteorologico, il servizio antincendio, l’assistenza sanitaria, la disponibilità di infrastrutture ricreative ed alloggiative. Il Comando è inoltre, responsabile della fornitura dei servizi traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata “Catania”, che comprende i cieli della Sicilia orientale e mari adiacenti, ivi compresi l’Aeroporto Militare di Sigonella e quelli civili di Catania-Fontanarossa e di Comiso (RG). Il 41° Stormo Antisom di Sigonella, gerarchicamente dipendente dall’Ufficio dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, è dotato di velivoli “P-72A” con i quali garantisce la propria missione primaria di sorveglianza marittima, contrasto ai traffici illeciti e al terrorismo internazionale e di salvaguardia della vita umana in mare a lungo raggio nonché protezione delle principali vie di traffico marittimo nei quadranti meridionali del mediterraneo. Gli equipaggi del P-72A sono formati da ufficiali piloti e sottufficiali operatori di bordo che appartengono all’AM e alla MM. La caratteristica tipica rappresenta dal 1965 un esempio di sinergia e cooperazione interforze ben collaudato ed efficiente che si pone in netto anticipo rispetto al forte sviluppo interforze dello strumento militare caratteristico di questi ultimi anni. Per questo motivo, a seguito dell’istituzione nel 1957 dell’Aviazione Antisommergibile, il 41° Stormo mantiene una veste tipicamente interforze e perfettamente integrata attraverso il connubio tra due Componenti (AM e MM). I velivoli antisom, in passato i Grumman ed Atlantic ed oggi il P72A, dipendono infatti per l’impiego dalla MM che valuta e determina tutte le missioni operative ad essi assegnabili, mentre le attività tecnico-logistiche e l’addestramento tecnico-professionale sono responsabilità dell’AM che ha alle dipendenze il 41° Stormo.


Catania    Contrammiraglio  Gaetano Martinez Direttore Marittimo Sicilia orientale Guardia Costiera. La  cerimonia del passaggio delle consegne tra Direttori Marittimi si è svolta alle ore 11:00 del 6 ottobre a Catania presso l'hangar principale della Base Aeromobili della Guardia Costiera di Fontanarossa.

 

Il comandante cedente, dopo quasi due anni e mezzo trascorsi nel capoluogo etneo,  il Contrammiraglio Nunzio MARTELLO (ascolta intervista) , è stato trasferito a Roma, destinato presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. Il  comando della Direzione Marittima della Sicilia orientale, dopo la tradizionale formula del "riconoscimento", è stato assunto dal

Contrammiraglio (ascolta intervista) Gaetano MARTINEZ.  L’alto ufficiale proviene  dalla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale. Il Contrammiraglio Gaetano MARTINEZ 61 anni è originario di Lentini ed é entrato nel Corpo delle Capitanerie di porto nel 1982. Il Direttore Marittimo Sicilia orientale Guardia Costiera è laureato in Giurisprudenza ed abilitato alla professione di avvocato, nel corso della carriera ha ricoperto diversi incarichi in varie destinazioni. Il  Contrammiraglio Gaetano MARTINEZ, oltre ad aver comandato gli uffici Marittimi di Riposto, Augusta e Siracusa e le Direzioni Marittime di Reggio Calabria e Palermo, è stato Capo Ufficio del Reparto Ambientale Marino presso il Ministero dell’Ambiente.  La cerimonia è stata presieduta dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo MELONE. La manifestazione d'insediamento è stata seguita sia dalle Autorità civili, religiose e Militari di Catania


articolo in PDF  articolo in jpg

Catania -   7 sommergibili, 10 navi, 14 aerei ed elicotteri all’ addestramento anti-sommergibile NATO “DYNAMIC MANTA 2017” concluso  con successo nel Mediterraneo. . La NATO  è stata impegnata in esercitazione dal 13 al 24 marzo, con mezzi aeronavali ed equipaggi provenienti da 10 Paesi Alleati, riuniti nel Mediterraneo Centrale. L’addestramento alla lotta anti sommergibile e contro i mezzi di superficie ha comportato l’impiego 10 navi militari di Francia, Grecia, Inghilterra, Italia, Spagna, Turchia e Stati Uniti.   L’Italia, oltre a partecipare con il cacciatorpediniere Luigi Durand De La Penne, il sommergibile Pietro Venuti, e un elicottero SH90 della Marina Militare, ha fornito supporto logistico attraverso il Comando Marittimo della Sicilia, la Base Navale di Augusta e la Base Aerea di Sigonella. Le navi sono state supportate da 14 aerei da pattugliamento marittimo e numerosi elicotteri forniti da Canada, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Norvegia, Spagna, Turchia e Stati Uniti che hanno operato sia dalla base di Sigonella e cha a bordo delle fregate. 7   i sommergibili che hanno preso parte all’esercitazione dell’Alleanza Atlantica.  I giornalisti accreditati hanno avuto modo di visitare durante le operazioni il sommergibile turco TCG Inonu, il sommergibile greco HS Papanikolis e la fregata spagnola ESPS Mendez Nunez che ha coordinato le operazioni. La nave militare spagnola comandata  dal cap. Ruben Rodriguez Pena  del Comando NATO   ha mostrato, ai giornalisti accreditati, durante l’addestramento la capacità operativa.

 

Il contrammiraglio italiano Nicola De Felice comandante marittimo  Sicilia, a bordo della fregata spagnola con il  c.te Miguel Ramon Cuartero Lorenzo il c.te Marittime Air NATO Commodore Andreas Vettos della marina Greca hanno spiegato ai giornalisti  le attività in mare   nel corso della navigazione sulla ESPS Mendez Nunez.

 

I militari della NATO hanno raggiunto l’obiettivo prefissato  con la principale esercitazione nel Mediterraneo, dedicata all’addestramento anti sommergibile, sono state  affinate le capacità e tecniche dei sommergibili e delle navi dell’Alleanza Atlantica. I  temi addestrativi per incrementare la capacità di combattimento in contesti operativi multinazionali sono stati elaborati  con scenari realistici ed eventi in difficoltà crescente. I militari si sono confrontati con ipotesi  di minaccia che è sempre presente, quella subacquea per cui è stato importante per le forze Nato partecipare con assetti in mare ed  anche con il supporto logistico della marina Italiana. La Marina Italiana  nel corso “DYNAMIC MANTA 2017” ha impiegato navi in superficie che hanno la possibilità di utilizzare il “green flue” una sorta di eco combustile composto al 50%   fossile e 50% green che è stato già sperimentato a bordo di diverse unità navali. L’Italia ha assunto un ruolo fondamentale perché ha fornito alle navi NATO il supporto logistico comprendente  i rifornimenti e  la possibilità di fruire dei porti della Sicilia Orientale da Augusta fino a Messina  e   Catania   ha ospitato ben 9 navi, con impegno  non indifferente. Catania ha permesso agli equipaggi anche di potersi rilassare nel conoscere la città che esprime anche cultura con i suoi monumenti. Augusta ha fornito supporto a livello di rifornimento e munizionamento anche per unità navali di Paesi provenienti al di là dell’Atlantico, navi americane e canadesi.

 

Sigonella con la sua capacità aeroportuale ha permesso anche ai pattugliatori Atlantic delle nazioni impegnate di atterrare ed essere presenti anche in questa esercitazione. Maristaeli Catania ha espresso il meglio della propria potenzialità in questa esercitazione NATO fornendo mezzi e supporto. Il contrammiraglio Nicola De Felice(INTERVISTA)   comandante marittimo  Sicilia ha affermato : “Ci confrontiamo con una minaccia che è sempre presente, quella subacquea per cui è importante che le forze Nato partecipino con assetti in mare ed  anche con supporto logistico.  L’Italia, con la Sicilia offre un supporto logistico non indifferente.  Le  navi della Marina Militare   hanno la possibilità di utilizzare come carburante il green flue e soprattutto in Sicilia sui pattugliatori di Augusta. Il  prodotto sarà commercializzato e reso disponibile.  Il ruolo dell’Italia in questa operazione è fondamentale come ha ricordato anche il comandante Commodore Andreas Vettos della marina Greca reso disponibile dal comando NATO in Gran Bretagna.  L’addestramento anti-sommergibile NATO “DYNAMIC MANTA 2017” strategico nel Mediterraneo ha  comunque evidenziato come il terrorismo non abbia grande influenza è relativo, poiché le navi sono sempre pronte a qualsiasi tipo di attacco, ed hanno le loro informazioni e sono in grado di esprimere nel merito una difesa importante.


Catania Sigonella  cap. Trickel a Comando. La  cerimonia di cambio di comando della Stazione Aeronavale della Marina americana di Sigonella tra il cap. Chris DENNIS ed il cap. Brent Trickel si è svolta martedì 10 maggio, con inizio alle ore 13, presso le strutture logistiche della Stazione Aeronavale della Marina americana di Sigonella (NASSIG) denominate NAS 1, alla presenza dell’Ammiraglio di Divisione Rick Williamson Comandante della Regione Navale per l’Europa, l’Africa e l’Asia Sudoccidentale. Il  Capitano di Vascello Brent Trickel (intervista) è subentrato al Comando della  NASSIG americana nel corso di una sentita cerimonia alla presenza delle Autorità  civili e militari italiane. Il nuovo comandante della Stazione Aeronavale della Marina americana di Sigonella cap. Trickel  ha un curriculum militare di primo piano è stato sin dal 2013  al Comando della Commissione Integrata di Difesa Aerea e Missilistica del Gruppo d’Attacco Portaerei CSG-15. Il Capitano di Vascello Chris DENNIS (intervista)  lascia l'Isola,  dopo 3 anni di Comando, ed assume  l’incarico di Comandante del Programma Cadetti Ufficiali della Marina USA dell’Università del Michigan (ROTC). Il Console Generale degli Stati Uniti d’America Napoli  Colombia A. Barrosse  (intervista)  che attualmente ha il grado di Consigliere ha presenziato alla cerimonia d’insediamento. Il rappresentante dello Stato Americano A. Barrosse in tre occasioni ha lavorato al Dipartimento di Stato a Washington, come Assistente Speciale del Segretario di Stato Madeleine Albright. Il Console Barrosse ha espresso a fine cerimonia soddisfazione sulla decisione sull’impianto di comunicazione satellitare USA conosciuto come MUOS, situato all’interno della base militare di Niscemi. I  droni, aerei senza pilota  allocati anche a Sigonella potranno beneficiare del moderno sistema di telecomunicazione satellitare della marina militare statunitense, composto da cinque satelliti geostazionari e quattro stazioni di terra, di cui una a Niscemi, dotate di tre grandi parabole del diametro di 18,4 metri e due antenne alte 149 metri, per il coordinamento capillare di tutti i sistemi militari statunitensi dislocati nel globo. Al   comandante Brent Trickel gli auguri di buon lavoro.

 




 VIDEO SALVATAGGIO  

CATANIA - Guardia Costiera con elicottero salva donna 19enne colpita da meningite in servizio su nave da crociera. La malcapitata è stata presa dagli uomini della base Aeromobili Guardiacoste di Catania a bordo del velivolo militare. La paziente è arrivata in volo nell’ospedale Cannizzaro. La richiesta di aiuto era giunta alla base di Catania dalla Sala Operativa della Direzione Marittima di Reggio Calabria per intervento di un mezzo aereo, dopo aver sentito il parere del Centro Italiano Radio Medico. L’elicottero Nemo 08, di mattina, è decollato subito dall’aeroporto di Catania Fontanarossa. Il velivolo si è diretto sul punto di intervento, a 110 miglia nautiche ad Est dalla Costa Catanese a circa 100 miglia nautiche della Costa Calabrese, a largo di Capo Spartivento. Il recupero della donna in pericolo è avvenuto intorno alle ore 12 sul ponte dalla nave da crociera che la sera precedente era partita dal porto di Napoli, diretta verso Il Pireo in Grecia. L’elicottero AW139 della Guardia Costiera ha trasferito in volo sicuro la donna in pericolo  presso l’Ospedale civile “Cannizzaro” di Catania. La paziente è stata affidata al personale sanitario del 118, per gli accertamenti delle cause del malore e le cure necessarie.


VIDEO SOCCORSO  

CATANIA - GUARDIA COSTIERA RECUPERA IN MARE E SALVA MARITTIMO INFERMO PUNTO DA PESCE VELENOSO. La Motovedetta CP 888 ha raggiunto l’imbarcazione da pesca al largo del golfo etneo e dopo il recupero a bordo del ferito, ha fatto rapidamente rientro in porto, affidando l’infortunato al personale medico del 118. La Sala operativa della Capitaneria di porto di Catania di mattina ha ricevuto dall’equipaggio di un peschereccio la richiesta “urgente” di soccorso medico per un membro dell’unità da pesca. Il malcapitato era stato colto da malore, a seguito della puntura da una specie velenosa di pesce. Il comandante del peschereccio, in attività di pesca a circa 10 miglia dalle coste catanesi, aveva chiesto l’intervento immediato di una unità navale della Guardia costiera, per il rientro rapido nel porto di Catania del malcapitato, al fine di poter dare, nel più breve tempo possibile, la necessaria assistenza medica. La motovedetta raggiunta l’imbarcazione ha recuperato a bordo del marinaio, ed ha fatto rapidamente rientro in porto. Il marittimo è stato affidato  al personale medico del 118, pre-allertato e già pronto in banchina nella Capitaneria di porto di Catania. Il marinaio salvo è stato  trasferimento nell’ospedale “San Marco” di Catania.


di Carlo Majorana Gravina

CATANIA - Associazione nazionale Bersaglieri: Scuderi presidente 2020-2023 provinciale etneo. Le elezioni per il nuovo direttivo 2020-2023 dell’Associazione Nazionale Bersaglieri per la Provincia di Catania si sono svolte a San Gregorio, auditorium “Carlo Albero Dalla Chiesa”.  Il direttivo designato è composto dai soci eletti : Nello Barbagallo, Giuseppe Catalano, Nunzio Lira, Alfio Pappalardo, Santo Mario Scuderi. Quest’ultimo ha riportato il maggior numero di voti, ed ha assunto al carica di presidente. Durante la manifestazione sono stati consegnati due attestati di Socio Benemerito ai soci Michele La Spina e Giuseppe Ignazio Berardi.


Il Capitano di Vascello Andrea VENTURA dal 6 ottobre 2017 è Comandante della Portaerei CAVOUR


CATANIA -  Fregata Luigi Rizzo in sosta per visita in Porto Catania dal 14 al 19 agosto. 168 uomini e donne compongono l’equipaggio in servizio sulla nave lunga oltre 140 metri. La fregata Europea Multi Missione (FREMM) Luigi Rizzo della Marina Militare effettua la sosta nel porto etneo dal 14 agosto fino a lunedì 19. L’Unità resta ormeggiata presso la banchina sporgente centrale, ed è possibile visitarla da parte della cittadinanza, dal giorno 14 agosto fino al 19 agosto, con i seguenti orari: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00. La Nave Luigi Rizzo è la sesta fregata della classe, la seconda in configurazione General Purpose, ed è allestita con sistemi d'arma, difesa e scoperta di ultima generazione full digit full integrated. La nave è stata consegnata alla Marina Militare il 20 aprile 2017 ed è dedicata a Luigi Rizzo, eroe pluridecorato che ha scritto alcune delle pagine più gloriose e significative della Prima Guerra Mondiale. La  fregata Luigi Rizzo lunga di oltre 140 metri ed un dislocamento a pieno carico di 6700 tonnellate è con i 168 uomini e donne una nave polivalente, progettata all’insegna dell’innovazione e della flessibilità, in modo da poter contribuire alla tutela degli interessi vitali nazionali e poter rispondere con successo alle sfide future.


CATANIA – T.Col. Santagati a comando Gruppo Efficienza Aeromobili 41° Stormo Sigonella, subentra  al T. Col. Nastasi. La  cerimonia d’avvicendamento al Comando del Gruppo Efficienza Aeromobili (GEA) del 41° Stormo Antisom dell’Aeronautica Militare (AM), tra il Tenente Colonnello Alfredo Nastasi, Comandante uscente ed il Tenente Colonnello Antonino Santagati, Comandante subentrante ha avuto luogo Mercoledì 25 luglio 2017, sul piazzale bandiera dell’Aeroporto di Sigonella. Il passaggio delle consegne si è svolto nell’ambito dell’alba bandiera generale, ed è stato presieduto dal Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella Colonnello Pilota Francesco Frare, alla presenza delle rappresentanze di tutto il personale degli Enti insistenti sulla della base siciliana. Il  TC Nastasi cedente a  donne ed uomini del GEA ha detto: “Siete stati il motore del cambiamento che ha visto il 41° Stormo passare dall’impiego di una macchina vetusta ma efficiente fino alla dismissione come l’Atlantic, all’impiego di un assetto evoluto e pronto alle sfide che il futuro riserverà come il P-72A”. Il  TC Santagati, ha ringraziato il Col. Frare per la fiducia accordata, si è rivolto al personale del GEA, dicendo: “Conosco il Vostro valore e professionalità che è la stessa professionalità che ha portato il velivolo Atlantic a volare in sicurezza per oltre 45 anni raggiungendo la flotta complessivamente 256.000 ore volate. Oggi, con lo stesso impegno e rinnovato slancio, dobbiamo continuare a garantisce l’efficienza e l’operatività del nuovo velivolo P72, affrontando giornalmente le svariate problematiche tecniche e logistiche dovute alla delicata fase di fhase-in.  L'impegno e la passione per il nostro lavoro sono certo continueranno ad essere tra i valori guida a cui tutti noi faremo riferimento, al fine di conseguire gli obiettivi operativi demandati dalle nostre Istituzioni”. Il Tenente Colonnello Antonino Santagati, nato a Catania nel 1970, si è arruolato in AM nel settembre del 1990 quando ha iniziato a frequentare il 77° Corso Sottufficiali a Caserta. Nel 1992 è stato assegnato al 41° Stormo di Sigonella fino al 1996 quando frequentato il 24° Corso Ufficiali presso l'Istituto di Scienze Aeronautiche di Firenze. Inizialmente assegnato al 35° Gruppo Radar AM di Marsala ricoprendo vari incarichi, dal 2001 è stato trasferito a Sigonella ricoprendo vari incarichi da Capo Sezione. Il Gruppo Efficienza Aeromobili è stato costituito il 1° dicembre 2003, con il compito di assicurare l’efficienza e l’operatività della linea di volo attraverso la manutenzione di 1° e 2° livello tecnico del velivolo Atlantic, fino alla sua dismissione avvenuta il 22 novembre 2017, e dal 2016 anche del velivolo P-72A, con la collaborazione e il supporto dell’11° Reparto Manutenzione Velivoli di Sigonella e del già Centro Manutenzione di Cagliari Elmas. Il 41° Stormo Antisom dell’AM di Sigonella, alle dipendenze dell’Ufficio dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, è dotato di velivoli P-72A con i quali garantisce la propria missione primaria di sorveglianza marittima, contrasto ai traffici illeciti e al terrorismo internazionale e di salvaguardia della vita umana in mare a lungo raggio nonché protezione delle principali vie di traffico marittimo nei quadranti meridionali del mediterraneo. Il  Col. Frare ha ringraziato il TC Nastasi per gli eccellenti risultati conseguiti nel periodo di transizione dei due sistemi d’arma, sottolineandone l’apprezzato stile di lavoro portato avanti in modo silenzioso e con spirito di squadra sempre al servizio delle istituzioni e della Collettività.


CATANIASigonella, contrasto reti trafficanti esseri umani :  operazione EUNAVFORMED SOPHIA, insediato distaccamento Aeronautica polacca. La Polonia ha messo a disposizione dell’operazione un velivolo Antonov An-28B1R e 60 militari. La  cerimonia di insediamento del Distaccamento dell’Aeronautica della Polonia ha avuto luogo, nei gioni scorsi, nella Base Aerea di Sigonella, con circa 60 militari ed il velivolo Antonov An-28B1R,  entrato a far parte dell’operazione Militare Navale dell'Unione Europea nel Mediterraneo Centromeridionale (EUNAVFOR MED SOPHIA). L'operazione dell'Unione Europea è finalizzata al contrasto delle reti dei trafficanti di esseri umani nel Mar Mediterraneo centro-meridionale ed operante quale contributo agli sforzi dell'UE per il ritorno della stabilità e della sicurezza in Libia e nella regione. La cerimonia è stata presieduta dal vice comandante dell'operazione UE, il Contrammiraglio francese Gilles Boidevezi, alla presenza del Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Francesco Frare, dei capi degli assetti dislocati stabilmente sulla base siciliana e di tutto il personale schierato dell’unità Polacca. I Militari dell’Aeronautica (AM) di Sigonella svolgono funzioni di supporto per facilitare ed assicurare tutte le operazioni a terra di accoglienza e ricovero degli equipaggi, dal rifornimento di carburante, al servizio meteorologico, al controllo del traffico aereo, alla sicurezza delle infrastrutture e tutti quei servizi minori ma necessari alle realtà nazionali ed internazionali dell’Aeroporto Siciliano per intraprendere al meglio le attività demandate. Tra gli schieramenti internazionali, oltre a quello della Naval Air Station (NAS) degli USA presente dal 1959, a Sigonella sono operativi i rischieramenti di Frontex, di Eunavformed ed - in fase di implementazione - la componente NATO AGS Force che si dedicherà alla manutenzione di velivoli a pilotaggio remoto (APR) del tipo Global Hawk, all’analisi e diffusione dei dati raccolti e all’addestramento del personale dei Paesi dell’Alleanza destinati ad operarvi. Diversi assetti stranieri già dal mese di settembre 2013, in modo continuativo e prima ancora saltuariamente, si erano avvicendati nell’ambito delle attività Frontex/Triton, con lo scopo di coordinare il pattugliamento delle frontiere degli Stati membri e di favorire gli accordi per la gestione dei migranti. I militari ospitati, generalmente con cadenza mensile, provengono da Grecia, Portogallo, Islanda, Spagna, Svezia, Olanda, Francia, Gran Bretagna, Danimarca. Sigonella è una delle basi dell’AM, che da luglio 2015,  è pronta per EunavforMed a fornire supporto ed ospitare militari stranieri quali quelli di Portogallo e attualmente di Lussemburgo, Spagna e Polonia. Sulla base  c’è anche una Forward Operating Base (FOB) con a capo il Comandate del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella. Periodiche attività di supporto ed assistenza dall’Aeroporto di Sigonella sono quella garantire ad equipaggi e velivoli stranieri o realtà pubbliche e civili del Territorio per esercitazioni e varie esigenze: in questi giorni è in atto l’attività NATO Dynamic Manta 2018, lo scorso novembre la SATER con simulazione di salvataggi in zona etnea, la scorsa estate il supporto ad assetti dell’Esercito Italiano e della Protezione Civile per fronteggiare l'emergenza incendi boschivi (AIB) in Sicilia. Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze di Supporto e Speciali dell’AM di Roma, ha il compito di fornire il supporto tecnico, logistico, amministrativo ed operativo al 41° Stormo Antisom - dotato di velivoli P-72A, al 61° Gruppo Volo - dotato di APR tipo Predator ed ai Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando - al contempo - i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo. Nell'ambito dei servizi alla collettività, fornisce supporto di linea volo 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno, a voli militari e di Stato, nonché a quelli per il trasporto aereo sanitario di organi e di pazienti bisognosi ed in imminente pericolo di vita. Inoltre, è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata Catania, che comprende i cieli della Sicilia orientale e dei mari adiacenti, ivi compresi gli Aeroporti di Sigonella, Catania-Fontanarossa e Comiso.


Catania - Candelora d'oro a Luca Parmitano. La massima onorificenza catanese, è stata consegnata virtualmente in collegamento audio-video da Huston dal sindaco Enzo Bianco all’astronauta Luca Parmitano maggiore dell'Aeronautica Italiana, pilota collaudatore sperimentatore ed ingegnere di volo, medaglia d'argento al valore aeronautico. Parmitano con le foto dallo spazio è stato ambasciatore della Sicilia nel mondo. L’astronauta è nato a Paternò è sposato ed è padre di  due figlie.


Catania  -   Manlio Sgalambro  Era diventato noto al pubblico musicale  per la sua collaborazione ventennale con Franco Battiato.  Manlio Sgalambro, nato a Lentini il 9 dicembre del 1924, amava  sia filosofia, scrittura, poesia che canto. Sgalambro ha avuto filosoficamente un orientamento nichilista apprezzando Friedrich Nietzsche ed Emil Cioran. Il filosofo ha pubblicato  saggi in riviste nel tempo fin dagli anni ‘50, nel 1982, è stata pubblicata l’opera: "La morte del sole". Manlio Sgalambro con apparizioni televisive ha raggiunto una notorietà in tutti gli ambienti oltre che culturali in cui già era noto.  Ha scritto tanto : "Trattato dell'empietà", "Del pensare breve", "Dell'indifferenza in materia di società", "La consolazione", "Trattato dell'età", "De mundo pessimo" e altri. L'ultimo scritto è del 2013: "Variazioni e capricci morali". Sgalambro ha collaborato a gran parte dei progetti musicali  di Battiato ed ha scritto testi di canzoni anche per altri artisti. Abbiamo avuto il piacere e l’onore di averlo anche nell’elenco dei nostri collaboratori, il suo pezzo è ancora in rete (titolo con lui concordato): "Quieti"..per cinquanta anni "Questo federalismo è un "padanismo"  non può essere il solo stimolo......" di   MANLIO SGALAMBRO. I funerali sono celebrati venerdì 7 marzo alle 15:30 nella chiesa Crocifisso dei miracoli di Catania.


Questore  Catania Salvatore Longo   

(ascolta l'intervista)

Catania - Salvatore Longo Questore di Catania sostituisce Antonino Cufalo. Il Cambio alla Questura di Catania con il passaggio delle consegne tra il funzionario dottor  Salvatore Longo 

 proveniente dalla Questura di Parma, dove lascia il posto a Giuseppe Racca, proveniente da Ravenna ed il dottor  Antonino Cufalo   è il nuovo questore di Torino. Il dottor Salvatore Longo catanese di nascita ha avuto parole di lodi per l'attività svolta dai suoi predecessori ed ha affermato di voler proseguire nella direzione della continuità, ha detto

 

(clicca ed ascolta l'intervista) :"  C'è l'impegno per risolvere i problemi interni ed aspetti logistici,  particolare attenzione per la sicurezza generale. Il servizio investigativo è efficiente e collaudato".

L’on. Salvo Pogliese (PdL), vice presidente dell’Assemblea regionale siciliana, in merito all’avvicendamento al vertice della Questura etnea dichiara:”L’alto profilo professionale ed esperienza del dottor Longo garantiranno certamente determinazione e sapienza investigativa per la repressione del crimine a Catania. Un ringraziamento inoltre va al precedente questore, il dott. Cufalo, per l’ottimo lavoro svolto nella nostra città”. 


Catania  - STMicroelectronics 2.100 lavoratori in “Croce” per 13 settimane. Luca Vecchio Segretario UGL Metalmeccanici Catania  scrive in un comunicato  in merito all’ esito incontro annuncio Cassa Integrazione per il sito STMicroelectronics di Catania:In data 5 settembre 2012 alle ore 11 si è  svolto un incontro tra direzione aziendale locale della STMicroelectronics e la RSU assistita dalle OO. SS.La direzione aziendale di Catania ha dichiarato che:Le previsioni indicavano una crescita di mercato del 12% nel Q2 2012 e del 10 % ulteriore nel Q3. Nel mese di giugno c'e stata un'inversione di tendenza con un calo e taglio globale di ordini che abbraccia tutti i settori,sopratutto il wireless. Questo si e’ tradotto in un forte calo di ordinativi, che si ripercuoterà sopratutto nel Q4. I settori maggiormente colpiti sono quelli dei PC, Industrial ed Automotive. Gli unici dispositivi a salvarsi sono i MEMS, che pero sono realizzati solo ad Agrate-Milano. Sugli 8 pollici il calo e' del 35%, mentre per i 6 pollici il calo e' del 20%. Il numero complessivo di raffreddamento (ogni giornata lavorativa e’ composta di 3 turni), al netto della “chiusura natalizia” è pari a 75 turni per M5 e 45 per CT6. Epi 60 turni, EWS e LIP 25 turni. La CIGO partirà da ottobre. Infine, per far fronte alle gravi problematiche connesse a ST Ericcsson, la settimana prossima il CEO C. Bozotti annuncerà le azioni che ST vorrà implementare a livello globale con particolare riferimento all’Italia e alla Francia.  Nel pomeriggio, alle ore 17, 15 circa la Confindustria  per nome e per conto di STMicroelectronics, ha avviato la procedura di consultazione sindacale ai sensi della legge 164/75 comunicando che l’intervento riguarderà 2.100 lavoratori,  per un periodo di 13 settimane,  invitando le OO.SS. ad espletare l’esame congiunto per giorno 13 c.m. alle ore 10.30. Riteniamo che ancora una volta siano i lavoratori a dover pagare lo scotto non solo della crisi economica, ma anche delle scelte manageriali. Infatti, se la fabbrica ad 8 pollici fosse stata riempita con i dispositivi MEMS si sarebbe potuto evitare il ricorso agli ammortizzatori sociali e soprattutto la ST avrebbe potuto ottemperare agli impegni sottoscritti in occasione dell’accordo sull’avvio dei 21 turni, siglato a marzo del 2011, che prevede almeno 150 nuovi assunti per il funzionamento della quinta squadra. Infine, rimaniamo con il fiato sospeso per l’annuncio dell’AD C. Bozotti, previsto per la settimana prossima, in quanto ci attendiamo una rivoluzione per cio’ che concerne l’organizzazione del lavoro. Non vorremmo che i programmi del management penalizzino ulteriormente i lavoratori. Al contrario, auspichiamo che per il sito di Catania vengano rispettati gli accordi con il ripristino degli investimenti e l’assunzione di almeno 150 nuove unità cosi com’è avvenuto per il sito di Agrate che a giugno di quest’anno ha avviato 400 assunzioni circa”.


CataniaPassaggio delle Consegne al Comando provinciale dei carabinieri  il Col. Giuseppe Governale il quale ha passato il comando al  Col. Giuseppe La Gala . Il Col. Giuseppe Governale, ha salutato la stampa in occasione del suo trasferimento, lasciando il  Comando di Catania al colonnello Giuseppe La Gala.  Il Colonnello Governale  ha già assunto l’incarico di Capo Ufficio Personale Marescialli del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Il Colonnello Giuseppe Governale, durante l’incontro, ha riepilogato i risultati conseguiti dall’Arma in Provincia di Catania nell’ultimo triennio, sottolineando come rilevante sia stato il calo dei reati che più di ogni altri incidono negativamente sulla gente comune, come nel caso di quelli cosiddetti predatori. L’alto ufficiale ha voluto evidenziare come i risultati siano anche il frutto della costante vicinanza dei Carabinieri alla popolazione, aspetto assolutamente fondamentale, soprattutto con riguardo alle fasce giovanili, ovvero quelle su cui si deve necessariamente investire se si vuole contribuire a migliorare la società. Il comandante provinciale di Catania Col. Giuseppe La Gala nel suo incontro con la stampa ha fatto il punto della situazione programmando un proficuo lavoro.


Catania Bianco nomina Caviezel cittadino onorario catanese. Il sindaco Enzo Bianco  ha ufficialmente consegnato al maestro pasticcere Lucas Caviezel la cittadinanza onoraria. Il  provvedimento sindacale era stato adottato il 23 novembre 2013 ed ufficializzato lunedì 27 gennaio 2014 nel salone Bellini di palazzo degli Elefanti. Alla consegna del riconoscimento è stato presente il presidente dell’associazione di categoria Salvatore Farina. Le motivazioni in pergamena: “Nato e cresciuto in Svizzera, Lucas Caviezel può essere considerato tuttavia l’alfiere di quella pasticceria catanese celebrata dalla letteratura come autentica forma d’arte. Sin dal secondo dopoguerra il maestro Caviezel ha saputo, nella patria di Procopio de’ Coltelli, rilanciare in particolare la gelateria, diventando il più importante artigiano italiano, universalmente noto per aver messo a punto la tecnica del bilanciamento degli ingredienti nella formulazione delle ricette. Ricchissima è, peraltro, la sua produzione di volumi e articoli, ancor oggi fondamentali punti di riferimento per l’arte gelatiera. Per il lustro che Lucas Caviezel ha saputo dare a Catania in questi decenni, l’Amministrazione comunale ritiene di dovergli conferire, in segno di stima e apprezzamento, la cittadinanza onoraria del Comune. Con il conferimento della cittadinanza onoraria al maestro Caviezel si intende dare un ideale riconoscimento anche al lavoro di tantissimi pasticceri e gelatieri catanesi”. Il sindaco Enzo Bianco ha affermato: “Attribuire la cittadinanza onoraria è uno dei momenti più importanti della sindacatura. E’ vera la gratitudine nell’assegnare il riconoscimento della cittadinanza all’uomo che ha saputo con impegno straordinario incentivare la tradizione della pasticceria e della gelateria in particolare e che, ancora oggi pur non più giovanissimo, trasmette i suoi saperi ai più giovani offrendo loro una preziosa opportunità”.


Sigonella - 28a "National Night Out" : sicurezza, prevenzione crimine e uso droghe. L'evento  si è svolto alle 17.30  del 2 agosto con il discorso di apertura del Comandante della base, Capitano di Vascello Scott Butler

 

e dell'ufficiale responsabile della polizia militare. La manifestazione si è svolta  con la tradizionale serata dedicata alla sicurezza e prevenzione del crimine e dell'uso delle droghe "National Night Out"  presso il Villaggio dei Marinai, ubicato vicino alla Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella (NAS 2 - Strada Statale 417 Catania-Gela ). La "National Night Out" è un evento che si svolge in contemporanea in tutti gli Stati Uniti e presso tutte le basi USA nel mondo. L'anno scorso, circa 37 milioni di persone tra personale delle forze di polizia, cittadini, associazioni civiche e culturali, rappresentanti delle istituzioni ed associazioni di commercianti hanno partecipato alla manifestazione che si è tenuta presso 15.000 comunità sparse nei 50 stati americani e in tutte le installazioni militari presenti nel mondo.  Lo scopo dell'iniziativa, alla quale hanno preso parte  le forze di polizia

e di pronto intervento italiane ed americane, è quello di promuovere la prevenzione del crimine organizzato nonché la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile presso la comunità della base, ed in particolare tra i giovani, attraverso una comunicazione ed informazione continua e costante con essa.  La manifestazione è anche un piacevole momento di condivisione di esperienze tra le forze di polizia americane ed italiane. Diverse le iniziative svolte per tutto il pomeriggio : esposizione statica di veicoli delle polizie italiana ed americana, esibizione di unità cinofile,  parata di mezzi militari di polizia e pronto intervento, dimostrazione di karate, e presenza di unità ippomontate della polizia italiana. Non sono mancati momenti ludici e ricreativi come la tradizionale grigliata di carne e la classica gara delle "torte in faccia" per la raccolta di fondi a scopo di beneficenza.


in foto da sx pres. TAR dott. Vinciguerra e pres. Armieri Confcommercio cav. Zaccà

Catania  Presidente TAR incontra vertici Armieri Confcommercio. Il Presidente Provinciale della Associazione Armieri Confcommercio Cav. Francesco Zaccà  si è recato in visita presso la sede di Catania del Tribunale Amministrativo Regionale per porgere le congratulazioni e l’augurio di buon lavoro in nome della categoria, al neo presidente del TAR dott. Antonio Vinciguerra insediatosi da poco alla massima carica locale. L’incontro ha avuto un momento istituzionale con la consegna della targa di benvenuto al Presidente Vinciguerra da parte di Zaccà ed uno scambio di opinioni fra i due sulla possibilità di collaborazione fra il TAR e l’associazione di categoria sulle iniziative sociali promosse da quest’ultima. Zaccà ha dichiarato : “Da tempo l’associazione ha inteso sviluppare  sul territorio una serie di iniziative a carattere sociale, anche in collaborazione con altri organismi, tese alla diffusione della cultura della sicurezza e della legalità, ed in particolare, nei vari incontri abbiamo notato, soprattutto nei giovani in età scolastica, un vivo interesse a recepire informazioni sulla struttura delle Istituzioni e sul loro funzionamento. Credo che questi siano argomenti per i quali la magistratura amministrativa possa dare il massimo supporto in termini di professionalità e ci auguriamo che quanto prima, grazie anche alla sensibilità e all’attenzione dimostrataci dal presidente Vinciguerra, di avviare una serie di iniziative, soprattutto con i giovani e quindi in collaborazione anche con gli apparati scolastici, per l’avvio percorsi formativi ed informativi in tal senso.” 


Catania -  Marines e Rotariani ospiti di Bianco: celebrati 110 anni Rotary. Una delegazione della leadership dei Marines della Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella NASSIG,  accompagnata dal Responsabile Comunicazione Alberto Lunetta, nei giorni scorsi, ha preso parte, in veste di ospite d’onore, alla commemorazione annuale della "Giornata Mondiale Rotary" che ha celebrato la fondazione della prima organizzazione di servizio al mondo, avvenuta proprio il 23 Febbraio, 1905. I Rotariani dei clubs di Catania e provincia  si sono riuniti presso il Municipio, accolti dal Sindaco Enzo Bianco, per mostrare l’eccellente lavoro che il Rotary svolge nelle comunità locali. Una solida collaborazione da lunga data nel campo del servizio alla comunità esiste tra i Rotary clubs etnei e le Forze Armate Usa di Sigonella. Marines, aviatori e marinai americani di Sigonella negli ultimi anni, hanno svolto numerose attività di volontariato nel territorio catanese. Le  azioni di servizio solidale sono state sponsorizzate dal Rotary, anche con numerose ripuliture straordinarie e progetti vari di volontariato presso famose spiagge : San Giovanni Li Cuti e Playa, parchi : Parco Gioeni, chiese : Chiesa di San Nicolò l'Arena, scuole: Gemmellaro, Cavour, Battisti, Italo Calvino, Quasimodo, Istituto Maria Ausiliatrice, centri di beneficenza : CARITAS, case famiglia, siti storici : teatri greci e romani, il Castello Ursino e le Terme romane. I Marines, durante l'evento, hanno annunciato che effettueranno, il prossimo 3 marzo, per la prima volta in assoluto, un progetto di movimentazione-ripulitura straordinaria presso l'incantevole Duomo di Catania.Il Sindaco di Catania Enzo Bianco ed il Past Governatore del Rotary Antonio Mauri hanno ringraziato la delegazione dei Marines e tutte le Forze Armate USA di Sigonella US per loro azioni di volontariato svolte nel corso degli anni.


Catania   Circumetnea: Rossana Bulgari è la prima donna macchinista.    La conduttrice donna, dal primo dicembre 2014 è stata nominata macchinista ed ha preso ufficialmente la residenza lavorativa a  Catania Borgo. È una delle primissime donne a ricoprire questo delicato incarico tra l'altro irto di pericoli in quanto la linea, a scartamento ridotto, transita attraverso centri urbani e terreni privati. Rossana Bulgari era dipendente della Circumetnea già dal 2002 ma con la mansione di deviatore e manovratore, prima presso la stazione di Randazzo e fino al 30 novembre 2014 presso la stazione di Catania.


Catania - Largo Maria Grazia Cutuli incrocio tra via Asiago e via Messina.Il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli ha scoperto la targa, nel giorno del decimo anniversario della morte della giornalista catanese. Maria Grazia Cutuli , il 19 novembre del 2001, era inviata del Corriere della Sera quando fu assassinata con altri tre colleghi in un agguato in Afghanistan. Alla cerimonia di intitolazione erano presenti anche due fratelli di Maria Grazia Cutuli. "Ringrazio due volte il sindaco di Catania - ha detto Mario Cutuli - per aver deciso di entrare a far parte della Fondazione e per aver intitolato una via a mia sorella. La scelta di questo luogo non è casuale: siamo a due passi dal mare, da piazza Europa e corso Italia, luoghi che incrociano i percorsi di Maria Grazia". Il Comune di Catania è entrato anche a far parte della Fondazione, presieduta da Mario Cutuli, fratello di Maria Grazia.