L'INFORMATORE DI SICILIA - GIORNALE D'INFORMAZIONE INDIPENDENTE - FONDATO E DIRETTO DA IGNAZIO LA PERA - PER CONTATTARE LA  REDAZIONE SCRIVETE  a : direttore@informatoredisicilia.it  - SULL'INFORMATORE UNA PAGINA E' DEDICATA ALLE NOTIZIE DI ULTIMORA

NOTIZIE

ULTIMORA

NOTIZIE DA

 CATANIA

 CALTANISSETTA
 SIRACUSA
 LENTINI

- Storia

 - Museo

- Farmacie

- Numeri utili

 FRANCOFONTE

RUBRICHE

  in politica
 ANNUNCI
 CONCORSI
 INTERNET
 ZODIACO
 MUSICA   new

LAV : NON

ABBANDONARLI

Lentini - Rigettato ricorso Tar: PD leontino “soddisfatto”. Con un comunicato il coordinatore lentinese Nuccia Tronco  esprime compiacimento e scrive testualmente: “Il Partito Democratico di Lentini esprime viva soddisfazione alla notizia della sentenza del TAR di Catania del 6 ottobre 2011, con la quale si rigetta il ricorso  per l'annullamento delle elezioni  del Sindaco e del Consiglio Comunale di Lentini del 29/30 maggio e del 12/13 giugno 2011, presentato da tre esponenti della coalizione del centrodestra che ha perso le elezioni amministrative.  L'esito del procedimento giudiziario è stato  atteso dal PD con animo sereno e completa fiducia nell'operato della magistratura, che nella sentenza rileva l'infondatezza di tutte le censure formulate dai ricorrenti e fuga ogni dubbio sulla legittimità delle operazioni di voto. Oggi la migliore risposta politica, a chi ancora una volta si è illuso di rovesciare il risultato elettorale per la via giudiziaria, consiste nel riaffermare il confronto democratico fondato sul reciproco riconoscimento dei ruoli come unico strumento utile per affrontare e risolvere i problemi  della nostra città.  Il PD è convinto che da questa esperienza uscirà rafforzata la capacità dei veri democratici di elevare e qualificare il livello del dibattito politico nelle sedi istituzionali. Al Consiglio Comunale e all'amministrazione del Sindaco Alfio Mangiameli  rinnoviamo perciò l'augurio di un buon lavoro affinché si realizzi nella concordia e con volontà unanime l'obiettivo di un miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini lentinesi”.

Istituto Aletta: finanziato asilo nido

clicca vedi  intervista)

Lentini Istituto Aletta: finanziato asilo nido. Il progetto è stato fortemente  voluto dal presidente dell’Istituto “Aletta” Elio Magnano clicca vedi  intervista)  il quale ha trovato la collaborazione tra l’Amministrazione Comunale.  La realizzazione dell’asilo sarà possibile  con il finanziamento di 867.500€ deliberato lo scorso 10 febbraio dalla Giunta di Governo Regionale presieduta da Raffaele Lombardo.  e l’IPAB cui La nuova struttura sorgerà all’interno del perimetro che ospita l’Istituto “Aletta”. Il 13% della spesa è a carico del Bilancio Comunale, è una struttura di circa 400 metri quadrati coperti su un unico livello. L’asilo nido potrà accogliere fino a 35 bambini, di cui 11 lattanti, per i quali saranno disponibili sale giochi, cucine, sala mensa, camerette per il riposo, un ampio spazio a verde esterno.

 

La progettazione dell’opera è dell’ing. Giuseppe De Luca, supportato dall’ing. Alfio Russo, responsabile unico del procedimento e coordinatore del settore lavori pubblici del Comune di Lentini, il progetto educativo è stato redatto da Francesco Di Mauro. C’è soddisfazione tra gli amministratori comunali ed il presidente dell’Istituto “Aletta” Elio Magnano clicca vedi intervista)per l’importante risultato, anche per il valore sociale ed educativo del servizio.

Lentini “ApertaMente Lentini”  solidale con titolare bar  minacciato. Il gruppo  “ApertaMente Lentini” con un comunicato del presidente Alex Siracusano ha scritto:”Solidarietà al commerciante Ciro Scammacca minacciato danneggiamenti e distruzione in caso di mancata chiusura durante la manifestazione sciopero organizzata da alcune sigle sindacali degli autotrasportatori e movimenti. Riteniamo quanto accaduto vergognoso, e ringraziamo Ciro per aver dato esempio di cosa deve essere un cittadino siciliano onesto e non omertoso. Ci appelliamo inoltre alla coscienza dei titolari di altre attività che avessero subito simili minacce a denunciare alle autorità quanto accaduto e di renderlo pubblico. Solo uniti possiamo opporci a quanti non perdono occasione di agire con l’atteggiamento mafioso e criminale che attanaglia la nostra amata Lentini e la nostra Sicilia. Non confondiamo quanti hanno manifestato civilmente in questi giorni con questi violenti, ma non possiamo tacere i gravissimi fatti accaduti durante la manifestazione. Auspichiamo anzi una netta presa di distanza dei rappresentanti locali dei movimenti e sigle sindacali interessati da questi incresciosi fatti”. 

 

 

LentiniNuova cittadina italiana a Lentini: giura Mariya Parashchuk. La signora Mariya Parashchuk nata a Chernovusky in Ucraina, coniugata con il lentinese Giovanni Caruso è diventata cittadina italiana con residenza a Lentini.

  vedi  video-giuramento

 (nella foto da sin. Giovanni Caruso, Mariya Parashchuk e Tonino Lieto).

 La signora Mariya Parashchuk ha prestato il giuramento venerdì 15 luglio, nei locali Comunali di Lentini dell’Ufficio di Stato Civile alla presenza dell’Ufficiale di Stato Civile Tonino Lieto.  Il funzionario con delega del sindaco di Lentini, poco prima di mezzogiorno ha ricevuto la signora Mariya Parashchuk negli uffici comunali dove si è svolta la breve, ma significativa cerimonia. Mariya Parashchuk è la prima persona, dopo molti anni di esodo ed emigrazione dalla Città di Lentini, che punta all’incremento. La cerimonia del giuramento ben regolata dall’Ufficiale Tonino Lieto si è comunque svolta con molta rapidità ed anche un pizzico di emozione per i presenti, per il significato intrinseco.

vedi    video giuramento)

Lentini - Lions Club organizza “Giornata della vista”. Il tradizionale impegno è stato rivolto alla prevenzione delle malattie oculari  specie nella popolazione giovanile. La manifestazione si è svolta sabato 12 marzo, ed è al settimo anno. Imprescindibile è stato l’ausilio del camper  mobile oftalmico, donato dai Lions Siciliani all’Unità Italiana ciechi, che si svolge tale iniziativa. 40 bambini della Scuola Primaria Paritaria “Beato Luigi Palazzolo” di Lentini sono stati sottoposti a controllo della visita. Il dott. Renato Patti, specialista oculista presso il Distretto di Sanitario di Lentini e socio del Club di Lentini, ha coordinato l’attività sanitaria.  Maurizio Caracciolo presidente club Lions Lentini ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti per l’alta partecipazione  di scolari che si sono sottoposti anche in questa edizione alla visita oculistica. Dallo screening, molto apprezzato dalle famiglie, sono stati individuati 4 bambini che necessitano di ulteriori accertamenti. Un ringraziamento va fatto al dirigente scolastico, ai docenti ed alle famiglie che credono in queste giornate di prevenzione. Un grazie va anche a tutti gli amici dei clubs service che sostengono costantemente  queste iniziative. Ritengo che nell’ambito scolastico, la diagnosi precoce riveste un ruolo primario per la prevenzione della cecità, in quanto permette l’individuazione, in giovane età, della patologia oculare e il trattamento oculistico, assicurando un’appropriata sensibilizzazione ed informazione alle famiglie e agli insegnanti”. Alfio Mangiameli Sindaco di Lentini ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa, che riveste un alto valore sociale. L’Unità Mobile Oftalmica è un camper itinerante all’interno del quale, grazie ad una strumentazione completa di diagnostica oftalmica, medici oculisti effettuano screening gratuiti, individuando soggetti a rischio con stati morbosi non ancora diagnosticati e indirizzandoli presso centri specializzati o semplicemente presso oculisti per essere seguiti periodicamente.

Lentini Censabella: "Tribunale Siracusa, sezione staccata Lentini, a rischio paralisi"Anche il Tribunale di Siracusa, sezione staccata di Lentini, a rischio paralisi per la carenza di personale, come in tanti altri uffici giudiziari della provincia.  La questione è stata discussa dai dipendenti della struttura giudiziaria lentinese. Sulla vicenda l'assessore al lavori pubblici del comune di Lentini Paolo Censabella

ha espresso preoccupazione ed ha anche sollecitato un interessamento degli amministratori dei tre comuni maggiormente fruitori del Palazzo di Giustizia  Leontino. “Già il Comune di Lentini - dice l'assessore  Paolo Censabella (clicca ed ascolta intervista)- ha impiegato proprie risorse economiche e de energie per  il trasferimento degli uffici Giudiziari nella nuova sede. I costi sostenuti dal Comune di Lentini sono stati elevati e non ancora rimborsati dal  competente Ministero di Grazia e Giustizia. Nel contempo abbiamo chiesto il coinvolgimento, anche economico degli altri comuni del triangolo per la gestione della struttura che non è di proprietà comunale”. La vicenda del personale giudiziario al Palazzo di Giustizia di Lentini non è certo una questione periferica, ma si tratta di un problema a livello nazionale. Su ciò l'assessore Paolo Censabella (clicca  ascolta intervista)ha aggiunto:”Il problema del personale  carente e dell’integrazione di nuovi addetti con quelli che andranno in pensione è di interesse nazionale e pur segnalandolo ai vertici siracusani poco possiamo fare. I Lentinesi devono comunque sapere che la nostra amministrazione ha già speso proprie risorse e che nel suo contesto farà sempre la propria parte”.

Lentini - L’ADP  Autonomi di Polizia, Organizzazione Sindacale Provinciale di Siracusa aveva organizzato per il 19 Novembre prossimo, dalle ore 08,00 alle ore 10,00  un sit-in innanzi alle porte del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lentini. Il sit-in successivamente davanti alle porte del Palazzo Comunale di Lentini si terrà dalle ore 10,00 alle ore 14,00. La manifestazione è stata organizzata dall’organizzazione sindacale di polizia per protestare ed ottenere i locali adeguati per il Commissariato di Pubblica Sicurezza. La Polizia a Lentini è infatti costretta ad operare in locali sprovvisti degli elementari sistemi di sicurezza. L’ ADP Autonomi di Polizia al Comune chiederà un impegno affinchè  vengano reperiti dei locali idonei ad ospitare la Polizia di Stato. Al sit-in sono stati invitati a partecipare i rappresentanti di ogni colore politico nell’ambito Comunale e Provinciale, e le Associazioni Antiracket e giovanili. In occasione del  sit - in interverranno: il Segretario Generale Nazionale ADP Ruggero STRANO, il Segretario Organizzativo Nazionale ADP Giannattilio RINATO, il Direttivo tutto della Segreteria Provinciale ADP di Siracusa.

 

 

LentiniPrefetto autorizza contratto affitto per nuovi locali del Commissariato. Si tratta dell’assegnazione della nuova sede del Commissariato di P.S. di Lentini. Scrive il segretario provinciale del sindacato A.D.P. Francesco Rizzo :”In data odierna si è appreso che il Prefetto di Siracusa, a seguito delle dure battaglie sindacali da parte dell’Organizzazione sindacale di Polizia, capitanata dal segretario Nazionale A.D.P

.

 Ruggero STRANO , è stata autorizzata la sottoscrizione di un contratto di locazione per un immobile da destinare a nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lentini. Giunge così a conclusione, una delle tante  lotte che la Segreteria Provinciale A.D.P., ha affrontato energicamente scendendo in piazza con i propri iscritti, effettuando anche un sit-in  innanzi alle porte del Commissariato di Polizia di Lentini, e davanti alle porte  del Palazzo Comunale di Lentini”. Soddisfazione ha esternato il segretario provinciale A.D.P. Francesco RIZZO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


NOTIZIE ULTIMORA 24 ORE SU 24

LENTINI


Inps allarme: 9000 i disoccupati a Lentini


ultimo aggiornamento

 


Lentini leggi dati Inps allarme: 9000 i disoccupati a Lentini. I dati sono stati rivelati dall’Inps. In totale in una zona così piccola come quella di Lentini il numero dei disoccupati si aggira intorno alle 9.000 unità. Il Comitato provinciale Inps di Siracusa, riunitosi presso l'agenzia Inps di Lentini, ha discusso una analisi sullo stato sociale del territorio, dai dati in possesso dell'Istituto Previdenziale emerge un quadro economico e sociale sconfortante, drammatico e di difficile soluzione. I disoccupati hanno raggiunto la cifra di circa 6.000 unità,  ai quali vanno aggiunti circa 3.000 giovani appartenenti alla generazione degli sfiduciati, cioè di quella classe di giovani che va  dai 16 anni ai 29 anni, che hanno rinunciato a studiare, a cercare un lavoro ed a formarsi. Un vero e proprio esercito lasciato fuori da ogni prospettiva occupazionale che può scardinare l'equilibrio sociale.  L'intervento previdenziale ed assistenziale dell'inps di Lentini tenta di mantenere l'equilibrio sociale sia attraverso l'erogazione delle  pensioni a oltre 16.000 pensionati, sia attraverso il pagamento delle indennità di disoccupazione che nel complesso riguarda circa oltre 5.000 disoccupati. Una realtà dunque che è fatta di pensionati e di disoccupati e pochi occupati. Il Presidente del Comitato Provinciale INPS di Siracusa Enrico TAMBURELLA sottolinea: ”Occorre una drastica inversione di tendenza rapida ed urgente, attraverso l'immissione di interventi pubblici e privati strutturali, in tutti i settori economici, se non si vuole fare tornare indietro di cinquant'anni l'intera zona lentinese”.

 leggi dati


LentiniRotatorie e sensi unici per snellire traffico. Gli automobilisti lentinesi, poco avvezzi alle rotatorie, studiano le prime che spuntano, con l’intento di meglio evitare ingorghi e  traffico. L’incrocio tra via Patti e via Licata,  da qualche tempo è sotto osservazione, con un allestimento di rotatoria provvisoria, ma già i risultati positivi, di miglior circolazione sono evidenti per chi transita su veicoli a 2 o 4 ruote. Una migliore regolazione serve ancora all’incrocio tra via Patti e via Termini magari con la creazione di una nuova rotatoria.

 

2 foto: 1 senza  rotatoria e  1 con  nuova rotatoria

Il traffico e la sua regolamentazione, da sempre sono stati veri rompicapo per amministratori ed operatori del settore per le decisioni da adottare senza intaccare, nello snellire la viabilità, sia gli interessi dei commercianti che degli automobilisti. I primi da un verso preferirebbero avere parcheggi comodi per i clienti, ma ciò può spesso rischia di stridere con la viabilità che diventa troppo intasata. La nuova ragnatela di sensi unici attuata da parte dell’amministrazione nella zona centrale della Città, tra via Vitt. Emanuele, via Agnone e via Termini per un verso ha creato difficoltà tra gli automobilisti, per l’intendimento. La nuova regolamentazione è comunque un valido tentativo di porre rimedio ad una viabilità che da sempre è lasciata libera e caotica. E’ senza dubbio importante che la questione del traffico venga affrontata, poiché è il primo passo verso una soluzione. L’immobilismo amministrativo nel settore della viabilità degli anni passati, non ha aiutato gli automobilisti che a Lentini hanno viaggiato quasi senza regole e con ingorghi non conciliabili con il volume reale di traffico. Alcuni accorgimenti e soprattutto le “innovative” rotatorie abbinate ai nuovi sensi unici potranno quantomeno cambiare il volto della circolazione stradale lentinese. E’ sotto il profilo dell’innovazione viaria che bisogna vedere il reale punto di vista del sindaco Alfio Mangiameli. E' certamente discutibile l'autorizzazione comunale che vige sul posizionamento delle bancarelle di ambulanti all'interno dello Stadio Angelino Nobile, nell'area della tribuna "B", ma è comunque un tentativo tangibile di voler fare ed è già tanto.

 

nella foto la tribuna del settore "B" dell'Angelino Nobile che ospita gli ambulanti



Lentini Mirea: “Mancavano pochi giorni al compimento dei nove mesi, tutto avrebbe dovuto suggerire un monitoraggio più serrato”. E’ questa la considerazione dall’avvocato di parte civile Santi Terranova del foro di Lentini, a seguito della denuncia presentata in Procura per il caso della piccola Mirea  LOMBARDO nata asfittica a Lentini e morta al Garibaldi Nesima di Catania. Il legale Terranova aggiunge : "La madre della piccola Mirea aveva segnalato più volte nell'ultimo mese perdite ematiche e dolori addominali. Quello che sorprende è che questi sintomi, certamente anomali per una gravidanza "normale", non abbiano indotto i sanitari, ad appena due giorni dal compimento della 39^ settimana, ad un'attesa vigile in struttura protetta. La denuncia è un atto dovuto per consentire alla Magistratura di verificare se sussistono a meno responsabilità per la morte della bambina". La coppia, 31 anni il padre Beny Lombardo e 29 la mamma, attendeva la nascita della primogenita con grande entusiasmo. Il dolore ora per i giovani genitori è forte ed ancora insopportabile  a poche ore dal funerale di Mirea svoltosi nel pomeriggio di venerdì 4 aprile nella ex cattedrale a Lentini S.Alfio tra una folla di amici e parenti. La festa per una nascita tanto attesa trasformatasi nel dolore ed il pianto di un funerale proprio il venerdì Santo di passione. Beny Lombardo padre della piccola Mirea  non ha tanta voglia di parlare ed è comprensibile solo con rabbia dice : “ Mia moglie è stata 4 volte al pronto soccorso più la quinta volta e loro hanno parlato di Cesareo solo la quinta volta”. Il pubblico ministero Salvatore Grillo, incaricato del caso   ha già disposto il sequestro delle cartelle cliniche. L’avvocato di parte Santi Terranova aggiunge :”Per ora non ci sono indagati, il pm ha già individuato i possibili profili di responsabilità. Gli avvisi di garanzia saranno emessi dopo la nomina dei consulenti. Ribadisco che la mamma nell’ultimo mese di gravidanza si è recata quattro volte nella struttura, senza mai essere trattenuta”.  Sul fronte ospedaliero da parte del dirigente medico del presidio dott. Alfio Spina c’è serenità, ma attesa per i risultati delle analisi sulla placenta della mamma. “Il prelievo era stato effettuato nell’immediatezza dell’intervento – tengono a precisare i medici – ed è stato fatto tutto secondo le procedure”. Il dott. Alfio Spina commenta: “Conosco i medici del reparto e sono convinto che abbiano rispettato le procedure. Siamo fiduciosi ed aspettiamo gli esiti degli esami”. La notizia sulla morte  della  neonata in città ha fatto il rapido giro creando già due movimenti di opinione tra  chi è garantista - innocentista e chi punta senza dubbi l’indice accusatore sulla sanità. Il punto nascite dell’Ospedale di Lentini, in un anno registra circa 900 neonati, quello di Mirea è il primo con epilogo infelice.  Molti a Lentini commentano certe incongruenze della vita e come invece  a Giarre un neonato sia stato  lasciato in “Culla per la vita”, soccorso e salvato.  Gli  operatori del 118 infatti nelle prime ore di oggi, alle 4.17 di stanotte, tramite la Centrale operativa Catania-Ragusa-Siracusa, attiva presso l’ospedale Cannizzaro di Catania, hanno effettuato l’intervento a seguito del segnale ricevuto e proveniente dalla nicchia che si trova in via Umbria, a lato alla chiesa di Gesù Lavoratore.  Il punto di accoglienza,   garantisce un completo anonimato, ed è   in funzione un sistema che, attraverso sensore e telecamera, rilevata una presenza all’interno del vano, ha allertato direttamente la Centrale 118. La procedura ha funzionato correttamente: ricevuto il segnale, i sanitari si sono subito recati sul posto e hanno trovato il piccolo, deposto nella culletta. Il  neonato sull’ambulanza, è stato prima portato nell’ospedale di Acireale, dove è stato controllato e stabilizzato, quindi è stato trasferito al Policlinico di Catania, dove ora si trova in ottime condizioni.

Lentini Inchiesta Procura: neonata nata asfittica a Lentini, morta a Garibaldi Nesima. Ipotesi di responsabilità medica per la morte della neonata Mirea LOMBARDO al Garibaldi di Catania, venuta alla luce, alcuni giorni addietro, nell’ospedale di Lentini e trasferita subito dopo il parto nel nosocomio etneo. La Procura di Siracusa sta seguendo l’indagine coordinata dal PM Grillo a seguito della denuncia presentata dall’avvocato di parte civile Santi Terranova del foro di Lentini. Secondo la ricostruzione della vicenda la madre della neonata al 8° mese di gravidanza, si sarebbe recata al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Lentini per delle perdite. Dicono i medici del reparto : “La mattina la madre è venuta in pronto soccorso alle 10 del mattino riferendo delle perdite. Il medico di guardia, dopo il monitoraggio con ecografia non vede tracce e la rimanda dicendole che in settimana avrebbe potuto essere sottoposta a cesareo. Eravamo rimasti che se avesse avuto altre tracce di sangue avremmo operato. La madre, di sera ha avuto altri segnali ed è stata ricoverata. Il medico di turno ha notato le tracce ed ha disposto l’intervento. Durante il tracciato, vi era una frequenza normale ma dopo appena due minuti e mezzo dai segnali normali è andata in asfissia per un fatto acuto sentinella evidenziato proprio durante il tracciato e già era stato attivato in emergenza il taglio cesareo. La neonata è nata in emergenza con distacco di placenta. La madre è un soggetto sano pur se accanita fumatrice attenzionata, ma in salute”. La neonata nata asfittica  è stata rianimata intubata e subito trasferita al Garibaldi Nesima di Catania. Il Dirigente medico del presidio dott. Alfio Spina ha disposto accertamenti tra cui l’analisi della placenta di fatto la “scatola nera” della vicenda. Dice Alfio Spina:”abbiamo attivato tutte le misure prescritte al momento del ricovero della madre e sono fiducioso sull’operato dei medici, ma aspettiamo i risultati delle analisi per sciogliere comunque ogni dubbio”. Dopo l’autopsia effettuata dal medico legale come disposto dalla Procura, il corpo della piccola è stato consegnato alla famiglia per i funerali già tenuti a Lentini.



Procuratore Campisi:“Nuovo Tribunale Lentini sancisce presenza Stato” aule a Falcone e Borsellino

Lentini – “Lo Stato è presente su questo territorio ad alta densità criminale”. Con queste precise e significative parole il Procuratore della Repubblica di Siracusa dott. Roberto Campisi  ha voluto sottolineare l’apertura ufficiale del Tribunale a Lentini nella nuova sede di via Caltanissetta, 41. Infatti alle 12.00,  come da programma, è stata inaugurata la nuova sede, del Tribunale di Lentini sezione staccata di Siracusa alla presenza dei massimi vertici istituzionali,  forze dell’ordine, politici ed  autorità religiose. VEDI IN FORMATO PDF SERVIZIO E FOTO



Lentini3 colpi di pistola contro auto consigliere comunale e medico. Di mira è stata presa la vettura Alfa Romeo del dottor Ugo Mazzilli in sosta, sabato sera, in prossimità dell’abitazione in contrada Santuzzi a Carlentini. I 3 fori dei proiettili che hanno trapassato la lamiera della vettura lasciano presumere si possa trattare di una pistola calibro 32. Secondo la ricostruzione, il medico e consigliere comunale di Lentini, avrebbe trovato di mattina la sua vettura con il chiaro messaggio intimidatorio. Pare che nessuno in zona abbia udito i colpi di arma esplosi contro la macchina. Il dottor Mazzilli è responsabile S.I.A.N.  (Lentini-Carlentini-Francofonte) Azienda Sanitaria Provinciale ASP 8 Siracusa, è impegnato in politica e quale consigliere comunale è stato il più votato di Lentini, è definito uno spirito libero, vicino alle posizioni di Forza Italia. Il medico e consigliere ha denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine. Gli  uomini del Commissariato di Lentini si sono recati sul posto per gli accertamenti.  La  scientifica  avrebbe  recuperato  almeno 2 proiettili dei 3 sparati contro l’auto del dottor Mazzilli. Le indagini coperte dal riserbo, vertono su più fronti, gli investigatori ritengono che il messaggio possa arrivare sia da “ambienti malati” della politica che professionale. Ugo Mazzilli da anni è alfiere della lotta all’attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco, espressione della sinistra e PD, Alfio Mangiameli. Il medico ha ricevuto una grande solidarietà  sia verbale che scritta su FB da più ambienti di Città. A Siracusa Marziano: solidarietà a Mazzilli ed Arangio.


Lentini - Sindaco Mangiameli: “Acqua pubblica, tutti devono pagare canone”, CLAP indice incontro video intervista. Il primo cittadino  di Lentini Alfio Mangiameli  video intervista  respinge le accuse di chi attribuisce all’amministrazione la volontà a  non volere prendere in consegna l’impianto idrico cittadino dal curatore  fallimentare della Sai8 la società che ha gestito in provincia di  Siracusa. Il Comune di Siracusa  sulla vicenda Sia8 ha comunicato tramite il sindaco Giancarlo Garozzo che si costituirà parte civile nel processo sul fallimento della Sai8, per la quale la Guardia di finanza ha notificato 11 avvisi di conclusione indagine. Il sindaco di Lentini Alfio Mangiameli che vuol stemperare gli “animi caldi” di alcuni dei suoi concittadini  oltre ad esternare l’intendimento a voler prendere in consegna gli impianti idrici che alimentano  la  Città leontina, puntualizza:“tutti gli abitanti dovranno pagare il canone idrico e non potranno esserci evasori, per avere un servizio efficiente”  La  5^ commissione consiliare si è riunita in seduta aperta sulla questione acqua pubblica.  Il comitato pro acqua pubblica esorta l’amministrazione, alla luce della Legge 20/14 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale il 23-5-2014, affinché  la Città di Lentini acquisisca in tempi brevi gli impianti idrici. Il  Comitato Lentinese Acqua Pubblica ha indetto una conferenza per sabato 24 maggio alle ore 16,30 presso la sala conferenze dell’Ex-AIAS (Biblioteca Comunale) in via Aspromonte a Lentini SR “Diritto all’acqua e ultimi accadimenti sulla URGENTISSIMA PROBLEMATICA inerente la RI pubblicizzazione del servizio idrico a Lentini” Il CLAP ha  invitato il Sindaco, l’Amministrazione Comunale, il Presidente del C.C., e tutti i Consiglieri Comunali a partecipare e ad esprimersi sulla problematica.


LentiniIntimidazione incendiaria a consigliere: solidarietà al rappresentante Comunale di Lentini Rosario Vacanti . L’On. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della commissione Bilancio e Programmazione all’ARS ed il Sen. Sebastiano Burgaretta hanno dichiarato:”Esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza umana al Consigliere Comunale di Lentini Rosario Vacanti, vittima, a distanza di una settimana, di due atti incendiari che hanno danneggiato l’ingresso di una sua avviata Agenzia di “disbrigo pratiche. Da circa 15 anni, ormai Rosario Vacanti si distingue nel suo incarico di Consigliere Comunale. Siamo certi che le Forze dell’Ordine sapranno fare chiarezza anche su questo ennesimo caso di intimidazione”.


LentiniTronco plaude guida Raiti PD leontino. Nuccia Tronco componente direzione regionale del Partito Democratico commenta l’elezione di Turi Raiti a segretario PD di Lentini ed afferma:”. Il Coordinamento del Circolo del PD di Lentini ha eletto giovedì 30 agosto all'unanimità il nuovo Segretario nella figura di Salvatore Raiti esponente di primissimo piano del PD provinciale e regionale, già sindaco di Lentini per quasi dieci anni. La storia di Salvatore Raiti, testimonianza di alta coerenza e di non comune capacità nell'impegno politico e amministrativo, è garanzia  per il PD cittadino di una linea politica che saprà essere all'altezza delle difficili prove che ci attendono, a cominciare dalla campagna elettorale per il rinnovo dell'Assemblea Regionale. Vorrei esprimere un forte apprezzamento per la scelta di Raiti di assumere la carica di segretario cittadino in questo particolare momento storico che più che mai ha bisogno, a partire dal territorio, di un Partito Democratico presente e unito,  che sappia recuperare la fiducia e il consenso degli elettori  con una linea politica chiara  e una progettualità forte. Da oltre dieci anni, da quando ho deciso di riprendere l'impegno politico attivo, ho sempre avuto in Salvatore Raiti un interlocutore di grande intelligenza e lealtà, con cui non è stato difficile costruire nel tempo un'intesa forte sul piano politico e umano. Insieme abbiamo combattuto in questi anni battaglie di ogni genere, avvertendo ogni volta la certezza di un agire guidato dal valore politico ed etico delle scelte compiute, insieme continueremo a farlo. Da ex segretario cittadino e da dirigente regionale del PD, rinnovo a Salvatore Raiti i migliori auguri di buon lavoro”.  La proposta di nomina per Raiti segretario è stata accolta all’unanimità e per acclamazione. Turi Raiti ha proposto al direttivo la nomina della Segreteria che risulta così composta: v.segr. Davide Fisicaro, Alex Siracusano, Elio Magnano, Alberto Commendatore, Armando Rossitto,  Baudo Franco,  Enzo Pupillo. Dopo l’elezione il nuovo Segretario, oltre a ringraziare Nuccia Tronco, ha dichiarato che ha accolto, dopo tre mesi di riflessione, l’invito chiestogli da dirigenti del Partito di Lentini per dare il suo  contributo al Partito di Lentini.


 

 

Evento “Agribiviere” 2011

 

Lentini -  1a “Agribiviere” inaugurata manifestazione. Il Lago Biviere di Lentini diventa palcoscenico. La benedizione del parroco dell’ex Cattedrale di Lentini Claudio Magro apre la manifestazione. Forte la presenza del gruppo folkloristico“Augustafolk” composto da trenta elementi delegati di animare  la tre giorni.  Gli obiettivi dell’appuntamento, avviato alla presenza degli amministratori locali e provinciali,  della deputazione regionale e dei responsabili del Lago è stato di valorizzare i beni archeologici come il Parco Archeologico e il Castellaccio e paesaggistici come il Lago del Biviere. In primo piano  sono stati gli obiettivi: Cultura, Ambiente, Agricoltura, Beni Culturali e Archeologici, prodotti Enogastronomici,  Turismo. La prima edizione “Eventi Agribiviere”, si svolge fino a domenica 3 Aprile 2011.  La 1a “Agribiviere” è un evento pensato per far fruire i beni archeologici, paesaggistici e naturalistici del comprensorio della zona nord in particolare del lago Biviere di Lentini, del parco archeologico “Leontinoi”, Museo di Lentini e Castellaccio. All’inaugurazione hanno preso parte il sindaco di Lentini, Alfio Mangiameli,  di Scordia Angelo Agnello, l’assessore alla Manifestazione del Comune di Carlentini Sebastiano Ventura, l’assessore all’Agricoltura del Comune di Francofonte Stefano Privitelli, l’assessore provinciale all’Agricoltura di Siracusa Franco Latino, il parlamentare regionale Bruno Marziano,  il presidente regionale dell’Anpa, Mario Pergola, il presidente del consiglio comunale di Carlentini Giovanni Amenta, per l’Assessore ai beni Culturali della Regione Sebastiano Messineo era presente il segretario particolare,  Alessandro Biamonte, l’ex vice presidente della provincia Enzo Reale, l’ispettore dell’Assessorato regionale Risorse agricole Michele Giglio, in rappresentanza del Cutgana  Pietro Pitruzzello ed il responsabile del Parco archeologico “Leontinoi” e dell’area archeologica dei Comuni di Lentini e zone limitrofe, Maria Musumeci, il consigliere comunale di Carlentini Michele Ruma e  l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Lentini Enzo Nicastro.

  

Le autorità sono state accolte dal coordinatore del commissione comunale “Agribivere” Franco Vescera, dalla vice coordinatrice Consuelo Conti e dagli studenti del Moncada di Lentini. Il Sindaco di Lentini  Alfio Mangiameli ha sottolineato: “Bisogna costruire insieme agli altri sindaci del comprensorio del lavoro un tavolo permanente che valorizzi i nostri Beni e permetta la fruizione del Lago. In tanti non conoscono questa risorsa naturale”. Il Sindaco di Scordia Angelo Agnello ha evidenziato: “Tante le potenzialità inesplorate che il Lago potrebbe dare. E’ una risorsa che non viene sfruttata, che non viene messa a disposizione del territorio, ma che viene in parte utilizzata per fini agricoli e industriali”. Franco Latino assessore provinciale all’Agricoltura ha dichiarato: “dobbiamo creare un sistema, per poter usufruire delle potenzialità del territorio con la valorizzazione dei beni paesaggisti e archeologici e i prodotti tipici”.  Sebastiano Ventura assessore alle Manifestazioni del Comune di Carlentini  ha commentato:“ Bisogna  valorizzare i beni del nostro territorio dobbiamo costituire una cabina di regia per programmare, vedere e progettare il futuro turistico del nostro territorio”. Stefano Privitelli  assessore all’Agricoltura del Comune di Francofonte ha detto:  “Tutti dobbiamo lavorare per la fruizione dei nostri beni creando sviluppo e turismo. Nessuno può pensare che manifestazione di questo genere devono essere accantonate”. Bruno Marziano deputato regionale ha commentato:“E’ una grande opportunità vedere  il nostro lago. Bellezza naturalistica e prodotti tipici del territorio sono un binomio che potranno essere da volano per l’economia del territorio della zona nord della provincia”.  Mario Pergola presidente regionale dell’Anpa  ha affermato: “Il Lago è un bene inestimabile che si deve  sfruttare”.   Giovanni Amenta presidente del consiglio comunale di Carlentini  ha evidenziato: “Il territorio di sviluppa grazie all’apporto dei cittadini, dei privati  e dell’associazionismo”. Franco Vescera il coordinatore della commissione ha ringraziato:“Un ringraziamento a tutte le forze dell’ordine, alla Protezione civile, ai volontari, alle scuole e a quanti hanno partecipato a titolo gratuito alla realizzazione della manifestazione”.  Dopo l’inaugurazione si è dibattuto sui temi dell’Agricoltura con  il seminario di approfondimento a cura dellAiab  Associazione italiana per l’Agricoltura biologica a cui hanno preso parte la dottoressa Giulia Gallo, il  dott.  Palumbo.   Cultura ed l’ambiente sono i temi del convegno di sabato 2 aprile,  con l’intervento della dott.ssa Maria Musumeci, responsabile dell’area archeologica “Leontinoi”  e del prof. Pietro Pitruzzello del Cutgana. I visitatori del parco archeologico “Leontinoi”, del Lago Biviere e del Castellaccio durante l’evento hanno fruito di bus navetta. Gli studenti delle scuole di Lentini per tre giorni sono diventati guide turistiche ed hanno accompagnato i visitatori.

Lentini -  Evento “Agribiviere” 2011 : si svolge  da venerdì 1 a domenica 3 Aprile 2011,  all’interno del Lago Biviere di Lentini. L’intento degli organizzatori è valorizzare i beni archeologici come il Parco Archeologico e il Castellaccio e paesaggistici come il Lago del Biviere. In primo piano  gli obiettivi: Cultura, Ambiente, Agricoltura, Beni Culturali e Archeologici, prodotti Enogastronomici,  Turismo.  La manifestazione “Agribiviere” è stata promossa e organizzata dalle Amministrazione Comunali di Lentini, Carlentini, Francofonte e Scordia, in collaborazione con l’Associazione nazionale produttori agricoli e l’Associazioni panificatori di Lentini e Carlentini. L’evento ha avuto l’alto patrocinio dell’Unesco e patrocinato dall’Assessorato Regionale dell’Energia e servizi di Pubblica utilità, delle Risorse agricole e Forestali, Beni Culturali e Identità siciliana, Turismo, Sport e Spettacolo, dalla Provincia regionale di Siracusa, dalla Città di Catania, Assessorato alle Attività Produttive e Sviluppo economico, dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Siracusa e dell’Area  Parco Archeologico “Leontinoi” dei comuni di Lentini e dintorni, dal Cutgana, dalla Stazione Sperimentale di Granicoltura, dal Fondo Ambiente Italiano e da diversi sponsors. I sindaci dei Comuni di Lentini Alfio Mangiameli, Carlentini Giuseppe Basso, Francofonte Giuseppe Castania e Scordia Angelo Agnello e i consigli comunali hanno costituito una commissione intercomunale di coordinamento  presieduta da Franco Vescera per organizzare l’evento. Il programma suddiviso nei tre giorni tematici: agricoltura, cultura e Ambiente e Turismo, prevede seminari, stand con l’esposizione dei prodotti tipici locali, eventi musicali, convegni e visite guidate. “Il percorso che ha portato a maturare l'idea della creazione dell'evento “AgriBiviere” –ha detto il coordinatore della commissione intercomunale Franco Vescera -  è nata dall'esigenza di creare sviluppo sul territorio, utilizzando questa manifestazione come strumento e volano. La zona nord di Siracusa non è mai stata valorizzata come meriterebbe, pur avendo tante potenzialità turistiche, dettate dalla sua storia e dalla sua cultura territoriale, quali  il Castellaccio, il Museo, il Parco Archeologico ed infine il Lago di Lentini, il quale come dimensioni e come sito naturalistico è il secondo d'Europa. I tre i comuni di Lentini, Carlentini e Francofonte hanno ritenuto opportuno lavorare in sinergia per dare un giusto apporto al territorio e all'evento in questione che non ha riscontro in Sicilia e in parte del Meridione”. “Questa manifestazione –afferma la vice presidente della commissione Consuelo Conti -  vuole essere l'inizio di un percorso che abbia come obbiettivo la rivalutazione del territorio e la crescita della consapevolezza del valore del bene comune e quindi c'è bisogno del lavoro di  tutti per dar la visibilità e lo sviluppo che merita”.  Il presidente dell’Anpa Lentini Sebastiano Fisicaro  ha detto:“Uno degli obiettivi principali è lo certamente lo sviluppo territoriale ed ambientale, attraverso la creazione di un percorso turistico d'interesse naturalistico, culturale ed enogastronomico”. “In questi tre giorni –ha detto il consigliere comunale Michele Ruma, componente della commissione Agribiviere – i visitatori grazie al supporto di studenti - guide, preparati da docenti professionisti, attraverso percorsi dattico-formativi e selezionati con un bando di concorso che sarà proposto alle scuole secondarie superiori di secondo grado, dei comuni che aderiscono all'iniziativa potranno ammirare le bellezze del nostro territorio”. L’assessore allo sviluppo economico del Comune di Lentini Enzo Nicastro ha detto: “L’innovazione e sviluppo territoriale passano attraverso la valorizzazione del territorio e delle peculiarità. Questa manifestazione è una scommessa per rilanciare il nostro territorio”.

Lions Club organizza “Giornata della vista”

 

Lentini Ha festeggiato 102 anni la bisnonna Giuseppa Scolla, nata il giorno di Santo Stefano nel 1908.

  I familiari più stretti dell’ultra centenaria si sono riuniti nella sua casa di Lentini in via Capri, 5 ed hanno brindato, augurando alla veneranda congiunta di potere raggiungere, il prossimo anno, quota 103. In casa Scolla assieme ai parenti della bisnonna ha voluto festeggiare il compleanno ultracentenario anche il Sindaco di Lentini Alfio Mangiameli. Il primo cittadino ha brindato con la vegliarda ed i suoi parenti. Giuseppa Scolla, sposata Turco, deceduto nel  1973, è madre di 3 figli, che le hanno regalato : 5 nipoti ed 11 pronipoti. La centenaria gode di buona salute, è autosufficiente e si diletta con profitto nella cucina. In gioventù la signora Scolla ha viaggiato visitando anche le  due capitali europee Parigi e Londra.

 

LentiniL’on Pippo Gianni invita il sindaco Alfio Mangiameli ad un confronto. 2 dichiarazioni rilasciate dal parlamentare siciliano. “Il sindaco Alfio Mangiameli non ha capito l’iter”(clicca ed ascolta intervista). Esordisce il deputato regionale dell’UDC Pippo Gianni, in merito ai finanziamenti per il completamento a Lentini dell’ex Cattadrale la Chiesa di Sant’Alfio e la ristrutturazione dell’ex Lavatoio di via Focea, nel corso di una conferenza stampa tenutasi in Città, venerdì mattina, nei locali di via Garibaldi. All’incontro con la stampa erano presenti: l’assessore provinciale Nunzio Dolce , i consiglieri comunali dell’UDC di Lentini ed esponenti politici di Carlentini. Il deputato Pippo Gianni, in un caloroso quanto preciso chiarimento ha presentato documenti alla mano, cifre e dati riguardanti i finanziamenti erogati dalla Regione e dallo Stato per la Città di Lentini in merito alla ristrutturazione ed il completamento sia dell’ex Cattedrale di Sant’Alfio  che dell’Antico Lavatoio di via Focea. L’on. Pippo Gianni (clicca ed ascolta l’intervista) ha anche ribadito la sua disponibilità ad un confronto pubblico con il Sindaco di Lentini Alfio Mangiameli per chiarire ancor meglio la questione sui finanziamenti fin dall’origine. Il deputato regionale ha anche precisato che “addirittura i finanziamenti  fanno parte di progetti elaborati dal sindaco di Lentini Salvatore Raiti nel periodo della sua sindacatura negli anni 1990 e post sisma”.  Le sistematiche dichiarazioni dell’on. Pippo Gianni, sui finanziamenti erogati al Comune di Lentini hanno lasciato dubbi sulla conoscenza degli stessi amministratori comunali per quanto concerne la gestione della cosa pubblica in Città. E’ un duro colpo che il deputato regionale Pippo Gianni ha assestato al sindaco Alfio Mangiameli, chiamandolo al confronto pubblico per chiarire, carte alla mano,  la vicenda sui finanziamenti, ma è certo che il primo cittadino non si sottrarrà al confronto soprattutto per fare chiarezza nei confronti dei lentinesi.

nella foto da sinistra: Gaspare MAIORANA segretario Provinciale di Ragusa, Giannattilio RINATO segretario Provinciale di Catania, Ruggero STRANO segretario Nazionale, Francesco RIZZO segretario provinciale di Siracusa, Pietro RAGUSA vice segretario provinciale di Siracusa

Lentini ADP segnala inadeguatezza sede Commissariato di Lentini. Locali del Commissariato inadeguati, salta assemblea sindacale dei poliziotti presenziata dal segretario nazionale Ruggero STRANO. La questione della struttura che ospita la Polizia di Stato a Lentini ha dell’inverosimile e si trascina dal dicembre del 1990 quando si verificò il sisma che nel siracusano provocò morte e distruzione. Quasi tutti gli edifici privati nella provincia di Siracusa sono stati ristrutturati dopo il terremoto del 1990, ma sede del Commissariato di Lentini continua a restare in locali inadeguati. L’operatività delle forze dell’ordine non è certo agevole a Lentini in una struttura che era stata realizzata per abitazione civile ed è stata adattata a sede di Commissariato. I poliziotti, in servizio a Lentini, da anni quasi sottovoce, hanno chiesto la sistemazione in locali che possano essere adeguati ad ospitarli. Ciò in considerazione sia dell’alto tasso di  criminalità che per  l’esigenza operativa diventa ancor più oneroso ed arduo l’impegno delle forze dell’ordine. I rappresentanti sindacali Autonomi Di Polizia  avevano indetto una riunione al Commissariato di Lentini  per discutere di questi ed altri temi. Ma la riunione non è stata tenuta in Commissariato proprio per l’inadeguatezza del locale. Il gabinetto del questore di Siracusa aveva dato disponibilità a tenere l’incontro sindacale dei poliziotti a Siracusa, in Questura, ma ciò non è stato possibile. La riunione sindacale è saltata con sommo dispiacere del segretario nazionale Ruggero STRANO , del rappresentante provinciale di Siracusa Franco Rizzo , del vice Pietro Ragusa e del coordinatore della provincia di Catania Gianni Rinato . I rappresentanti dei poliziotti hanno stigmatizzato la situazione strutturale ed operativa del Commissariato di Lentini: urgono interventi immediati.  Scrive Franco Rizzo segretario provinciale : “Questa O.S. Autonomi Di Polizia segreteria di Siracusa, il 26 ottobre 2009 dalle ore 10,00 alle ore 12,00 a seguito di autorizzazione da parte del signor Questore di Siracusa, aveva indetto un’assemblea sindacale presso i locali del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lentini. Tale Assemblea alla quale era presente anche il Segretario Nazionale dell’A.D.P. Ruggero STRANO, per motivi di inadeguatezza dei locali del Commissariato di P.S., non è stata tenuta. Detta decisione è stata presa da questa O.S. anche per rimostranza poiche i locali del Commissariato di P.S. di Lentini, oltre ad essere inadeguati per tali assemblee sindacali,  non risultano idonei per ospitare un Commissariato di P.S. che già dagli anni 90 a seguito del terremoto   ha danneggiato seriamente lo stabile, non risulta per niente adeguato alle esigenze del personale tutto che presta sevizio e principalmente per tutti gli utenti che giornalmente per motivi vari accedono a detto plesso sprovvisto degli elementari sistemi di sicurezza. Nessuna colpa è da attribuire al Dirigente del Commissarito di P.S. di Lentini, ma questa O.S. ha già provveduto a notiziare il tutto all’Onorevole dell’A.R.S. Orazio D’ANTONA (M.P.A.), il quale congiuntamente al Segretario Nazionale dell’A.D.P. Ruggero STRANO, studierà nei tempi e nei modi per le iniziative future per destinare dei locali idonei al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Lentini, ubicato in un territorio ad alta densità criminale”.

 

 

 

Autodemolizione Amato a Lentini

 

 

 

 

 

 

 

Notizie

 LENTINI

VITA 3 FRATELLI MARTIRI

 

ALFIO  FILADELFO E CIRINO

 

Lentini Acqua non potabile: solo uso igienico. Il  sindaco di Lentini, Alfio Mangiameli, ha firmato un’ordinanza urgente con cui ha vietato l’uso dell’acqua dei rubinetti per fini potabili ed alimentari. Le analisi condotte dall’Asp, nei giorni scorsi hanno  accertato la presenza di battericoliformi a 37° C e di Escherichia Coli” nei pozzi Bottiglieri, Gangemi e Campo Pozzi che servono la zona nord e il centro storico. I residenti delle aree indicate possono, dunque, utilizzare l’acqua del rubinetto di casa solo per fini igienico-sanitari. Le zone interessate sono : statale Catania-Ragusa, via Etna, via Manzoni e strade limitrofe, via Mercadante e traverse fino alla via Piave, via del Progresso, via XX Settembre, Piazza San Luca, piazza Bellini, via Regina Margherita e traverse, piazze Oberdan e Vittorio Veneto, via San Francesco D’Assisi, parte di via Conte Alaimo e tutta la zona 167 compresa fra via Francofonte e via Tintoretto.


Siracusa   - Stipendi : pignorati 4milioni€ a Comune di Lentini, Sindacati chiesto incontro a Prefetto convocato Sindaco. La richiesta di convocazione urgente è stata presentata al Prefetto di Siracusa sulla problematica del Comune di Lentini da parte dei segretari generali  CGIL    CISL  UIL :  F. Nardi,   G. Marino ed A.Altamore. Si fa riferimento alla sentenza emessa dal Giudice della Sezione Civile del Tribunale di Siracusa con la quale un privato ha chiesto ed ottenuto la rimozione giudiziale della deliberazione di impignorabilità delle somme giacenti presso la Tesoreria del Comune di Lentini riconosciuta illegittima in sede giudiziale perché non rispettosa dei vincoli che l’art. 159 del T.U. degli Enti Locali presuppone. Scrivono testualmente al Prefetto le organizzazioni sindacali:”Sottoposte a pignoramento, già da qualche giorno,   tutte le somme giacenti presso la tesoreria del Comune di Lentini,  fino alla concorrenza di oltre 4 milioni di euro, ivi comprese quelle vincolate al pagamento delle retribuzioni del personale dipendente e di quelle necessarie all’espletamento dei servizi locali indispensabili. Considerata la gravità della situazione che si è ingenerata e delle conseguenze per i mesi futuri che si potrebbero determinare sul normale svolgimento dei servizi essenziali che eroga il Comune e sul regolare pagamento del personale dipendente, già in stato di agitazione, e di quanti, vantando crediti nei confronti dell’ente, sono gravemente preoccupati per il proprio futuro,  si è con la presente per chiederLe la convocazione di un incontro urgente, alla presenza del Sindaco del Comune di Lentini, per discutere sulle strade da percorrere e sulle possibili soluzioni da dare ad una problematica che non può essere minimamente sottovalutata per via degli inevitabili ed immediati riflessi negativi sul tessuto sociale ed economico della comunità di Lentini oltre che sul mantenimento dell’ordine pubblico che si potrebbero ingenerare. Si resta in attesa di urgente riscontro, Le Segreterie Generali  f.to FP CGIL    CISL FP   UIL FPL  F. Nardi   G. Marino  A.Altamore”.


Siracusa  - Alfio Mangiameli,  sindaco di Lentini, in catene alla recinzione esterna del Palazzo di Giustizia a Siracusa. La singolare protesta del primo cittadino è per denunciare  il momento di assoluto disagio per la casse vuote del comune. L’azione del sindaco è stata   decisa per il provvedimento del Giudice civile del Tribunale di Siracusa che ha  bloccato tutte le somme sino a maggio prossimo e sino alla concorrenza dei circa 4 mln e 300 mila euro vantati da un privato nei confronti dell'amministrazione per l’esproprio noto e da oltre 20 anni contestato.


Lentini  Solidarietà a Carnevale: raccolta fondi per oncologia.  Vincenzo Laezza, presidente dell'Associazione Manuela e Michele, invita alla festa di Carnevale, lunedì 3 marzo alle ore 16.oo, presso il salone della Scuola Notaro Iacopo di Piazza Aldo Moro a Lentini. Le somme raccolte serviranno ad aiutare la ricerca in campo oncologico e saranno anche destinate alle famiglie che accudiscono i loro cari ammalati che sono costretti a sostenere onerose cure mediche.


Lentini  - “Lentini un amore nella memoria”  è il libro del lentinese Antonio Risuglia presentato nell’antico  cinema Arena Santa Croce. La manifestazione culturale è curata dalle associazioni, ANTEAS di Siracusa e dall’APED di Lentini. L’appuntamento è stato il 21 agosto 2012 con inizio alle ore 19.00 presso i locali dell’antico  cinema Arena Santa Croce di Lentini per la presentazione del libro scritto dal  lentinese Antonino Risuglia  “Lentini un amore nella memoria”.     Hanno partecipato il   sindaco di Lentini Alfio Mangiameli, dell’assessore alla Cultura Nuccia Tronco,  la presidente dell’Archeo club di Lentini  Maria Arisco, Guglielmo Tocco,  alcuni artisti dell’associazione Anteas,  la presidente della commissione letteraria della Aped  Antonella Battaglia, i  tre nipoti dell’autore : Alessandro, Andrea e Federico. gran lavoro di coordinamento è stato svolto da Giuseppe Parisi  addetto stampa APED. 


 

 

Lentini - Marcello Cormaci    presidente  Consiglio Comunale. I 12 consiglieri di maggioranza, venerdì sera 15 luglio, hanno indicato il presidente e il vicepresidente del consiglio comunale. Per il medico Marcello Cormaci non si tratta di una vera novità, poiché nelle passate legislature ha ricoperto l’incarico di vice presidente. Il consesso civico a maggioranza ha anche designato Paolo Censabella, esponente del PD, quale vice presidente del consiglio comunale lentinese. Per il Sindaco Alfio Mangiameli si delineano ancor meglio i contorni della sua amministrazione con gli uomini che dovranno sostenerlo nel suo secondo mandato alla guida della Città di Lentini.


Roma - Omicidio Lanteri: Cassazione decide ergastolo per Angelo Caruso, Francesco Insolia e Sebastiano Furnò. Il verdetto definitivo della Corte è supportato dalle dichiarazioni dei fratelli Enzo e Giuseppe Piazza. I 3 sono stati ritenuti autori dell’omicidio di Gino Lanteri, presunto esponente della cosca lentinese, assassinato il 4 gennaio 1999 nelle campagne di Lentini. La Cassazione ha condannato a 14 anni Raffaele Randone, a 6 anni Cirino Brunno. I due dovevano rispondere di un tentativo di estorsione ai danni dell’impresa Colleroni e dei titolari di una carrozzeria a Lentini. I collaboratori Enzo e Giuseppe Piazza nel 2004 avrebbero consentito agli inquirenti della Dda di rinvenire i resti della vittima in un canalone alla periferia di Lentini. Luigi Lanteri sarebbe stato assassinato  nelle campagne di Lentini da persone che non gradivano la sua intenzione di scalata nel clan Nardo. Il cadavere sarebbe stato caricato su una carriola, dopo essere stato portato e bruciato tra immondizia e pneumatici. Così avrebbero raccontano i fratelli-pentiti rei confessi Vincenzo e Giuseppe Piazza.


vedi programma completo Natale Leontino 2011

26milioni € :  finanziamenti regionali al Comune di Lentini

Lentini – Rimodulati 26milioni € in finanziamenti regionali per il Comune di Lentini. L’entità della somma è stata palesata dal sindaco della Città Leontina Alfio Mangiameli (clicca ed ascolta intervista), nel corso di un incontro a Palazzo di Città, presente l’assessore comunale Paolo Censabella ed il deputato regionale Roberto De Benedictis  (PD). L’esponente regionale ha seguito personalmente l’iter burocratico che ha portato  alla definizione di vicende che sembravano insormontabili. Con l'approvazione di bilancio di previsione 2010 e finanziaria della Regione Siciliana, il primo maggio scorso, le somme saranno presto nella disponibilità d’impiego per il comune di Lentini. Si tratta di lavori di realizzazione  della via di fuga lato nord del centro abitato con un cofinanziomento dei Comuni di Lentini e Carlentini, del recupero e conservazione della biblioteca comunale, della sistemazione dell’area container, di realizzazione via di fuga nel quartiere San Paolo, di conservazione del palazzo municipale, di realizzazione di un’area di concentramento mezzi e materiali di soccorso, recupero e conservazione del palazzo Beneventano, consolidamento Colle Tirone, e scuole media Marconi. Sia il sindaco Alfio Mangiameli (clicca ed ascolta intervista),che il deputato Roberto De Benedictis hanno esternato soddisfazione per il corposo finanziamento regionale. Soddisfazione è stata espressa  per il provvedimento con il quale l’Assessorato Regionale alla Sanità ha sottoscritto la rettifica al recente decreto sulla rimodulazione ospedaliera per le Utic. Col nuovo decreto assessoriale, che a giorni verrà firmato da parte dell’Assessore Russo, vengono recepite le istanze del Territorio e, di conseguenza, viene dato il giusto riconoscimento all’Ospedale di Lentini, che mantiene, oltre agli 8 posti di Cardiologia, anche 4 posti di Unità di terapia intensiva coronarica. La ristrutturazione dell’ex cattedrale di Sant’Alfio avverrà con fondi regionali ed una somma stanziata dal Comune di Lentini, come ha avuto modo di precisare il sindaco Alfio Mangiameli.

 

Lentini Polivalente a rischio: segnalano gli studenti. Oltre il 30% del Polivalente ha bisogno di interventi e di manutenzione urgenti, l’edificio scolastico risalente gli anni ’80, ritrova per l’ennesima volta una nuova aggravante: la palestra divenuta inagibile a causa del tetto pericolante”. Questo è il grido di allarme lanciato dalla rete di studenti lentinesi che intendono sensibilizzare gli amministratori sulla sulla questione sicurezza ed agibilità dei plessi scolastici. Facendo riferimento alla palestra del polivalente di via Riccardo da Lentini gli studenti ribadiscono:”Quest’ultima da anni necessità di rifacimenti  strutturali,  tra le criticità pesa, innanzitutto, la necessità di investimenti in manutenzione straordinaria ed ordinaria, da mesi,  ignorati dalla provincia”.  La rete di studenti con il documento  sottoscritto evidenzia che le problematiche strutturali e le carenze sotto gli occhi di tutti :”l’immobile che ospita a Lentini , Liceo Scientifico, Istituto Tecnico per Geometri, Liceo Artistico ed Istituto Tecnico Agrario  non sono da attribuire all’Amministrazione Comunale, ma alla Provincia Regionale “. I Dirigenti Scolastici hanno più volte  chiesto alla Provincia la manutenzione straordinaria dell’immobile ma tutto è rimasta lettera morta. “Le criticità della scuola – sottolineano i ragazzi - potrebbero essere evitate con controlli e lavori ordinari durante gli anni:  infiltrazioni d’acqua nei corridoi e rifacimenti importanti di ordine strutturale”. I problemi di edilizia scolastica non sono solo nel plesso di Lentini, ma in tutta la Provincia, ciò non comporta che la sicurezza  ed il controllo si possano demandare, fino a quando, non si verificano danni alle persone od alle cose.

Cercasi via Concetto Pennisi militare lentinese caduto in guerra Lentini  - Via Concetto Pennisi dedicata a caduto in guerra….. “cancellata” dalla … politica. E’ questo il dubbio dell’erede “spirituale di un caduto in guerra”  lentinese:  il dott. Concetto Pennisi che vorrebbe conoscere i motivi che hanno indotto amministratori a cancellare dalla “memoria cittadina” un giovane che ha immolato la vita per la Patria. In un momento storico in cui viene istituita la “giornata della memoria” per il 12 novembre, data dell’eccidio di Nassiriya, c’è chi ricorda un proprio caro estinto militare lentinese caduto in guerra…. ma cancellato da propri concittadini. E’ la richiesta di un erede spirituale di un caduto in guerra. Al nostro giornale è pervenuto lo scritto dell’erede diretto del militare  Concetto Pennisi, 

 

il nipote omonimo. Vogliamo riportare per intero lo scritto ricevuto in redazione perché gli amministratori della Città di Lentini restituiscano il “maltolto”….  Il ricordo di un lentinese caduto in guerra. “Al gentile Direttore del giornale L'Informatore. In occasione della ricorrenza del novantesimo anniversario della fine della Grande Guerra del 1915/18, voglio onorare la memoria dei seicentomila caduti italiani (e, umanamente, di tutti gli altri caduti della guerra europea). Fra questi caduti vi fu anche mio nonno il Sergente Concetto PENNISI nato a Lentini il 10/12/1888 e morto sul Monte San Michele (Gorizia) il 25/10/1915 all'età di ventisei anni e che fu sepolto nel Sacrario Militare di Redipuglia (Gorizia), vicino a Gradisca d'Isonzo dove prestai servizio militare nel 1967( il fato a volte combina nel tempo le nostre vicende umane e familiari!). Mio nonno non fu un eroe, ma un comune cittadino che, come altri cittadini, fu costretto a partire rimanendo inghiottito dal moloch della guerra, lasciando a Lentini mio padre, infante di diciannove mesi, mia nonna diciannovenne in stato interessante di un altro figlio che nacque un mese dopo la morte di mio nonno. Il Comune di Lentini (non so in quale anno) intitolò una delle sue vie a mio nonno(era la via Sergente Concetto Pennisi). Ho saputo che oggi a Lentini questa via non esiste più, avendo qualche amministrazione comunale del passato sostituito nella toponomastica il nome di mio nonno con altro nominativo(che sconosco). Facendo riferimento al verso foscoliano “Sugli estinti non sorge fiore, ove non sia d'umane lodi onorato e d'amoroso pianto” e mosso dalla “corrispondenza d'amorosi sensi” ,vorrei cortesemente chiedere di conoscere dal Signor Sindaco, dalla sua giunta, e dal Consiglio Comunale, tramite la cortesia del suo giornale quali criteri furono adottati(da altra amministrazione comunale, s'intende) nella variazione del nominativo della suddetta via: furono seguiti criteri di interessata e bassa ideologia politica(discostandosi cosi dai dettami del principio morale universale che Ugo Foscolo ha trasmesso all'umanità scolpendo i suoi versi nel carme “I Sepolcri”?) o furono altri i motivi che portarono alla cancellazione del nome di mio nonno? Credo che sia legittima questa richiesta da parte di un erede spirituale di un caduto in guerra. RingraziandoLa per l'ospitalità che vorrà dare a questo mio scritto, cordialmente La saluto. dottor Concetto Pennisi”. 

 

L'INFORMATORE in PDF marzo 2011

 

 

 
 

di GUGLIELMO TOCCO 

 

CASTRUM FEST