L'INFORMATORE DI SICILIA - GIORNALE D'INFORMAZIONE INDIPENDENTE - FONDATO E DIRETTO DA IGNAZIO LA PERA - PER CONTATTARE LA  REDAZIONE SCRIVETE  A : ilapera@infinito.it - SULL'INFORMATORE UNA PAGINA E' DEDICATA ALLE NOTIZIE DI ULTIMORA

Editoriale di

Ignazio La Pera

NOTIZIE DA

  REGIONE
 CATANIA

 PALERMO

 CALTANISSETTA
  MESSINA
 RAGUSA
 SIRACUSA
ACIREALE
 LENTINI

 - Storia

  - Museo

 - Farmacie

 - Numeri utili

   CARLENTINI
 FRANCOFONTE
TAORMINA-G.NAXOS

RUBRICHE

  in politica
 ANNUNCI
 CONCORSI
 INTERNET
 ZODIACO
 MUSICA   new

Lentini V° raduno Associazioni d’Arma e Patriottiche: consegnati premi “Luigi Briganti” e “Filadelfo Aparo”. I riconoscimenti sono stati assegnati al al.v.questore Dott. Aldo Fusco dirigente del locale Commissariato di PS. (Lentini), al Ltg Dott. Sebastiano Bramante, Comandante Stazione dei Carabinieri(Lentini), al Ltg Antonio Luciano De Marco Comandante Tenenza Guardia di Finanza(Lentini), ai fratelli Marino Batà di Alcara Li Fusi ed al parroco della Chiesa Madre di Lentini don Claudio Magro. Il Presidente Ivan Grancagnolo dell’Istituto del Nastro Azzurro ha organizzato la manifestazione articolata in 2 giornate :  sabato 6 febbraio 2010 alle 18.00,  l’omaggio ai Caduti in piazza Duomo, la consegna dei riconoscimenti presso Aula Consiliare del Comune di Lentini : premi 1a edizione Dott. Luigi Briganti M.O.V.M. e “B.re Filadelfo Aparo” e l’allocuzione  del presidente provinciale  Ist. del Nastro Azzurro Avv. Francesco Atanasio.  Una solenne Santa Messa  è stata celebrata,  il 7 febbraio 2010 alle 11.00, presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi all’Immacolata in Lentini, in memoria della Venerabile Serva di Dio MARIA CRISTINA di SAVOIA, Regina del Regno delle Due Sicilie, ed in ricordo dei Caduti Italiani di tutte le guerre.  La benedizione dei labari e delle bandiere ha avuto luogo al termine del rito religioso presenti. La celebrazione eucaristica è stata animata dal Coro Polifonico AD DEI LAUDEM Diretti dal M° Ezio Spinoccia. Maria Cristina   morì il 21 gennaio 1936 a Napoli non ancora ventiquattrenne per i postumi del parto, nel dare alla luce l'unico figlio Francesco, che sarebbe salito al trono e che sarebbe stato l'ultimo re del regno delle Due Sicilie. Francesco sarebbe stato educato nel culto di sua madre, chiamata la Regina Santa. Ferdinando meno di un anno dopo si risposò con Maria Teresa d'Asburgo-Teschen. Avviò però il processo di beatificazione di Maria Cristina. Il 10 luglio 1859 il Vaticano comunicò che la scomparsa regina era stata proclamata venerabile. All'unico figlio di Francesco II e di sua moglie Maria Sofia di Baviera, una bambina che nacque quando i genitori erano già in esilio, venne dato il nome della nonna. La piccola Maria Cristina Pia visse però solo alcuni mesi.

 

Lentini - Omicidio Marco SIRACUSANO: carcere a Ercole Modica. Le manette dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Augusta  comandati dal Tenente Vincenzo Alfano sono scattate per l’allevatore Ercole MODICA , 48enne lentinese,  già noto alle forze dell’ordine. Il dispositivo è stato emesso dalla  Corte D’Assise D’Appello di Catania il 16 marzo 2011. Ercole MODICA era già noto per associazione a delinquere di stampo mafioso, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Il personaggio è ritenuto elemento appartenente all’organizzazione mafiosa del Clan Nardo, alleati dei Santapaola di Catania. Il delitto di Marco SIRACUSANO compiuto l’8 aprile del 2002 è inquadrato dalle forze dell’ordine nella decisione  del Clan di eliminare  un  elemento scomodo. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Augusta espletate le formalità di rito hanno tradotto  Ercole MODICA in base al  dispositivo è stato emesso dalla  Corte D’Assise D’Appello di Catania presso il carcere di Bicocca a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Lentini - Il Vescovo di Abancay del Perù, mons. Gilberto Gomez Gonzales, ha incontrato il sindaco Alfio Mangiameli presso la Sala Giunta del Palazzo Municpale in occasione della sua visita a Lentini promossa dal Kiwanis di Lentini, presieduto da Maria Grazia Culici. L’alto prelato è impegnato in iniziative di solidarietà per l'acquisto di attrezzature per il reparto di pediatria dell'ospedale del centro peruviano. Il vescovo Gomez Gonzales ha fatto visita alla comunità di Lentini, dimostratasi generosa e sensibile nel ricordo del giovane Sergio Lentini, scomparso prematuramente a causa di una malattia.


NOTIZIE ULTIMORA 24 ORE SU 24


LENTINI


Contro violenza a donne con sport e difesa personale




intervista

Lentini Contro violenza a donne con sport e difesa personale.  

Nunziatella Pollara istruttrice cintura nera Krav Maga e difesa personale 1° livello ha avviato presso la Palestra Fit Club in Via del Mare, 54-56  in C.da Santuzzi – Carlentini Corsi trimestrali di difesa personale antiaggressione femminile per donne a partire da 14anni. Le lezioni di difesa personale  sono supportate da Antonio Marino istruttore cintura nera Krav Maga e difesa personale 4° dan. Il  giorno 8 marzo è diventato sempre più di sensibilizzazione, su questo tema che in realtà è internazionalmente  fissato il 25 novembre. I dati Istat  confermano che 7 milioni sono le donne vittime di violenza  le quali  in vita hanno subito una forma di abuso. Lo Stato ha destinato 5 milioni annui quali risorse nel triennio 2017-2019  che  dovrebbero andare al piano antiviolenza, ai servizi territoriali, ai centri antiviolenza ed ai servizi di assistenza alle donne. I  numeri della violenza alle donne sono crescenti  già partendo dai dati del 2014  con ben 6milioni 788mila   vittime di violenza in Italia, 652mila hanno subìto stupri, 3 milioni 466mila  stalking, di queste 1 milione 524mila l'ha subìto dall'ex partner, 2 milioni 229mila da persone diverse dall'ex partner. Le donne quindi anche con lo sport possono istruirsi per difendersi contro la violenza.


Lentini - Mare, beni storici ed archeologici, vicinissima ad aeroporto e Catania”. Questi i punti di forza propugnati  dall’avvocata Nunziatella Pollara intervista che punta a valorizzare Lentini. La professionista ha deciso di muoversi in ambito politico con M5S per dare impulso allo sviluppo nella “città del leone”. Lo stimolo per Nunziatella Pollara è stato il disastro che c’è a Lentini. Dice :” Dove io vivo, visto che ci devo abitare, mi sono stancata di vedere un paese gestito in modo che si abbiano risultati noti. Ritengo sia doveroso attivarsi per riprendersi quello che poi è nostro. Questa è la nostra casa e lasciarla gestire a persone che hanno dimostrato di non esserne all’altezza dispiace moltissimo. I problemi sono tanti, io penso che oggettivamente quello principale è la mentalità che è sbagliata. Agire sulla mentalità non è facile perché richiede molto tempo”. Come iniziare il percorso… “I segnali che gli amministratori  lanciano ai cittadini  sono importati perché se positivi ti seguiranno nel bene, è come nelle famiglie quando i genitori danno il pessimo esempio ai figli, che cresceranno male”.  Quali sono i programmi operativi..”Operativamente bisogna  vedere i conti perché il Comune è in dissesto finanziario, vedere debiti ed eventuali crediti, riorganizzare gli uffici in maniera che siano più efficienti e quindi più funzionali. Tagliare quei rapporti che non servono a nulla e non creano vantaggio per la collettività. Le cose da fare sono tante affinchè il paese diventi ricco come lo è stato in passato. Questo è un paese che ha vissuto ricco in passato con attività agricole ed ora può tornare ad esserlo certo con l’agricoltura non dei tempi dei nostri nonni. Adesso servono agricoltori imprenditori che si occupino dell’agricoltura con i prodotti locali che siano certificati e quindi di qualità. Che i prodotti siano bene di consumo anche locale in modo che ci sia un movimento economico. Grande importanza ha l’attività turistica e serve una vera  opera di marketing, Lentini ha una posizione strategica ha il mare, i beni storici ed archeologici è vicinissima all’aeroporto, a Catania. Si tratta di lavorare bene e si può dare una svolta ed impulso per la crescita”. L’avvocata Nunziatella Pollara ha idee chiare e se sarà nella condizione di poter attuare quanto propugnato potrebbe  ottenere  seri cambiamenti.


Lentini Alfio Navarria designato dal Rotary quale imprenditore “brillante”. E’ stato assegnato alla “Pasticceria Navarria” il premio alla memoria dell’imprenditore Vincenzo Ferrauto, giunto alla terza edizione, che il Rotary club di Lentini ogni anno attribuisce alle realtà imprenditoriali cittadine più brillanti. A consegnare il premio ad Alfio Navarria, titolare della pasticceria fondata dal nonno 98 anni fa, è stato Giuseppe Caramma, presidente del Rotary club di Lentini.

Il rotariano Antonio Ferrauto, presidente della commissione giudicatrice ha letto i motivi della scelta fatta dai componenti con la seguente motivazione: “La pasticceria Navarria rappresenta l’eccellenza nel settore e nei catering che svolge fuori Sicilia il meglio della tradizione culinaria e dolciaria lentinese e della Sicilia”. Ad Alfio Navarria, va senza dubbio il merito, oltre ad avere mantenuto nel tempo la qualità dei prodotti di “Pasticceria Navarria” l’avere allargato gli orizzonti imprenditoriali fuori dalle “mura cittadine”, confrontandosi ed emergendo sempre con lealtà e managerialità.


L'Associazione "Libera"   responsabile dell'iniziativa avvisa per la selezione di figure professionali

da impegnare nella gestione dei beni confiscati alle organizzazioni criminali

Le Prefetture di Catania e Siracusa, il Comune di Lentini, i comuni di Belpasso, Motta Sant'Anastasia, Ramacca, e l'Associazione "Libera — Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" in data 1 dicembre 2008 hanno sottoscritto, sotto l'egida del Commissario straordinario del Governo per la gestione e la destinazione dei beni confiscati ad organizzazioni criminali, un protocollo d'intesa con il quale hanno espresso l'intendimento di attivare su terreni agricoli e fabbricati rurali, gestioni produttive a fini sociali, mediante l'assegnazione ai sensi della legge 109/96 degli stessi a una Cooperativa Sociale di nuova costituzione, nel rispetto della legge quadro sulla cooperazione n. 381 del 1991.

La Fondazione Monte Paschi Asset Management ha finanziato il progetto Libera Terra Catania – Siracusa che si propone, tra i vari obiettivi, quello di realizzare un percorso formativo volto all'acquisizione di capacità professionali nella gestione dei beni.

Il Comune di Lentini, insieme ai comuni di Belpasso, Ramacca, Motta Sant'Anastasia, e l'Associazione "Libera"

I N V I T A N O

i lavoratori svantaggiati, inoccupati e disoccupati a manifestare il proprio interesse e la disponibilità ad essere inseriti in un percorso di formazione finalizzato alla costituzione della cooperativa citata. L'adesione al Programma comporta la disponibilità del soggetto ad essere inserito in tale percorso e la sottoscrizione delle misure previste dal Progetto e dal Protocollo d'intesa Libera Terra "Simboli e risorse di comunità libere".

Potranno aderire alla costituenda cooperativa sociale, in qualità di soci lavoratori e per i profili professionali richiesti, i lavoratori che risulteranno idonei al termine del percorso formativo. I profili professionali e le unità oggetto di selezione e formazione sono:

• N. I  AGRONOMO

• N. I  OPERAIO AGRICOLO QUALIFICATO

• N. I  APICOLTORE

• N. 2 OPERAI AGRICOLI COMUNI

I soggetti interessati a partecipare alla selezione, possono visionare dal 12 agosto u.s. il testo completo del bando e il modello di domanda presso l’Albo Pretorio del Comune, scaricare tutta la documentazione collegandosi al sito internet del Comune di Lentini: www.comune.lentini.sr.it, o ritirarlo presso l’Ufficio Informagiovani, al primo piano del Palazzo Municipale, da lunedì a venerdì, dalle ore 10 alle ore 12.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato alle ore 12 del 28 settembre 2009.

Il testo del presente avviso, sintesi del contenuto ufficiale, ha solo finalità divulgative.

                                                                            IL SINDACO Alfio Mangiameli


 Nuove case: Convenzione da Fondi Europei tra Comune ed IACP

LENTINI - Convenzione di collaborazione tecnico-scientifica e partecipazione ai programmi del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale tra il Sindaco di Lentini Alfio Mangiameli ed il già Presidente dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Siracusa dott. Maurizio Scollo . L’accordo è stato sottoscritto tra le due parti a Palazzo di Città a Lentini,  di mattina, alla presenza della Segretaria Generale del Comune di Lentini dott. Danila Costa, dell’assessore ai LL.PP. Paolo Censabella(dimissionario) e del dirigente dell IACP di Siracusa dott. Marco Cannarella. L’Amministrazione Comunale di Lentini si sta attrezzando per inserirsi  nel “circuito europeo” ed ottenere i finanziamenti dalla imminente nuova programmazione dei Fondi Strutturali 2007-2013 per la riqualificazione del patrimonio edilizio residenziale pubblico. “La collaborazione con l’Istituto Autonomo Case Popolari di Siracusa- ha detto il sindaco Alfio mangiameli - si estende anche ad altri interventi: il primo riguarda l’inclusione del Comune di Lentini nel programma straordinario di edilizia residenziale pubblica finanziato dal collegato alla Finanziaria del Governo Nazionale, in base al quale il nostro Comune è stato inserito in una distribuzione provvisoria con 1.600.000 Euro per la costruzione di n. 12 nuovi alloggi popolari in viale Kennedy. Il secondo riguarda un intervento di drenaggio della acque nel complesso edilizio di 45 alloggi di via Tintoretto”.  Per questo fruttuoso rapporto di collaborazione tra i due Enti, il Sindaco Alfio Mangiameli e l’Assessore Paolo Censabella hanno ringraziato il Presidente dell’IACP Maurizio Scollo ed i dipendenti dei relativi uffici tecnici. Infatti questi svilupperanno sempre di più una efficiente sinergia per dare risposte concrete alla fasce più deboli della comunità lentinese per un bene primario: la casa. “C’è stata una stretta collaborazione tra IACP e  Comune di Lentini che è stato il più bravo – ha affermato per l'Autonomo Case Popolari di Siracusa dott. Maurizio Scollo, nella provincia a cogliere questa occasione di finanziamento in sinergia. E’ stato un intervento che permetterà di costruire questi nuovi alloggi con una tecnologia avanzata con l’inserimento di un tessuto commerciale con all’interno delle attività.”


Agnone Bagni - L’associazione Intercomunale Agnone Bagni “viaggia”  con Brunella Li RosiUn romanzo che va controcorrente in un momento che la nostra società è ad un passo dal baratro. La valigia di Brunella Li Rosi ha dato la possibilità di valorizzare un borgo marinaro in un momento di riflessione e di vacanze”. E’ quanto ha detto la professoressa Liliana Nigro, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, direttore del Medfest e assessore alla Cultura del comune di Buccheri, martedì sera, durante la presentazione del libro “In Viaggio con Me” di Brunella Li Rosi, edito dalla casa editrice Greco di Catania, con un  grande successo di pubblico e un parterre d’eccezione. L’evento  è stato inserito nel programma dell’estate di Agnone Bagni. L’associazione Intercomunale “Agnone Bagni” ha organizzato l’incontro con il patrocinio della Provincia, del Comune di Augusta e sostenuta da quattro sponsor. L’iniziativa culturale è stata moderata dal giornalista Salvatore Di Salvo. I saluti del presidente dell’Associazione Intercomunale “Agnone Bagni” Marcello Piccolo hanno avviato l’incontro, con la menzione  dello sforzo che l’associazione sta portando avanti per valorizzare il borgo marinaro. Il consigliere provinciale Francesco Saggio ha portato i saluti del presidente Nicola Bono e dell’intero consiglio provinciale. “La Provincia – ha detto Francesco Saggio – ha  sempre sostento le iniziative culturali. Il libro di Brunella Li Rosi ha permesso di valorizzare anche il borgo marinario di Agnone Bagni”. La preside Maria Arisco ha ripercorso le tappe del libro: da Lentini a Torino, da Francofonte a Palazzolo e Buccheri. “Oggi la valigia di Brunella Li Rosi – ha detto la preside Arisco – approda in questo bellissimo luogo carico di storia e di emozioni per tutte le generazioni”. La professoressa Liliana Nigro, ha sottolineato i punti centrali del romanzo: “Oggi è difficile andare controcorrente – ha detto Liliana Nigro –  la valigia di Brunella Li Rosi è riuscita a raccontare le vicende della vita. Una valigia però  che pur nelle difficoltà lancia un messaggio di speranza e di positività. La cultura e la location sono stati un binomio importante per condividere il percorso che Brunella sta portando in giro con la sua valigia”. La presentazione è stata intercalata dai suoni di Stefano Cardillo e Salvo Amore, che hanno accompagnato con musica la presentazione del libro. Le conclusioni affidate all’autrice :  “Un grazie a tutti – ha detto Brunella Li Rosi – per aver condiviso con me questa serata”.

 



 


 

CASTRUM FEST

 

 

Rispetto e discrezione dell’impiegato gentiluomo

Lentini - Walter Buzzoni   è il vero impiegato “gentiluomo”, sul lavoro sempre presente e ligio al dovere. E’ in servizio al Comune di Lentini dal 14 agosto 1979. Walter svolge le sue mansioni nell’ufficio di Gabinetto del sindaco, dal 1983 allorquando Gianni Cannone(sindaco dal 10 giugno 1982 al 19 febbraio 1984), quale primo cittadino del tempo, ne istituì la figura in pianta organica. Non è facile, ai giorni nostri, trovare un dipendente di ente pubblico con la risposta sempre pronta a tutte le domande, ed al tempo stesso discreto. E non solo…… il buon Walter,  dalla sua poltroncina ha visto “passare” sindaci di tutte le “razze” : di destra, di sinistra e di centro,  senza mai scendere a veri compromessi. Ha svolto e continua…. la sua attività di “filtro” tra Ente e cittadini senza “pesare”  più del dovuto nei confronti degli uni e degli altri. Non è un semplice elogio…… ma un esempio per i molti dipendenti nuovi e ed anziani che del “posto” hanno fatto uno sterile punto di forza personale a discapito dei cittadini, degli utenti di pubbliche amministrazioni. La discrezione ed il senso di rispetto sono le virtù che il buon Walter applicando quotidianamente sul posto di lavoro potrebbe trasmettere nella società della “sopraffazione”.

 
 

GUGLIELMO TOCCO



 

Sindaco ed assessore ringraziano IACP SR per lavori drenaggio a 167 a  

Lentini - Il Sindaco Alfio Mangiameli e l’Assessore ai LL.PP. Paolo Censabella hanno espresso apprezzamento nei confronti del Presidente dell’I.A.C.P. ing. Messina e del C.D.A., per avere aggiudicato con tempestività i lavori relativi al drenaggio delle acque piovane delle palazzine di via Tintoretto n. 19 a Lentini. “Ringraziano inoltre, l’ing. Carmelo Uccello – hanno detto i due amministratori comunali- che ha seguito tecnicamente le fasi progettuali ed il precedente Presidente del medesimo Istituto, Maurizio Scollo per avere iniziato l’iter per l’espletamento della gara che oggi vede appunto l’aggiudicazione dei lavori. Con l’esecuzione dei lavori verrà risolto definitivamente l’annoso problema che da anni ha creato non poche difficoltà alle famiglie delle abitazioni che hanno subito  allagamenti durante le piogge nelle zone sottostanti le loro abitazioni”.

 

Sostegno ai senza tetto abruzzesi da  “terremotati del 90

 

Lentini – I comuni terremotati nel 1990 hanno dato sostegno ai senza tetto abruzzesi. Lentini e Carlentini sono stati rappresentati nella tendopoli di Tornimparte, prov. Aquila, allestita dal Dipartimento Regionale di P civile della Sicilia.  Il sindaco di Tornimparte, Antonio Tarquini, ha espresso commossa gratitudine per quanto la Sicilia ed i siciliani stanno facendo per la comunità locale.

 

Lentini -  "Non avere paura" è il tema di una serata contro l'omofobia in ricordo del giovane parrucchiere lentinese Adelfo Innao     ucciso  a 25anni il 20 novembre 1991. La serata conto l'omofobia si terrà, il 27 novembre 2009 alle ore 19, nella chiesa Battista di Lentini in via Regina Margherita, canta Ester ed il coro. Un omicidio quello di Dedi, come amichevolmente ed affettuosamente molti amici amavano chiamarlo, rimasto dai contorni oscuri per certe motivazioni. Dedi era un ragazzo che amava la vita, se stesso e gli altri, ed era giocoso con se e gli amici. Adelfo Innao, negli anni 1990, era molto noto a  Lentini per il suo status dai modi gentili e con propensioni che soltanto menti evolute avrebbero accettato e classificato normali. Dedi non era un cattivo era soltanto voglioso di vivere a modo suo, curava il suo corpo e l’immagine. Adelfo Innao non a caso è stato assassinato proprio all’uscita di una palestra,  di sera e certo come non avrebbe meritato.. ”Adelfo riposa in pace in quel mondo di Dio- dice la sorella Pina- dove non regna né dolore né cattiveria. Chi ha conosciuto Adelfio nella memoria ha indelebile la personalità artistica, i modi affabili ed il sorriso.” La  vita di Dedi adesso è depositata alla storia: di un giovane stroncato a 25 anni e certo non per avere usato violenza. Il sesso e le propensioni personali sono fattori che quando non intaccano la libertà  ed il senso del pudore restando nel privato non meriterebbero censure, per Adelfo Innao non è stato così.